Uva fragola: caratteristiche e proprietà dell’uva dei climi freddi

L'uva fragola è una varietà di uva sia da tavola che da vino, usata per la produzione del noto "Fragolino" o "Clinto", ma anche di altri distillati. La coltivazione e la commercializzazione dell'uva fragola è oggetto di regolamentazione da parte delle leggi italiane ed europee. 

 

 

Questa varietà di uva è comunque molto amata per il suo sapore dolce e il profumo particolare, difficile da confondere. Vale la pena, quindi, andare a vedere quali siano le suo caratteristiche e proprietà.

Storia e legislazione sull'uva fragola: è illegale?

L'uva fragola venne importata dall'America all'Europa nei primi decenni dell'Ottocento e si diffuse prima in Francia e poi nel resto dell'Europa. In Italia cresce soprattutto nelle regioni del nord, preferendo quindi le regioni alpine e fredde. Infatti, l'uva fragola è molto resistente ai climi freddi, ma anche all'azione dei parassiti come la fillossera e lo oidio. Quest'ultima proprietà la rese artefice, insieme ad altre varietà di viti resistenti ai parassiti, come il Clinto, di un'epidemia di fillossera tra i vitigni, che portò al danneggiamento delle colture e, di conseguenza, alla necessità di legiferare in merito alla coltivazione delle viti ibride.

 

 

Dall'uva fragola iniziò, poi, ad essere prodotto il Fragolino, vino molto famoso e apprezzato. Nel 1931, però, proprio per garantire la salvaguardia delle colture di viti nostrane, fu emanata una legge nel territorio italiano che vietava la vendita del Fragolino su tutto il territorio nazionale.

Successivamente, ulteriori leggi in materia hanno consentito la coltivazione dell'uva fragola nel territorio italiano, ma solo a scopo di produzione di uva da tavola e per la produzione del Fragolino ad uso familiare e non di vendita. Sono invece consentiti i distillati da uva fragola, che possono essere prodotti e venduti. La legge, però, prevede determinati limiti di quantità di territorio coltivato ad uva fragola, al di fuori dei quali è obbligatorio estirpare la pianta. 

Oggi la legislazione attuale vieta la commercializzazione di fermentati diversi da quelli ricavati dalla Vitis vinifera con il nome di "vino". La legislazione in materia non è però molto chiara in quanto si sono susseguite diverse leggi in materia, spesso contraddicendosi fra loro. Alcune consentono la commercializzazione del Fragolino senza però la dicitura "vino", altre leggi rendono del tutto vietata non l'uva fragola in sé, ma la vendita del Fragolino, permettendo di fatto solo la produzione per scopo familiare e non di vendita. Trovare così in vendita il Fragolino in Italia non è così semplice, ma diventa più diffuso in quelle regioni in cui la Vitis vinifera ha difficoltà a crescere in modo corretto e produttivo. 

Dove comprare quindi l'uva fragola e il Fragolino? Semplicemente al di fuori dell'Unione Europea, oppure nella regione austriaca del Burgerland, in cui la sua commercializzazione è consentita in virtù di motivazioni socioculturali proprie del luogo. 

Caratteristiche e proprietà benefiche dell'uva fragola

 

 

L'uva fragola deve il suo nome proprio alle sue caratteristiche, soprattutto a quelle organolettiche. Il frutto delle viti di uva fragola, infatti, hanno un profumo che ricorda a molte persone quello della fragola vera e propria, ed è in ogni caso intenso e penetrante, aroma che gli esperti definiscono "volpino". Il sapore degli acini è sempre dolce e privo dell'aroma tipico del moscato

Le piante di uva fragola hanno delle foglie grandi e dai colori opachi, con una leggera peluria e dei grappoli con tipici acini molto vicini fra loro e di grandezza media. La lunghezza dei tralci delle viti di uva fragola può arrivare anche ai 5 metri e sono molto robusti. I vitigni sono molto belli da vedere con i colori dei tralci tendenti al rosso e le foglie ampie di un verde brillante, caratteristiche che le rendono idonee anche all'uso ornamentale per pergolati e muri. 

La fioritura dell'uva fragola avviene nel mese di maggio ma i fiori non sono molto grandi e visibili. La raccolta dei frutti avviene invece verso la fine di settembre e i primi giorni di ottobre. 

L'uva fragola esiste, in realtà, in diverse varietà, tutte derivanti dalla Vitis labrusca, fra cui la più conosciuta è quella chiamata "Isabella", da cui si ricava in prevalenza il Fragolino. Questa varietà produce un'uva nera con acini grandi e molto dolci, dal sapore però meno intenso rispetto a quello di altre varietà. Inoltre, la produzione dei frutti da parte delle piante di uva fragola Isabella è inferiore rispetto a quella di altre varietà. 

