Salsa alla vaniglia vegan - Senza latte né uova

La salsa vaniglia vegan è la versione senza latte, senza panna e senza uova della salsa vaniglia tradizionale.

Si tratta di una ricetta molto semplice, e che, se ben preparata, può essere molto gustosa e non far rimpiangere il gusto della preparazione classica.

Ci sono tuttavia alcune cose molto importanti da sapere, per evitare di utilizzare ingredienti ben poco salutari e genuini, e mi sto riferendo in particolare al latte vegetale e alla panna vegetale che in genere vengono consigliati per la preparazione di questa salsa.

Vedi anche: 

Sì o no?

Spesso si pensa che le ricette vegan siano anche ipocaloriche, ma non è assolutamente detto. Certo, i vegani sono spesso anche "health conscious", ovvero attenti alla salute, questo comporta anche una certa attenzione a non abusare di zuccheri e grassi, ma non è sempre così, dunque consiglio sempre di non fidarsi, e valutare anche dal punto di vista nutrizionale le ricette vegane, perché non sempre sono anche ipocaloriche.

Per quanto riguarda la salsa alla vaniglia, se viene preparata con un normale latte vegetale, sarà sicuramente light, anzi, pure troppo! Non essendoci i grassi della panna, né quelli dei tuorli, ma solo i grassi del latte vegetale, il risultato finale rischia di essere davvero poco calorico... Ma quindi anche poco gustoso! Vedremo in seguito come risolvere questo problema. Dal punto di vista calorico, comunque, possiamo stare abbastanza tranquilli: nelle ricette che non utilizzano la panna vegetale, la densità calorica sarà sicuramente inferiore a 150 kcal/hg, e rispetterà quindi i vincoli della cucina Sì, il modello di cucina che cerca di coniugare salute e gusto, senza rinunciare ad alcun cibo.

 

 

Quale latte vegetale scegliere?

Il problema della scelta del latte da utilizzare è determinante, per la ricetta della salsa vaniglia. Quasi tutti i latti vegetali in commercio hanno pochi grassi, troppo pochi per preparare una salsa degna di questo nome. Bisogna quindi trovare un prodotto che contenga una quantità sufficiente di grassi, per compensare quelli dei tuorli e/o della panna, ma che al tempo stesso sia un prodotto genuino. 

Per aumentare la quantità di grassi abbiamo due strade:

  • utilizzare la panna vegetale
  • utilizzare un latte vegetale naturalmente ricco di grassi

Se utiizziamo la panna vegetale avremo la garanzia di ottenere una base neutra, da aromatizzare con vaniglia ed eventualemente limone, ottenendo una crema del tutto simile a quella tradizionale. Per contro, avremo aggiunto alla ricetta degli oli raffinati, che non sono il massimo dal punto di vista della genuinità. Come ho spiegato nell'articolo sulla panna vegetale, questi prodotti vanno utilizzati solo se c'è una buona motivazione alla base, altrimenti meglio lasciar perdere perché sotto tutti gli altri punti di vista, la panna tradizionale è un prodotto più sano e genuino.

La seconda opzione prevede di utilizzare un latte naturalmente ricco di grassi, come per esempio quello di mandorle o quello di cocco. In realtà anche la maggior parte dei latti di mandorla in commercio, ha pochi grassi, dunque la scelta ricade quasi necessariamente sul latte di cocco, che esiste anche in versione "densa", ancor più ricca di grassi. Il problema di questa soluzione è il fatto che sia il latte di mandorla, che quello di cocco, non hanno un aroma neutro, dunque la crema che realizzeremo avrà il gusto di mandorla o di cocco, a seconda del latte che sceglieremo.

 

 

Si tratterà quindi di scegliere tra genuinità e gusto... L'importante, comunque, è capire che anche usando la panna vegetale, se la si sceglie priva di grassi idrogenati (fondamentale!), non stiamo attentando alla nostra salute. Anche perché la salsa alla vaniglia, se vogliamo rimanere magri, non la consumeremo di certo tutti i giorni.

Di seguito propongo la ricetta della salsa alla vaniglia vegan che utilizza la panna vegetale, al 12% di grassi come la maggior parte delle panne vegetali in commercio. Se ne utilizzate una al 28% di grassi (quella da montare) riducete la quantità a 125 g e aumentate il latte a 375 g. 

