Acque aromatizzate o infused water: falsi miti o anche benefici?

Le acque aromatizzate, o infused water, sono delle bevande molto popolari che è possibile preparare anche in casa. Vengono spesso proposte come acque miracolose a cui vengono attribuite proprietà benefiche per l'organismo, fra cui la celebre attività "detox", di cui tutti parlano ma spesso senza solide conoscenze alla base.

 

 

Molte proprietà che vengono attribuite a queste bevande sono false, ma esse possono comunque avere degli effetti benefici per il nostro organismo. Vediamo, quindi, nel dettaglio di che cosa si tratta. 

Che cosa sono le infused water?

L'infused water è un'acqua che viene aromatizzata con l'aggiunta di frutta, verdura o erbe aromatiche. Si possono usare diverse combinazioni di ingredienti a seconda del sapore che si preferisce conferire al prodotto finale. 

In realtà, gli ingredienti vengono messi in infusione nell'acqua e poi eliminati, senza frullarli o consumarli insieme alla bevanda. Per questo motivo essa è generalmente povera di calorie ed è indicata sopratutto nel caso in cui una persona non riesca a consumare una quantità sufficiente di acqua a livello quotidiano. 

 

 

Ricetta dell'acqua aromatizzata

Sono diverse le combinazioni di ingredienti che possono essere utilizzate per aromatizzare l'acqua. Essi vengono tagliati in piccoli pezzi e aggiunti all'acqua, in genere fredda. La quantità da usare dipende dall'intensità di sapore che si vuole ottenere. Maggiore sarà la quantità di ingredienti aggiunta, più forte sarà il gusto dell'acqua aromatizzata. 

L'acqua così addizionata viene, quindi, fatta riposare nel frigo da 1 a 12 ore: anche il tempo influenzerà l'intensità del gusto finale. Dopo 12 ore, però, gli ingredienti devono essere necessariamente eliminati perchè inizierebbero a rovinarsi e decomporsi. Vanno quindi gettati o utilizzati in altro modo. L'infused water sarà quindi pronta per il consumo. 

Un altro modo per produrre acque aromatizzate velocemente è quello di ridurre i tempi di infusione pestando la frutta o le erbe aggiunte all'acqua. Questo permetterà di evitare che la frutta si rovini e fa quindi in modo che sia maggiormente riutilizzabile successivamente ed inoltre consentirà di ottenere l'acqua aromatizzata in tempi brevi. 

Per le infused water vengono spesso vendute delle bottiglie apposite che hanno un infusore integrato. Questo consente di aggiungere gli ingredienti in modo che si possano poi anche allontanare dall'acqua una volta finita l'infusione. La maggior parte di queste bottiglie sono trasparenti in modo che si veda la frutta immersa e crei un effetto esteticamente bello da vedere. Il costo di questi contenitori si aggira di solito intorno ai 15 € di media. Vi sono poi le versioni con tappo ermetico e antigoccia, ideali quindi per essere usate fuori casa. 

Quali ingredienti usare per l'acqua aromatizzata?

Vi sono diversi abbinamenti che possiamo utilizzare per realizzare un'infused water ricca di gusto. Un esempio comune è l'acqua con il limone, delle cui caratteristiche abbiamo già discusso in questo articolo. In queste acque aromatizzate si può, ad esempio, mettere in infusione in un litro d'acqua 1 mela, 1 limone e un pezzo da 2 cm di zenzero fresco. 

 

 

Un abbinamento tipico delle infused water è quello che mette, in 1 l di acqua, 1 kiwi, 5 fragole, alcuni mirtilli. A questa si può aggiungere anche del peperoncino fresco o secco. 

Altri abbinamenti usano la carota, l'arancia e mezzo limone a cui si può aggiungere la cannella in bastoncino. 

Molto estivo è l'abbinamento con anguria o pesca con l'aggiunta di menta e mirtilli, oppure kiwi e limone. Per rendere la bevanda ancora più gradevole nel caldo estivo, si può aggiungere del ghiaccio. 

In molti casi, l'acqua aromatizzata viene fatta usando anche semplicemente un unico frutto, anguria e fragole le più usate. Si possono usare anche i fiori, come quelli di sambuco ed in questo caso l'acqua viene spesso bevuta insieme ad una fettina di limone per un aroma aggiuntivo. 

Effetti benefici delle acque aromatizzate

Il principale effetto benefico dell'assunzione regolare delle acque aromatizzate è l'aumento dell'idratazione e il fatto che aiutano ad arrivare alla quantità giornaliera di acqua raccomandata, che spesso risulta difficile da raggiungere per alcune persone. Infatti, chi tende a bere poca acqua lamenta spesso il fatto che non ne ama l'assenza di sapore e la trova poco gradevole.

