Pancake

Guarda il video >>

Quando si parla di pancakes subito viene in mente la tipica colazione degli americani e dei canadesi a base di queste frittelle rotonde, simili alle crepes ma più spesse, guarnite con sciroppo d'acero, marmellata, cioccolato fuso, crema e/o panna e frutta fresca.

I pancake sono però diffusi e consumati in molte parti del mondo, soprattutto nei Paesi anglosassoni (Inghilterra, Scozia, Nuova Zelanda, Australia), nei Paesi Bassi, nei Paesi Scandinavi, in Cile, in Argentina e in alcuni paesi asiatici quali Corea, Indonesia, Giappone.

In Italia non esiste una vera e propria cultura dei pancake, sostituiti per lo più dalle crepes, simili ma preparate senza l'aggiunta di lievito, e più sottili.

Gli ingredienti di base dei pancakes sono: farina, uova, zucchero, latte e/o burro e lievito. Essi vengono impastati fino ad ottenere un composto omogeneo semiliquido e cotti in padella o su una piastra, quindi vengono serviti per colazione o per merenda nella versione dolce, la più diffusa, o anche nella variante salata, con formaggio, bacon o altri salumi.

 

 

Origine e tradizione dei pancake

Come avviene un po' per tutte le frittelle, che siano crepes o waffle o gofri etc..., anche le origini dei pancake vengono fatte risalire ad una preparazione di base della cucina dell'Antica Grecia: le teganites (da tagenon = padella) che erano fatte con farina, miele, olio e latte, cotte su una padella piccola di forma circolare e servite a colazione.

La parola "pancake", però, appare nei dizionari di lingua inglese solo nel XV secolo e storicamente era un dolce che veniva consumato in occasione del martedì grasso di Carnevale, detto in alcune zone "Pancake Day" ancora oggi. Prima del mercoledì delle ceneri e della Quaresima si preparavano i pancake con tutti quegli ingredienti grassi che poi non si sarebbero più potuti utilizzare fino alla Pasqua.

Oggi i pancake vengono in realtà mangiati durante tutto l'anno, ma esistono ancora feste, gare e sagre organizzate in occasione del Pancake Day soprattutto in Nord America e in Canada.

Ricetta dei pancakes

Pancake

I pancakes si presentano come piccole frittelle più spesse e più spugnose delle crepes, del diametro di circa 10-15 cm.

Possono essere serviti con sciroppo d'acero (reperibile nei grandi ipermercati, nei negozi di alimentazione biologica o nelle erboristerie), marmellata, cioccolata spalmabile, crema pasticcera, crema chantilly, panna montata, frutta fresca, frutta secca (noci, nocciole, mandorle, pistacchi), zucchero a velo e così via. Generalmente, una volta pronti vengono impilati uno sopra l'altro e mangiati caldi, tiepidi o freddi.

Autore:

Tempo di preparazione:

Tempo di cottura:

Tempo totale:

Ingredienti per 4 persone (16 pancake circa)

  • 225 g di farina
  • 300 ml di latte
  • 2 uova
  • 30 g di burro
  • 20 g di zucchero
  • 1 cucchiaino di lievito chimico
  • 1 pizzico di sale

Procedimento

Far fondere il burro in un pentolino e lasciarlo raffreddare.

Separare i tuorli dagli albumi in due ciotole diverse. Mescolare i tuorli con il burro fuso e il latte, quindi aggiungere la farina e il lievito setacciati poco alla volta, infine unire gli albumi montati a neve con lo zucchero.

Mescolare bene il composto con la frusta, senza esagerare per non smontare troppo gli albumi, quindi versarlo, un mestolo alla volta, in una padella antiaderente già calda a fiamma media, unta con l'aiuto di un pezzo di carta assorbente intrisa di burro fuso.

Lasciare che l'impasto si allarghi da solo nella padella e aspettare circa 1 minuto prima di girare il pancake per cuocerlo dall'altro lato (sempre per 1 minuto).

Una volta cotti tutti i pancake spolverarli con lo zucchero a velo, irrorarli con lo sciroppo d'acero e guarnirli con gli ingredienti scelti.

Informazioni nutrizionali per pancake

 

Energia

86 kcal - 359 KJoule

 

Proteine ad alto VB 

1 g

Proteine

3 g - 13%

Carboidrati

13 g - 58%

Grassi

3 g - 29%

di cui

 

saturi

1.4 g

monoinsaturi

0.8 g

polinsaturi

0.1 g

Fibre

0 g

Colesterolo

27 mg

Sodio

8 mg

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Cucina


Faraona alla leccarda

La faraona alla leccarda: un ricco e gustoso secondo piatto umbro.


Farinata o cecina

La farinata ligure: una torta salata fatta con farina di ceci che vanta numerose imitazioni e varianti.


Il gusto: tatto e sensazioni chimiche indifferenziate

Il gusto: piccante, astringente, fresco, tutte le sensazioni di bocca non riconducibili al sapore e all'aroma.


Il gusto: sapore, profumo e aroma

Il gusto, le sensazioni di bocca, di olfatto, di vista e di consistenza con le quali giudichiamo un cibo.

 


Fritto misto all'italiana

Si fa presto a dire fritto misto all'italiana ma le varianti regionali sono tantissime.


Fritto di paranza

La paranza o il fritto di paranza: un piatto di mare che prevede una grande varietà di pesci con le lische fritti.


Saltimbocca alla romana

I saltimbocca alla romana: involtini di carne ripieni di prosciutto e salvia.


Semifreddo al torrone

Il semifreddo al torrone (o semifreddo al torroncino) è un grande classico della pasticceria italiana, vediamolo in due versioni, con base gialla e base bianca.