Rimedi naturali per la perdita dei capelli: funzionano?

Perdita dei capelli: le cause e le tipologie

I rimedi naturali per la perdita dei capelli sono molto ricercati e usati, ma funzionano davvero?

 

 

I rimedi naturali, i cosiddetti "rimedi della nonna", per la caduta dei capelli sono strategie talvolta usate in sostituzione dei prodotti farmaceutici specifici, come alcuni integratori, che però, al pari di questi ultimi, non sempre funzionano. Molte sono le ricerche da fare in merito ai rimedi naturali, ma un loro uso permetterebbe di ridurre gli effetti collaterali alcuni farmaci potrebbero causare. 

La perdita dei capelli può essere di diverse tipologie, come la caduta stagionale che si verifica in genere durante l'autunno e alla fine dell'estate. Quest'ultimo è un evento fisiologico che si concluderà dopo poco tempo e pertanto ricorrere all'uso di preparati come minoxidil o simili non risulta necessario. 

Un altro tipo di perdita di capelli è quella psicogena, la cui causa è lo stress psicologico. L'alopecia androgenetica è un altro tipo di perdita dei capelli, forse la più comune, che si verifica in età adulta. 

 

 

La perdita dei capelli può essere anche dovuta all'alopecia areata, una forma di caduta non omogenea, che determina la formazione di chiazze di forma ovale. 

Fattori genetici e determinate condizioni fisiologiche possono indurre la perdita dei capelli. Fra questi vi sono degli squilibri ormonali che si verificano soprattutto nelle donne. La caduta dei capelli si può avere, infatti, in menopausa, oppure durante la gestazione e l'allattamento. Anche disfunzioni della tiroide o dell'apparato genitale femminile possono portare alla caduta dei capelli. 

Vi sono alcune patologie che provocano la caduta dei capelli come nel caso della psoriasi e della dermatite seborroica. L'alimentazione scorretta ed eccessivamente squilibrata porta ad un aumento della perdita dei capelli per mancanza di vitamine, minerali e amminoacidi essenziali per la formazione della cheratina di cui il capello è costituito. 

Altre cause per la caduta dei capelli sono l'uso eccessivo di prodotti chimici aggressivi, di medicine oppure periodi di stress intenso e malattie che si protraggono per lunghi periodi. 

Rimedi naturali per la caduta dei capelli

Per la caduta stagionale dei capelli, si possono usare alcuni rimedi naturali che si possono trovare in erboristeria. Fra questi abbiamo l'infuso di ortica, un preparato molto famoso ed utilizzato che si ottiene attraverso l'infusione in acqua delle foglie di ortica essiccate, per un tempo di circa 15 minuti. Il composto ottenuto va applicato sui capelli facendo un massaggio leggero e delicato per permetterne l'assorbimento. 

Altri rimedi per la perdita dei capelli stagionale sono gli impacchi a base di oli, come l'olio di semi di lino, l'olio di jojoba, l'olio di cocco, l'olio essenziale di timo e l'olio extravergine di oliva. Si applicano in genere prima dello shampoo per un periodo pari a 20 minuti circa. Successivamente si risciacqua in acqua possibilmente fredda e si procede con il normale lavaggio dei capelli.

 

 

Per l'alopecia androgenetica vi sono dei rimedi naturali che potenziano l'effetto dei farmaci più comunemente usati, come minoxidil e finasteride. Fra queste strategie naturali vi sono prodotti ed impacchi a base di piante e vegetali, come il palmetto seghettato, il Pigeo africano e i semi di zucca.

Contro l'alopecia areata si usano spesso rimedi naturali a base di erbe, sotto forma di preparati fitoterapici. Fra questi vi sono quelli a base di Pigeo africano e di Serenoa repens.

Altro rimedio naturale proposto per la caduta dei capelli è l'aromaterapia, realizzata usando oli essenziali di piante come lavanda, rosmarino, timo, tulsi e altre. Per prepararla, si mescolano alcune gocce di uno di questi oli con un altro definito olio carrier, come l'olio di cocco o di noci, e si fa inalare il tutto al soggetto interessato.  

Altro rimedio naturale è il massaggio della cute che favorisce la circolazione sanguigna in seguito alla sua stimolazione. Vi sono in vendita alcuni dispositivi per realizzare questo massaggio, che aiutano nel fare massaggi circolari alla cute. 

I rimedi naturali funzionano?

In generale, ciò che è sempre bene fare è indagare sulla causa della perdita dei capelli e chiedere, laddove necessario, l'aiuto di un professionista che sappia indicare un eventuale farmaco o intervento necessario a risolvere o arginare il problema. 

Vi sono, però, dei rimedi naturali per la caduta dei capelli che possono essere utili per arrestarla o promuoverne la crescita. 

