Frittata con le cipolle bianche in padella

La frittata di cipolle è una delle ricette più semplici della cucina italiana, e per questo una delle più gettonate, anche se purtroppo oggi sempre più persone tendono ad evitare alimenti come aglio e cipolla, per paura di avere problemi di alitosi che, tuttavia, se questi due cibi vengono mangiati cotti, sono problemi che si presentano con una probabilità molto bassa.

 

 

Esistono molte versioni differenti della frittata di cipolle, che si ottengono variandone la varietà (cipollotto, cipolla rossa, cipolla gialla, cipolla bianca, cipolla napoletana, ecc), utilizzando il burro piuttosto che l'olio, e variando le spezie e le erbe aromatiche che si possono aggiungere per aromatizzare il piatto. In questo articolo proponiamo la versione più classica e "basica" di questo piatto: quella con la cipolla bianca, cotta rigorosamente nel burro, anch'esso ahinoi un alimento troppo spesso denigrato a causa dei presunti problemi di salute (tutti da dimostrare) che causerebbe.

Vedi anche: frittata di zucchine e cipolle.

 

 

Sì o no?

La frittata di cipolle si può tranquillamente declinare in versione saziante e ipocalorica (rispettosa dei vincoli della cucina Sì): è sufficiente eliminare la metà dei tuorli e utilizzare un po' meno burro per la cottura delle cipolle. Per i dettagli ti rimandiamo alle nostre ricette Sì gratuite dove potrai trovare alcune frittate di esempio, oppure al nostro archivio dove troverai più di 1200 ricette gustose, ipocaloriche e sazianti.

Ricetta della frittata di cipolle bianche in padella

Frittata di cipolle bianche

Le cipolle cotte nel burro a nostro parere rilasciano un aroma unico, irraggiungibile da qualunque altro grasso. L'olio extravergine perde tutto il suo aroma in cottura e se si esagera con la temperatura, oltre ad assumere aromi sgradevoli, diventa addirittura nocivo per la salute. Il burro contiene colesterolo, a differenza dell'olio, ma la quantità è molto ridotta, ininfluente alle dosi che vengono utilizzate per questa ricetta, che tra l'altro possono essere ulteriormente ridotte, se volete assumere meno calorie. Se siete preoccupati per il colesterolo, sappiate che i due tuorli presenti nella ricetta ne contengono 10 volte tanto quello contenuto nel burro: ma anche nel caso delle uova, non dovete preoccuparvi troppo (vedi articolo: uova e colesterolo). Ovviamente non dovete mangiare tutti i giorni questo tipo di frittate: se volete farlo, dovete puntare su frittate più salutistiche, come quelle di albume, o quelle che trovate a questa pagina

 

 

Vedi anche: meglio il burro o l'olio?

Il burro contiene grassi saturi, è vero, tuttavia è ormai dimostrato che i grassi contenuti nel latte e nei suoi derivati è improbabile che aumentino il rischio cardiovascolare, se manteniamo il peso forma. Preoccupatevi dunque di rimanere magri (e se non lo siete: dimagrite!), piuttosto che di usare l'olio al posto del burro, sostituzione che con tutta probabilità, peggiorerà solo la vostra qualità di vita a tavola, senza apportare alcun vantaggio.

Autore:

Tempo di preparazione:

Tempo di cottura:

Tempo totale:

Ingredienti per 2 persone:

  • 200 g di cipolle bianche
  • 4 uova medie o grandi
  • 25 g di burro
  • sale, pepe

Procedimento

Tagliare le cipolle a fette spesse mezzo cm. Scaldare a fuoco alto il burro in una padella antiaderente di 24 cm, quando inizia a sfrigolare unire le cipolle, salare, mescolare bene, quando prendono calore abbassare, coprire e cuocere per 10 minuti a fuoco medio, mescolando spesso ma rimettendo il coperchio ogni volta che si mescola.

Rompere le uova in una ciotola, salare, pepare e mescolare bene con una forchetta. Quando la cipolla è pronta, unire le uova, mescolare per amalgamare il tutto, coprire e cuocere a fuoco alto per un minuto, quindi abbassare e cuocere a fuoco medio-basso finché le uova non sono abbastanza rassodate da poterle staccare dal fondo.

A questo punto si può decidere di girare la frittata con l'aiuto del coperchio, facendo dorare anche l'altro, oppure si può continuare a cuocere finché la superficie non sarà completamente rassodata.

Informazioni nutrizionali per porzione

 

Energia

279 kcal - 1166 KJoule

 

Proteine ad alto VB 

11 g

Proteine

13 g - 18%

Carboidrati

7 g - 10%

Grassi

23 g - 72%

di cui

 

saturi

4.9 g

monoinsaturi

13.2 g

polinsaturi

2.2 g

Fibre

2 g

Colesterolo

323 mg

Sodio

154 mg

 

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Cucina

Frittelle di mele - Gonfie e soffici

Le frittelle di mele sono un dolce tipico della regione Trentino Alto Adige, ma diffusa in tutta Italia. Scopri come farle gonfie e soffici!

Scapece

Scapece ovvero la marinatura in aceto ed erbe aromatiche di verdure o pesci fritti tipica del Meridione.

Alici marinate - Ricetta classica e veloce con aceto

Le alici marinate sono un piatto semplice, ma è importante adottare alcuni accorgimenti per essere sicuri del risultato. Scopriamo questa ricetta con aceto, vino e limone.

Pasta con pesto di pistacchi e gamberi

Pasta con pesto di pistacchi e gamberi: una raffinata e gustosa ricetta di origine siciliana, patria tanto dei gamberi, quanto dei pistacchi.

 

Zeppole di San Giuseppe

Zeppole di San Giuseppe: i dolci tipici campani, diffusi un po' in tutto il sud Italia, a base di pasta per bignè che però viene fritta, dopo un passaggio in forno.

Ziti alla genovese - Origini e ricetta napoletana

Ziti alla genovese: la ricetta originale napoletana di questo primo piatto a base di cipolle e carne di manzo.

Gulasch (o gulash) : ricetta originale e light

Il gulasch, il famoso piatto ungherese qui proposto con la ricetta originale, ma anche rivisitato in chiave dietetica.

Pici all'aglione - Ricetta toscana

I pici all'aglione sono un piatto di origine toscana, preparato con un particolare aglio molto grosso come dimensioni, ma più delicato.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.