Brunch

Il termine inglese "brunch" indica un pasto particolarmente abbondante che viene consumato a metà mattinata, più o meno tra le undici e l'una, una sorta di via di mezzo tra una colazione e un pranzo, e che abbina prodotti sia dolci che salati, bevande sia calde che fredde, come , caffè, cappuccino, succhi di frutta, uova, bagels, pancake, brioche, torte dolci o salate, frutta fresca etc...

 

 

Di tradizione anglosassone, diffuso principalmente in Inghilterra e negli Stati Uniti, il brunch ha preso piede anche in Italia, a cominciare dalle grandi città come Milano e Bologna per poi diffondersi a macchia d'olio nel resto della penisola.

Moltissimi tra bar, ristoranti, hotel, sale da tè, organizzano il proprio Sunday Brunch, il brunch della domenica, più o meno imitando quelli americani e arricchendoli o modificandoli con ingredienti locali e più tradizionali.

 

 

Storia e origini del brunch

Il rito del brunch è nato in Inghilterra nell'Ottocento quando si organizzavano grandi buffet nelle ville dopo una battuta di caccia.

Anche se il termine è stato coniato solo nel 1895 dallo scrittore Guy Beringer che definì il brunch la colazione ideale per la domenica mattina, dopo gli stravizi del sabato notte. La parola nasce dall'insieme di breakfast (colazione) e lunch (pranzo).

Beringer esalta il brunch come un momento di allegria e socievolezza, "che ti mette di buon umore e spazza via le preoccupazioni e le ragnatele della settimana".

Ancora oggi si rispetta questa tradizione e si consuma il brunch di domenica o nelle occasioni speciali come il giorno di Pasquetta, della festa della mamma, di San Valentino.

Alcuni esempi di brunch

Brunch

Il brunch può essere molto vario e variegato, come accennato, ogni posto lo serve personalizzato e molto dipende dalla zona e dall'estro di chi lo prepara.

Cercando un po' in rete si trovano tanti siti che stilano classifiche su dove consumare il miglior brunch suddivisi per grandi città (il miglior brunch a Londra, a Milano, a Bologna, a Berlino e così via...).

Generalmente ci si siede e ci si serve da un ricco buffet, ma c'è anche chi lo serve ad ogni persona su un vassoio. I prezzi di un brunch vanno dai 5 ai 15 euro circa.

Tra i prodotti tradizionalmente serviti in un brunch si trovano: uova strapazzate e bacon (come nelle classiche colazioni all'americana), bagels farciti con formaggio spalmabile e salmone affumicato, pancake, pane tostato con burro e marmellate, yogurt, frutta fresca, muffin, cupcake e brownies.
Tra le bevande caffè, cappuccino, tè, succhi di frutta, ma anche birra, vino o spumante, o magari un cocktail leggero come il Bloody Mary o lo Spritz.

 

 

Per gli stomaci più resistenti in alcuni posti si trovano anche arrosti di carne, roastbeef, aringa affumicata, gamberi e gamberetti, insalate miste, formaggi e salumi, biscotti, torte, gelato, frutta sciroppata, riso in bianco o speziato al curry, sushi e sashimi, panini al pastrami e ancora...hot dog, patatine fritte, hamburger, wurstel e cetriolini sott'aceto.

Insomma di tutto, non ci sono regole, al momento del brunch ognuno può dare sfogo alla propria fantasia e alle proprie voglie!

 

 

Ultimi articoli sezione: Cucina

Pancake proteici (senza proteine in polvere)

Pancake proteici: le diverse strategie per migliorare le caratteristiche nutrizionali dei pancake, senza l'utilizzo di proteine in polvere.

Flan parisien - Ricetta light senza panna

Il flan parisien, o patissier, è un dolce da forno tipico della cucina francese, qui proposto nella versione light, senza panna.

Tortellini di Valeggio - Storia e ricetta

I tortellini di Valeggio sul Mincio sono una specialità che non tutti conoscono, a base di pasta all'uovo ripiena di carne mista.

Tortellini bolognesi - Ricetta tradizionale

I tortellini: il primo piatto must della cucina emiliana conosciuto in tutto il mondo.

 

Pasta con tonno e piselli cremosa (SENZA PHILADELPHIA)

La pasta al tonno con piselli cremosa, senza panna né philadelphia: una delle varianti più gettonate della classica pasta al tonno.

Biscotti savoiardi vegan

Savoiardi vegan: un classico biscotto adattato alla variante vegana.

Crema chiboust

La crema chiboust è una base della pasticceria sconosciuta ai non addetti ai lavori, composta da crema pasticcera e meringa italiana.

Stoviglie in legno: lavaggio, vantaggi e divieti

Le stoviglie in legno hanno dei vantaggi anche in termini ecologici, ma bisogna adottare alcune strategie per evitare contaminazione microbica degli alimenti.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.