Uno dei rimedi naturali migliori è sicuramente quello che passa attraverso l'alimentazione, che deve essere completa di tutti i minerali, vitamine e proteine utili a promuovere la salute dei capelli. L'uso di integratori per la caduta dei capelli è spesso, però inutile, a meno di diete che escludano intere categorie di alimenti, come nel caso della dieta vegana

Per quanto riguarda i rimedi naturali per la perdita stagionale dei capelli non permettono di evitarla, ma accorciano il periodo di tempo in cui si ha la caduta, facendo così in modo che essa termini prima. 

In caso di caduta psicogena dei capelli è necessario rimuovere la causa scatenante, agendo quindi sulla psiche dell'individuo colpito. I rimedi naturali, così come quelli farmaceutici, sono in questi casi inutili e non eliminano il problema. Lo stesso si può dire per i rimedi naturali contro l'alopecia androgenetica e per quella areata: in quest'ultimo caso vi sono dei fitoterapici che possono aiutare a potenziare l'efficacia del farmaco, ma non sono in grado di arrestare la perdita dei capelli se usati come unica terapia. 

Tra i rimedi naturali per far ricrescere i capelli caduti troviamo l'aromaterapia, proposta da uno studio scientifico del 2011. Sempre lo stesso studio proponeva come possibile rimedio per la caduta dei capelli la stimolazione della circolazione nel cuoio capelluto. Sono, però necessarie ulteriori ricerche in merito per determinare l'effettiva efficacia di questi due metodi. Essi presentano il vantaggio di un basso costo e una grande compliance da parte del paziente. Al contrario, però, in particolare l'aromaterapia ha determinato alcune reazioni allergiche dovute agli oli essenziali utilizzati. Uno studio del 2016 ha valutato l'effetto del massaggio della cute sui capelli di alcuni soggetti maschi, arrivando alla conclusione che questo tipo di trattamento aiuta a incrementare la forza e lo spessore dei capelli, in seguito alla stimolazione delle cellule del tessuto sottocutaneo della cute. 

La perdita dei capelli non è sempre sintomo di uno stato di malattia di tutto l'organismo, ma può essere comunque causa scatenante di problemi a livello psicologico. In ogni caso, se la caduta dei capelli è eccessiva, è sempre necessario chiedere il parere di un medico, che indirizzerà verso uno specialista appropriato per l'indicazione della soluzione e cura più adatta a quel caso specifico. 

Prevenire la caduta dei capelli

Per prevenire la caduta dei capelli è necessario agire su alcune cause di questo fenomeno. Bisogna quindi seguire un'alimentazione sana e corretta, completa di tutti i macro- e micro-nutrienti, ed evitare lo stress eccessivo. 

Non vi sono rimedi naturali per far ricrescere i capelli caduti, ma alcuni metodi di prevenzione possono fare in modo di aumentarne la crescita. Fra questi abbiamo, innanzitutto, quello di non usare accessori per capelli che potrebbero determinarne la rottura come elastici e fermagli troppo stretti. Anche l'uso di piastre e ferri per capelli possono danneggiarli, così come anche quello di prodotti chimici come gli stiranti, decoloranti e tinture non delicate. 

In generale, è sempre bene evitare di stressare i capelli con prodotti e accessori aggressivi, ricordando che in ogni caso la caduta dei capelli è normale ed inevitabile con l'avanzare degli anni. 

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Salute


Talassoterapia: promettente terapia ancora da confermare

La talassoterapia è un'insieme di terapie che usano il mare, il suo clima e i suoi prodotti per ricavarne un effetto terapeutico. L'azione positiva resta però ancora da confermare.


Naturopatia: l'unione di tecniche dall'efficacia non dimostrata

La naturopatia è una medicina che usa tecniche di altre medicine alternative e che propone un ritorno alla connessione con la natura. La sua efficacia non è però dimostrata.


Aromaterapia: la terapia degli oli essenziali dai dubbi effetti reali

L'aromaterapia ha origini antiche e si basa sull'uso degli oli essenziali per la cura delle patologie. I suoi effetti, però, non sono ancora accertati scientificamente.


Medicina alternativa o complementare

La medicina alternativa comprende una tipologia variegata di discipline che si basano su terapie la cui efficacia non sempre viene dimostrata con metodo scientifico.

 


Chiropratica: che cos'è, controindicazioni e applicazioni

La chiropratica è una disciplina usata per la terapia del dolore ma non solo, che si basa sulle manipolazione a livello della colonna vertebrale.


Osteopatia: è efficace?

L'Osteopatia è una medicina complementare che si basa sulle manipolazioni per giungere ad una guarigione. Risulta ancora oggi difficile capire se l'efficacia sia reale o meno.


Omotossicologia: un derivato placebo dell'Omeopatia

L'Omotossicologia nasce dall'Omeopatia di cui usa gli stessi principi, ampliandone la farmacopea e usando alcuni principi della medicina convenzionale.


Medicina tradizionale cinese: una lunga tradizione senza conferme scientifiche

La medicina tradizionale cinese ha una lunga tradizione millenaria alle spalle e ha basi filosofiche con diversi tipi di cure, non ancora però confermate scientificamente.