La dieta per unghie sane: esiste?

La dieta per salute delle unghie, esiste? Vediamo di seguito cosa significa avere unghie in salute e se vi sono degli accorgimenti dietetici che possano aiutare in questo. 

 

 

Perchè le unghie si spezzano e altri danni alle unghie

Le unghie non sono altro che una parte specializzata dell'epidermide, costituite da cheratina che influenza le proprietà chimico-fisiche delle unghie. La funzione di queste ultime è quella di proteggere le falangi nella loro porzione terminale, amplificare la precisione di manipolazione degli oggetti e influire sulla sensibilità tattile. 

Le unghie in salute sono facilmente riconoscibili dal loro aspetto: la superficie è liscia e il colore è uniforme e senza macchie. La resistenza, consistenza ed elasticità delle unghie è prevalentemente dovuta ad una proteina, la cheratina, che va a comporre unghie e capelli. Questa molecola è molto diffusa nel nostro organismo e nella sua costituzione sono coinvolte anche vitamine e minerali, quali vitamina A, vitamina C e vitamina E, ma anche calcio, ferro, zinco ed altri minerali. 

 

 

Le unghie possono essere coinvolte in patologie che le rendono pià fragili e le danneggiano, causando anche un aspetto esteticamente non gradevole. Un esempio sono i casi di onicomicosi e psoriasi. Inoltre, alcuni patologie che coinvolgono il fegato possono causare problemi a livello della lamina ungueale, determinando deformazioni dell'unghia. 

Le unghie possono risultare fragili con zone di colorazione non omogenea o con la presenza di macchie. Inoltre, possono avere delle sfaldature e spezzarsi facilmente. Questi effetti possono avere diverse cause, dalle carenze di alcune vitamine e minerali, come calcio e vitamina A, ad un'errata cura delle unghie. Quest'ultima è più spesso la causa delle unghie fragili. Altre cause delle unghie non forti possono essere problemi dermatologici e malattie sistemiche, ma anche stress chimico-fisici o infezioni a cui l'unghia è sottoposta.

Ma, cosa vuol dire avere le unghie con macchie bianche? In caso di carenza di vitamine del gruppo B le unghie possono apparire con striature verticali, mentre un insufficente apporto di calcio e ferro causa la presenza di macchie bianche sulla loro superficie.

Cosa mangiare per avere unghie sane?

Le unghie sane sono associate alla presenza nella dieta di aminoacidi essenziali, ossia quegli amminoacidi che il nostro organismo non è in grado di produrre. Essi sono contenuti in uova, pesce, carne, latte e derivati. Questi alimenti hanno proteine ad alto valore biologico, ossia con un corredo amminoacidico completo. 

Nelle diete che prevedono l'esclusione di intere categorie di alimenti, come in quelle vegane, è necessario prestare attenzione a fare i giusti abbinamenti tra gli alimenti, in modo da assicurare un sufficiente apporto di amminoacidi essenziali nella dieta. Utile a questo scopo è, ad esempio, il consumo di cereali e legumi nello stesso pasto.

 

 

Altri nutrienti importanti per le unghie sane sono gli aminoacidi solforati che vanno a comporre la cheratina, principale componente delle unghie. Gli alimenti che ne sono ricchi sono il pesce, il pollo e l'albume dell'uovo, ma anche alimenti vegetali come semi di zucca e sesamo, alga spirulina e broccoli. Anche in questo caso, un'alimentazione equilibrata che comprenda tutte le categorie di alimenti non determina carenze tali da compromettere la salubrità delle unghie. 

La vitamina A è coinvolta nel differenziamento e nella morfologia dei tessuti, per cui una sua carenza può determinare la fragilità delle unghie. Questa vitamina è, però, largamente diffusa sia nel mondo animale che in quello vegetale, per cui un suo deficit è davvero difficile che si verifichi, specie nel mondo occidentale. Alimenti ricchi di vitamina A sono il tuorlo d'uovo, i crostacei, latte e frattaglie, ma anche tutti gli ortaggi e frutta dal colore arancione e rosso, come carote, peperoni, pomodori e albicocche

La vitamina C è una vitamina molto presente negli alimenti vegetali, come kiwiciliegie, fragole, agrumi, cavoli e altri. Una sua carenza potrebbe compromettere la salute delle unghie ma, come detto per la vitamina A, è molto difficile che si verifichi, a meno di esclusione di intere categorie di alimenti o difficoltà nell'assorbimento delle vitamine. 

Anche i minerali sono importanti per la salute delle unghie. Fra questi abbiamo il calcio, presente in latte e derivati ma anche in alimenti di origine vegetale come la frutta secca, i legumi, le alghe di mare, i semi oleosi come quelli di sesamo, le crucifere (croccoli, cavoli, cavolfiore ecc...) e sopratutto l'acqua minerale. La carenza di calcio viene spesso citata come responsabile delle unghie fragili, ma vista la presenza di questo minerale in una grande varietà di alimenti, è davvero difficile un suo deficit, se non in situazioni patologiche e fisiologiche particolari. 

