Chinotto

Il chinotto è una bevanda analcolica, della famiglia dei soft drinks, che viene ottenuta dal succo del frutto omonimo, il chinotto, un agrume coltivato prevalentemente in Sicilia e in Liguria.

 

 

Il chinotto ha un colore scuro, quasi nero con riflessi bruni e rossicci, visivamente può ricordare una cola, ma il suo sapore risulta più amaro e agrumato rispetto a quello delle cole in generale. Generalmente il chinotto divide sempre i suoi bevitori in due categorie: c'è chi lo ama e c'è chi lo odia, chi lo preferisce alla cola e chi, invece, non lo ritiene un degno sostituto. Il suo sapore è delicato e rinfrescante, viene di solito servito con ghiaccio e  una fetta di limone.

Per quanto l'origine sia incerta, il chinotto è una bevanda tutta italiana, nata probabilmente intorno agli anni Trenta (ufficilamente nel 1932 è uscito il primo chinotto San Pellegrino), e attualmente prodotta da circa una decina di aziende italiane tra cui la più famosa è San Pellegrino che lo commercializza con il nome di Chinò.

Chinotto

Ma esistono anche i chinotti di Recoaro, Neri (il Chin8), Lurisia (il "Chinotto di Savona" presidio slow food), Paoletti, Abbondio, Baladin e Tomarchio, molte delle quali rivendicano la paternità del prodotto. Tra questi chinotti, i migliori sono l'Ecor, il Baladin e il Lurisia, che non contengono conservanti e aromi chimici.

Anche Coca-Cola ha lanciato il suo chinotto in Italia con il nome di Fanta Chinotto, ma il suo gusto non assomiglia molto ai chinotti italiani...

Negli ultimi dieci anni, il chinotto è tornato molto in auge, dopo essere stato scalzato dal podio delle bevande più consumate in Italia da tutti i vari soft drink di origine americana, ed oltre che in Italia, ha trovato la sua fetta di mercato anche all'estero dove viene esportato in grandi quantità.

 

 

Malta è il Paese che, dopo l'Italia, consuma più chinotto, che qui prende il nome di Kinnie.

Il chinotto è molto diffuso, e reperibile facilmente in tutti i supemercati, i bar e i ristoranti italiani.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Alimentazione


Cibi ultra-processati: fanno davvero male?

I cibi ultra-processati sono definiti dalla classificazione NOVA che ne sconsiglia il consumo, appoggiata da diversi paesi. Rimane da capire come sostituirli in modo efficace.


Caffeina

La caffeina è la sostanza psicoattiva più consumata al mondo, contenuta in diverse piante come caffè, cacao, tè, cola, guaranà e mate.


Quanta caffeina (e caffè) al giorno?

La quantità di caffeina considerata sicura dipende dalle condizioni patologiche e fisiologiche del soggetto, ma anche dalla tollerabilità individuale.


Pasta di legumi: utile solo per la celiachia

La pasta di legumi è utile solo in caso di patologie che richiedano l'eliminazione del glutine dalla dieta, per diverse ragioni che vedremo in questo articolo.

 


Prosciutto cotto senza conservanti (nitriti)

Il prosciutto cotto senza conservanti (nitriti) si sta oggi diffondendo grazie a nuove tecniche non sempre rese note dalle aziende produttrici.


Gli alimenti trasformati o processati: la classificazione NOVA

I cibi processati o trasformati sono classificati secondo la classificazione NOVA che li distingue in base al tipo di processo di produzione a cui sono sottoposti.


Arachidi

Le arachidi, una specie di leguminose tipica dei Paesi sudamericani.


Cosa mangiare durante lo sport

Troppi atleti mangiano a sproposito durante gli allenamenti. In realtà dovrebbe mangiare solo chi fa allenamenti molto lunghi.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.