Pollo alle mandorle o agli anacardi

Il pollo alle mandorle o agli anacardi è un classico di alcune cucine orientali, soprattutto quella cinese, ma che si trova anche in tailandia e nei paesi limitrofi. È un piatto molto conosciuto in Italia perché si trova in tutti i ristoranti cinesi. Di base il pollo alle mandorle è uno spezzatino di pollo (in genere si usa il petto) cotto nell'olio insieme alle mandorle, insaporito con salsa di soia. Può essere cucinato con altre verdure, cipolle in primis, e prevedere l'uso di altri insaporitori come lo zenzero. Molto probabilmente i ristoratori cinesi utilizzano anche il glutammato e il brodo di pollo per rendere il piatto particolarmente saporito.

 

 

Olio di semi o extravergine?

In genere le ricette che si trovano in rete prevedono l'utilizzo dell'olio di semi in tutte le ricette di stile orientale, e quindi anche per il pollo alle mandorle o agli anacardi. Questa scelta viene fatta perché nelle cucine orientali si utilizza ovviamente olio di semi e non olio extravergine.

Non esiste cioè una motivazione tecnica, che riguardi il gusto del piatto che ovviamente non viene alterato con l'olio extravergine visto che gli altri insaporitori coprirebbero qualunque differenza gustativa tra l'olio di semi e quello extravergine, che per di piuù vengono portati ad alta temperatura dunque l'olio extravergine perde gran parte dei suoi profumi e dei suoi aromi.

Dunque, io utilizzo olio extravergine in tutte le preparazioni, tranne per la frittura dove è meglio utilizzare oli più adatti.

 

 

Mandorle o anacardi? Fritti o al naturale?

Pollo agli anacardi

La scelta delle mandorle o degli anacardi è libera... Dipende dai gusti. Sicuramente gli anacardi hanno un gusto più deciso delle mandorle e personalmente li preferisco in questa ricetta. Sia per le mandorle che per gli anacardi è importante utilizzare un prodotto crudo, che poi andrà fritto in padella prima o insieme al pollo. La frittura è indispensabile per formare gli aromi e i sapori tipici delle mandorle o degli anacardi tostati che altrimenti non si sentirebbero o quasi all'interno del piatto, perché crudi sono troppo delicati.

 

 

Non occorre tanto olio per friggere le mandorle o gli anacardi, basta inclinare la padella o il wok formando una pozza di olio nella quale le mandorle o gli anacardi stiano appena immersi. Lo stesso olio verrà utilizzato per la preparazione del resto della ricetta.

Sì o no?

Il pollo alle mandorle può diventare una ricetta Sì purché si aggiungano altre verdure, inoltre bisogna fare attenzione alla quantità di olio aggiunta e soprattutto alla quantità di mandorle. Le ricette tradizionali sono molto caloriche, a dispetto della materia prima utilizzata, il petto di pollo, che è molto magro, dunque è più complesso preparare una ricetta Sì perché bisogna un po' stravolgere le quantità di ingredienti ipercalorici.

La ricetta del pollo alle mandorle (o agli anacardi)

Abbiamo visto con la ricetta del pollo al limone come il petto di pollo sia una carne che tendenzialmente è meglio evitare. Questa ricetta non è da meno, tuttavia visto che viene insaporita parecchio dalle mandorle tostate e dalla salsa di soia, si può anche utilizzare il petto di pollo senza complicarsi la vita con la cosce o le sovracosce.

Ingredienti per 4 persone di pollo alle mandorle:

  • 600 g di petto di pollo;
  • 20 g di olio extravergine di oliva;
  • 80 g di mandorle o anacardi freschi;
  • 100 g di cipollotti;
  • 4 cucchiai di salsa di soia;
  • 2 cucchiai di aceto di mele;
  • 2 spicchi di aglio;
  • 1 cucchiaino di radice di zenzero fresca grattugiata (facoltativa).

Preparazione del pollo alle mandorle: tagliare il pollo a bocconcini di 3 cm di lato, tritare la cipolla e l'aglio, grattugiare lo zenzero. Scaldare 2 cucchiai di olio in una padella antiaderente di 28 cm o in un wok, inclinarlo per formare una pozza di olio e friggere le mandorle (o gli anacardi) per 1 minuti a fuoco basso, finché non prendono colore. Unire il pollo, l'aglio tritato e la cipolla, ed eventualmente lo zenzero, e cuocere per 5 minuti a fuoco medio, quindi aggiungere la salsa di soia, l'aceto e continuare a cuocere per 5 minuti aggiungendo poca acqua se occorre.

Calorie per porzione di pollo alle mandorle: 350

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Cucina


Tiramisù con crema mascarpone

Tiramisù con crema mascarpone: la versione moderna del dolce di origine veneta, quella senza zabaione che troviamo ormai nella stragrande maggioranza dei locali.


Il tiramisù

Il tiramisù: di origine veneta, è uno dei dolci più diffusi in Italia, fatto con zabaione, mascarpone e savoiardi inzuppati nel caffè.


Torta tenerina

La torta tenerina o montenegrina: uno dei dolci senza lievito che piacciono tanto in questi ultimi tempi, un vero tripudio di cioccolato!


Tarte Tatin: origine e ricetta alle albicocche

La Tarte Tatin di albicocche è una variante delle famosa torta di mele di origine francese.

 


Tartare di carne di manzo

La tartare di carne, o tartara o battuta, è una ricetta a base di carne di manzo cruda, che attualmente conosce una grande diffusione.


Tamales, ricetta dall'America Latina

I tamales: i panini sudamericani fatti con la masa (la pasta di mais) e avvolti in foglie di platano o di pannocchia.


Tamago o tamagoyaki

Il tamago giapponese: strati di omelette arrotolate su loro stesse da mangiare in tutte le occasioni.


Tajine di pollo (ricetta marocchina)

Il tajine di pollo: una ricetta tipica marocchina che prende il nome dal contenitore nel quale viene cotta.