Volendo usare il latte di cocco, basterà utilizzarne 500 g, al posto del latte vegetale e della panna.

Ricetta della salsa vaniglia vegan

Per colorare la crema di giallo, si utilizza classicamente un po' di curcuma, spezia abbastanza insapore che darà solo colore alla nostra salsa alla vaniglia vegan. In alternativa, si può semplicemente utilizzare qualche goccia di colorante alimentare.

Salsa vaniglia vegan

Autore:

Tempo di preparazione:

Tempo di cottura:

Tempo totale:

Ingredienti per 6 porzioni

  • 250 g di latte vegetale (avena, soia, ecc)
  • 250 g di panna vegetale senza grassi idrogenati, al 12% di grassi totali
  • 100 g di zucchero
  • 15 g di amido di mais
  • una bacca di vaniglia o qualche goccia di estratto
  • la scorza di mezzo limone

Preparazione

Portare ad ebollizione la panna e 150 g di latte vegetale, insieme alla bacca di vaniglia (se si utilizza) e alla scorza di limone. Quando raggiunge l'ebollizione, spegnere la fiamma e far riposare coperto per 5 minuti, quindi filtrare e rimettere nella casseruola.

In una ciotola, versare il restante latte vegetale (100 g), lo zucchero e l'amido di mais, mescolare bene con una frusta. Unire questo composto nella casseruola insieme al resto del latte e della panna già aromatizzati e filtrati, riportare ad ebollizione mescolando in continuazione con la frusta, quando iniza ad addensare spegenre e continuare a mescolare per 30 secondi, quindi filtrare con un colino, coprire con la pellicola a contatto e far raffreddare prima a temperatura ambiente, poi in frigorifero.

Se volete una crema più densa utilizzate 20 g di amido di mais invece di 15.

Informazioni nutrizionali per porzione

Questa ricetta ha 150 kcal/hg, dunque soddisfa i vincoli della cucina Sì.

Energia

146 kcal - 610 KJoule

 

Proteine ad alto VB 

0 g

Proteine

2 g - 5%

Carboidrati

23 g - 60%

Grassi

6 g - 35%

di cui

 

saturi

0.8 g

monoinsaturi

2.0 g

polinsaturi

1.6 g

Fibre

0 g

Colesterolo

0 mg

Sodio

20 mg

 

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Cucina

Strangozzi alla spoletina - Ricetta umbra

Gli strangozzi sono un formato di pasta di origine umbra, di preparazione molto semplice visto che, di fatto, sono una semplice pasta al pomodoro.

Cinnamon rolls - Ricetta originale svedese

Cinnamon rolls, i rotoli alla cannella originali svedesi, diffusi in tutto il Nord Europa e anche in America: scopriamo la ricetta e tutti i segreti per prepararli.

Frittata dolce di mele alla cannella (ricetta light)

In questo articolo ti proponiamo la frittata dolce di mele alla cannella, che si può preparare tutto l'anno.

Zuppa inglese - Ricetta con savoiardi o pan di Spagna

La zuppa inglese, nata probabilmente durante l'epoca elisabettiana, è un dolce al cucchiaio a base di crema pasticcera e crema al cioccolato, aromatizzata con Alchermes.

 

Pulled pork (maiale sfilacciato) al forno

Pulled pork: una tecnica di cottura al barbeque della spalla di maiale, qui proposta in versione casalinga con il capocollo, a cottura lenta in forno.

Salsa Senape al Miele - Ricetta con limone o aceto

Una delle varianti più classiche della senape è la senape al miele, una salsa molto accattivante che abbina l'acidità della senape alla dolcezza del miele.

Ziti lardiati - Ricetta

Ziti lardiati: la ricetta tradizionale campana preparata con lardo stagionato e pomodorini del Vesuvio, e la tipica pasta simile ai bucatini.

Bucatini (o meglio spaghetti) all'amatriciana

I bucatini (o meglio spaghetti) all'amatriciana, la pasta con pomodoro e guanciale (e senza cipolla nella versione tradizionale) che viene da Amatrice.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.