Prugne o susine

Le prugne sono il frutto dell'albero del Prunus, un arbusto appartenente alla famiglia delle Rosacee.

Sono frutti oblunghi o tondi, con polpa e buccia di colore giallo o rosso-violaceo, ricoperta da una sostanza cerosa, chiamata pruina. Il nocciolo è allungato e appuntito.

 

 

Le prugne sono disponibili fresche (in estate), secche o sciroppate. Sono utilizzate anche per produrre liquori, famosa la grappa alla prugna, soprattutto in Alto Adige dove viene servita con una prugna secca all'interno del bicchiere.

Le prugne secche si utilizzano anche in cucina, per preparare piatti a base di carne, soprattutto di maiale.

Varietà di prugne

Prugne

Le specie più conosciute sono il Prunus instititia, il Prunus salicina e la specie di gran lunga più diffusa in Italia, il Prunus domestica.

Quest'ultima si divide in diverse varietà:

  • Rusticana, che produce prugne piccole e di colore giallo o rosso, chiamate anche rusticani;
  • Florentia, che produce prugne sferiche o a forma di cuore, di colore giallo venato di rosso, con buccia acidula e polpa molto dolce e succosa;
  • San Pietro, ovoidale, di colore giallo-verde, che è tra le prime a maturare;
  • Ruth Gastetter, con buccia viola scura e polpa giallo - verdastra e succosa;
  • Shiro o goccia d'oro, che prende il nome dall'aspetto dei suoi frutti, di colore giallo translucido, che maturano a luglio;
  • Regina Claudia, sferica, verde e tendente al giallo a maturazione;
  • Santa Rosa, prugne grosse e sferiche con buccia di colore rosso scuro e polpa giallo-rosata;
  • Burbank, prugne grosse con buccia rosso scuro e polpa gialla;
  • Sugar, con polpa molto dolce, adatta all'essiccamento;
  • Stanley, frutti grossi e ovoidali di colore viola scuro, ottimi anche essiccati.

Qualità nutrizionali delle prugne

 

 

Le prugne sono un frutto mediamente calorico, hanno dalle 40 alle 80 calorie per 100 g a seconda delle varietà. In Francia un produttore vende delle prugne della varietà "reine Claude" (regina Claudia) con una percentuale di zucchero garantita del 18%! Questo significa che hanno almeno 70 kcal/hg!

Le prugne hanno effetto lassativo, soprattutto se consumate a digiuno o prima dei pasti. Hanno un indice di sazietà medio, non bisogna quindi mangiarne indiscriminatamente poiché si rischia di esagerare con le calorie.

Valori nutrizionali prugne gialle

Valori nutrizionali prugne rosse

Valori nutrizionali prugne secche

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Alimentazione


Cassis o ribes nero

Il cassis o il ribes nero, lo sciroppo di cassis per preparare il kir, l'aperitivo tipico francese.


Pesce rossetto (e bianchetti)

Il pesce rossetto (Aphia minuta): le caratteristiche, la pesca, gli usi in cucina e le differenze con i bianchetti e il pesce ghiaccio.


6 regole per rinforzare il sistema immunitario

Il sistema immunitario è un vero e proprio apparato difensivo che protegge il nostro organismo dagli attacchi di diverse sostanze estranee.


Luccio

Il luccio: pesce di acqua dolce. La pesca, la preparazione, le ricette, le curiosità.

 


Datteri di mare

I datteri di mare sono molluschi simili alle cozze di cui la pesca in Italia è vietata dal 1998.


Tenerezza della carne bovina

I tagli di carne più tenera: la tenerezza delle carni bovine secondo uno studio scientifico che valuta la qualità dei vari muscoli dei bovini.


Fico d'India

Fico d'India, tipico del Meridione, è il frutto di una particolare tipologia di cactus.


Pesticidi nella frutta e verdura: tossicità, come eliminarli

I pesticidi nella frutta e verdura sono stati riscontrati a livelli inferiori ai limiti di legge, ma alcuni accorgimenti possono ridurne la presenza nella dieta.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.