Altro minerale importante per le unghie è il ferro, presente sia negli alimenti di origine animale che in quello di origine vegetale. In questi ultimi è meno facilmente assorbibile pertanto è necessario associarlo ad esempio con la vitamina C, che ne favorisce l'ingresso a livello intestinale.

Rinforzare le unghie naturalmente

Uno dei fattori che aiuta a rendere le unghie più forti, ed evitare quindi che si spezzino o sfaldino, è certamente la cura che abbiamo di questa parte del nostro corpo.

L'igiene delle unghie è fondamentale per evitare infezioni da parte di funghi o batteri. Per questo è importante tenerle sempre ben pulite ed asciutte, in modo da non creare l'ambiente favorevole per la proliferazione dei microrganismi. 

Inoltre, è importante anche tagliarle e limarle spesso, usando strumenti appositi con regolarità. Queste pratiche aiutano ad evitare che le unghie si spezzino ed in particolare la limatura fa in modo che venga eliminata la loro parte ispessita. 

Altro accorgimento importante è l'idratazione dell'unghia, allo stesso modo di quanto di solito si fa per le mani. 

Ultimo accorgimento è quello di evitare di strappare la pelle attorno alle unghie ma anche di mangiarle o morderle, in modo da evitare la comparsa di infezioni che possono indebolire l'unghia.

L'alimentazione equilibrata, ricca di tutte le vitamine e i minerali è sicuramente di aiuto nella salute e nel rinforzo delle unghie.  

Integratori per rinforzare le unghie

Nel caso in cui vi siano carenze nutrizionali che compromettano la salute delle unghie, si possono assumere degli integratori che vadano a sopperire a questo deficit. Le sostanze da supplementare sono diverse a seconda del tipo di carenza e problema riscontrato.

Possono essere utilizzati integratori a base di aminoacidi essenziali nel caso in cui, per diversi motivi, non si riesca ad introdurre con la dieta il necessario apporto proteico. Questi integratori sono importanti in casi di malnutrizione che, per la verità, nei paesi occidentali si verificano davvero di rado. 

Gli integratori vitaminici e di minerali (i cosiddetti multivitaminici) possono aiutare a supplementare questi micronutrienti nel caso di carenze, che possono avere come causa una dieta che escluda intere categorie di alimenti o che sia ristretta solo a determinati cibi. Le carenze vitaminiche possono avere cause patologiche, dovute ad un malassorbimento intestinale, ad un'eccessiva escrezione renale oppure ad un mancato metabolismo delle vitamine. 

D'altra parte, possiamo dire che un eccessivo introito vitaminico potrebbe causare fenomeni di tossicità. Pertanto l'integrazione va sempre valutata con il supporto di un esperto. 

In conclusione

Concludendo, possiamo dire che le unghie sono mantenute sane da un'alimentazione varia ed equlibrata, che apporti tutti i macro- e micro-nutrienti di cui l'organismo necessita per il mantenimento delle normali funzioni e della struttura dei tessuti. 

Le carenze di proteine, minerali e vitamine è difficile che si verifichino, sopratutto nel mondo occidentale in cui abbiamo a disposizione una grande varietà di alimenti, in quantità anche superiore al necessario. Questo tipo di carenze sono associate a patologie che coinvolgono il fegato, i reni o l'assorbimento intestinale, pertanto l'integrazione e una dieta specifica sono necessarie solo in questi casi, così come anche in quello di determinate situazioni fisiologiche di aumentato fabbisogno, come la gravidanza e l'allattamento

Possiamo quindi concludere che una dieta per la salute delle unghie in realtà non esiste, ma un'alimentazione che comprenda alimenti vegetali ed animali, nelle appropriate quantità, è sufficiente a fare da supporto alla salute delle unghie.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Alimentazione


Ionoforesi: definizione, applicazioni, vantaggi e svantaggi

La ionoforesi è una tecnica usata per la somministrazione dei farmaci attraverso la veicolazione di una corrente continua.


Smetana: la panna acida dell'Est Europa

La smetana è una panna acida prodotta in alcuni paesi dell'Europa centrale ed orientale. Accompagna diversi piatti, sia di carne che di verdure.


La dieta per unghie sane: esiste?

La dieta per unghie sane in realtà non esiste, ma una dieta equilibrata che fornisca il giusto apporto di nutrienti aiuta nel mantenimento della salute delle unghie.


Quante calorie ha il sushi? Fa ingrassare?

Quante calorie ha il sushi? Fa ingrassare? Scopriamolo, numeri alla mano.

 


Superfood: i supercibi ottimi per alleggerire il tuo portafogli

I Superfood, i superalimenti, ovvero i cibi miracolosi che portano benessere e curano le malattie. Siamo sicuri?


Acqua di cocco: proprietà e benefici (ZERO)

L'acqua di cocco è un "supercibo" dalle presunte proprietà mirabolanti. Ma i benefici sono reali?


Panna acida e creme fraiche

La panna acida è un prodotto molto diffuso in tutta l'Europa continentale, in Francia si chiama Creme fraiche anche se non sono esattamente sinonimi.


Aquafaba: come si usa, come si prepara e valori nutrizionali

L'aquafaba è il prodotto del liquido di cottura dei legumi, viene usata nelle ricette dolci e salate al posto dell'albume d'uovo.