Altre varietà dell'uva fragola sono quella "fraga", i cui frutti hanno un colore scuro e acini più grandi di altre varietà, e l'uva fragola bianca che ha, invece, acini chiari e più piccoli delle altre tipologie. Altra varietà è l'uva fragola precoce, spesso usata come uva da tavola perchè produce un grappolo con poche imperfezioni dal punto di vista estetico e un profumo molto intenso. Abbiamo poi anche l'uva fragola bianca precoce, che si raccoglie da agosto a settembre, quindi in anticipo rispetto ad altre varietà di uva. 

Dal punto di vista nutrizionale, le varietà di uva fragola hanno un contenuto di zuccheri equivalente fra loro, circa 16 g ogni 100 g di alimento, con circa 70 kcal ogni 100 g di prodotto. Il loro contenuto di zuccheri le rende comunque un alimento da bilanciare e limitare nelle diete ipocaloriche e in quelle a basso contenuto glucidico. L'apporto proteico e lipidico è irrilevante, ma le proprietà nutrizionali più importanti riguardano il contenuto di vitamine e minerali, dato che l'uva fragola ha una buona quantità di potassio, ferro, fosforo, calcio e magnesio. Fra le vitamine quelle più rappresentate sono la vitamina A, la vitamina C e quelle del gruppo B. Inoltre, come anche nell'uva comune, la buccia è ricca di polifenoli, come resveratrolo e flavonoidi, importanti per il loro effetto antiossidante

Vantaggi dell'uso dell'uva fragola

L'uva fragola ha diversi vantaggi dal punto di vista produttivo rispetto alla vite europea comune, ossia alla Vitis vinifera. Oltre ad un miglior adattamento ai climi freddi, è resistente ai parassiti, proprietà importante perchè azzera l'uso di pesticidi in questo tipo di pianta e, quindi, annulla la presenza di residui di fitofarmaci nei frutti derivanti. 

Inoltre, la coltivazione stessa dell'uva fragola è abbastanza semplice in quanto la sua propagazione avviene a talea, senza necessità di pratiche complicate come l'innesto. La sua coltivazione può quindi essere eseguita anche da persone poco esperte in materia e con costi davvero contenuti. Non necessitano, inoltre, di concime in quanto cresce e si propaga molto bene anche senza.

La potatura dell'uva fragola è uno dei processi più importanti per la sua coltivazione, e necessita di cura ed attenzione perchè rinvigorisce la pianta e ne incrementa lo sviluppo. La potatura si fa in estate e può essere fatta con successo anche da chi è poco esperto di giardinaggio. Nel periodo estivo potare l'uva fragola è più semplice perchè saranno ben visibili i punti e i rami da tagliare. 

La resistenza ai climi freddi la rende ideale anche come pianta da ornamento, quando ad esempio devono essere creati dei pergolati in posizioni poco favorevoli dal punto di vista climatico. 

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Alimentazione


Frutta esotica: elenco completo e come sceglierla

Colorata, dalle forme strane e con un gusto molto gradito, la frutta esotica esiste di moltissime tipologie, alcune delle quali crescono anche in Italia.


Migliori diete del 2020: la classifica americana

La classifica delle migliori diete del 2020 è stata stilata da un portale americano di informazione, servendosi del supporto di esperti del settore salute.


Glifosato nel grano: tra bufale ed accordi internazionali

Il glifosato nel grano, specie in quello canadese, è stato oggetto di diversi dossier che si sono rivelati poi delle bufale.


Glifosato negli alimenti: dove si trova e come evitarlo

Il glifosato è un erbicida usato in agricoltura che potrebbe causare il cancro nell'uomo: ecco in quali alimenti si trova e come evitarlo.

 


Clinto: storia e caratteristiche del vino proibito

Il Clinto non appartiene alla specie solitamente usata per la produzione del vino comune. La sua diffusione è ostacolata da leggi italiane ed europee.


Uva fragola: caratteristiche e proprietà dell’uva dei climi freddi

L’uva fragola ha sapore e profumo molto particolari ma la legislazione italiana ne impedisce la diffusione, specie del vino da essa derivato: il Fragolino.


Coppiette di maiale romane: storia e come si mangiano oggi

Le coppiette di maiale romane sono un’antica ricetta romana diffusasi poi oggi in tutta Italia. Nascono per l’esigenza di conservare la carne.


Dieta nordica o dei Vichinghi: la sfida alla dieta Mediterranea

La dieta nordica è molto simile a quella mediterranea e si basa sul minor consumo di alimenti animali, privilegiando quelli vegetali e locali.