Alcuni studi hanno dimostrato che le persone che assumono sufficiente quantità di acqua tendono a perdere peso più velocemente rispetto a chi beve poca acqua. Questo processo sembra essere indipendente dalla dieta e dall'attività fisica. L'effetto dell'acqua sulla perdita del peso corporeo sembra associato in parte ad un lieve aumento del metabolismo basale, ma in gran parte sembra essere dovuto all'effetto riduttore della fame, andando a determinare una minor introduzione di calorie da parte del soggetto. Questo effetto viene ben trattato in una review scientifica del 2010.

L'idratazione sufficiente, inoltre, porta ad un miglioramento della funzionalità intestinale, andando a ridurre gonfiori addominali e stitichezza. Questo è dovuto al fatto che l'acqua facilità il transito intestinale degli alimenti. 

La disidratazione, inoltre, è fattore scatenante di alcune forme di cefalea e riduce la capacità di concentrazione. Assumere un'adeguata quantità di acqua aiuta sicuramente a svolgere i compiti quotidiani con maggiore energia

Falsi miti riguardanti le infused water

Come abbiamo visto, quindi, che molti effetti che sono attribuiti alle acque aromatizzate sono in realtà delle proprietà dell'acqua stessa, più che degli ingredienti usati in sua aggiunta. La frutta e la verdura nelle infused water non fornisce ad esse una grande quantità di nutrienti pertanto consumare questi alimenti come tali o all'interno di frullati assicura una maggiore qualità nutritiva.

Infatti, spesso viene attribuita alle acque aromatizzate una proprietà stimolatrice del sistema immunitario. In realtà, se è vero che nelle acque viene posta talvolta in infusione frutta ricca di vitamina C, come kiwi, fragole e agrumi, è anche vero che la quantità di questa vitamina che passa realmente in infusione è davvero minima e molto variabile. Per cui non sembra probabile un vero è proprio effetto a favore del sistema immunitario. 

Le acqua aromatizzate vengono, però, spesso pubblicizzate per le loro fantomatiche proprietà "detox". Questa attività viene attribuita a diversi alimenti e preparati, compresi integratori e tisane. Si dice spesso che, specie dopo un periodo in cui si segue una dieta scorretta, si abbia bisogno di purificarsi dalle tossine. In realtà, questi argomenti, che vengono spesso esposti in modo vago, non hanno alcuna base scientifica. Infatti, il corpo umano ha dei sistemi di regolazione ed eliminazione delle sostanze tossiche. Non ci sono prove scientifiche valide che rilevano alcuna attività detossificante o tendente a migliorare i meccanismi endogeni del corpo nell'eliminazione delle tossine. Le acque aromatizzate, quindi, non hanno alcuna attività detossificante dell'organismo. 

Un'altra proprietà spesso attribuita alle acque aromatizzate è quella dell'alcalinizzazione del corpo. In realtà, come messo in evidenza anche da pubblicazioni scientifiche, non esistono cibi o alimenti in grado di influire sul pH del sangue o delle cellule. 

Inoltre, le proprietà re-idratanti delle acque aromatizzate, così come anche quella del miglior aspetto della pelle, sono le stesse dell'acqua non aromatizzata. 

In conclusione

Per concludere, possiamo quindi dire che le acque aromatizzate sono delle bevande sane, con poche calorie, che aiutano ad assumere una maggiore quantità di acqua. I benefici che se ne traggono sono gli stessi che si potrebbero avere in seguito all'assunzione di acqua come tale.

Le acque aromatizzate, però, sono un buon modo per assumere acqua per chi non è abituato o non ama assumerla come tale.

Sono false le proprietà detossificanti e di incremento dell'attività immunitaria che spesso vengono associate a questi prodotti. 

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Alimentazione


Budelli per salumi: tipologie, proprietà, preparazione all'uso

I budelli per salumi sono di diverse tipologie, con pro e contro che vanno valutati a seconda del risultato desiderato.


Luganega trentina, veneta e lombarda

La luganega è un salume tipico del Nord Italia, in particolare delle regioni Trentino, Veneto e Lombardia, dove viene chiamata anche luganiga o luganica.


Cotechino

Il cotechino: il tipico salume che si consuma nel periodo natalizio con le lenticchie.


Salame

Salame: il tipico salume di carne macinata stagionato diversi mesi.

 


Uova di struzzo: valori nutrizionali, storia e curiosità

Le uova di struzzo sono le uova di uccello più grandi esistenti. Vengono usate sia a scopo decorativo che in cucina.


Uova di oca: proprietà e differenze con le altre uova

Le uova di oca sono più grandi di quelle di gallina e presentano delle differenze anche per quanto riguarda i valori nutrizionali.


Olio di crusca di riso: i reali benefici (pochi)

L'olio di crusca di riso ha diverse proprietà benefiche molte delle quali ancora da confermare.


Wet market: cosa sono e cosa provocano

I wet markets sono mercati in cui vengono venduti animali spesso ancora vivi e che vengono macellati al momento dell'acquisto.