Abelmosco o gombo

L'abelmosco (Abelmoschus moschatus) è una pianta erbacea della famiglia delle Malvacee che cresce spontaneamente in India ed è diffusa anche in tutto il Medio Oriente e il Sud Est asiatico (Egitto, Giava...).

 

 

Oltre che abelmosco viene chiamato in tanti altri modi: gombo, okra, bamia, dito di donna.

Dell'abelmosco si consuma il frutto che è un baccello verde lungo dai 6 ai 20 cm dalla forma che ricorda vagamente quella del fiore di zucca ancora chiuso, anche se più appuntita nel finale.

All'interno dell'abelmosco ci sono tanti piccoli semi di colore chiaro (giallo-verdastri) e striati, che ricordano quelli del peperoncino. La polpa è chiara, di consistenza viscosa.

Il suo sapore è dolce e floreale, e il suo profumo ricorda quello del muschio, difatti proprio per questa sua caratteristica peculiare il suo nome latino è moschatus.

Usi dell'abelmosco in cucina e in profumeria

Abelmosco

Il miglior modo per consumare il gombo è quello di mangiarlo fresco, crudo, ancora acerbo, come un qualsiasi frutto, eppure nella cucina indiana e araba trova impiego anche cotto, oppure viene usato per produrre acquaviti e liquori.

Quando viene cotto, l'abelmosco, dal sapore delicatissimo, tende ad assumere il gusto degli ingredienti con i quali viene combinato, solitamente viene cucinato in umido con cipolle, pomodoro e spezie.
Nei negozi di alimentari asiatici specializzati lo si trova spesso già cotto e confezionato in scatola.

 

 

Un altro modo di consumare il gombo è quello di aggiungere i suoi semi al caffè.

L'abelmosco trova largo impiego anche in profumeria, grazie al suo piacevole profumo muschiato, inoltre il fusto e le radici della pianta vengono utilizzate per produrre una fibra tessile (fibra di gombo) e i fiori, invece, per aromatizzare il tabacco.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Alimentazione


Dietidea: la dieta del riso Scotti del prof. Sorrentino

Dietidea è la nuova dieta del riso, ideata dal prof. Sorrentino in collaborazione con Scotti. Scopriamo i pro e i contro di questa dieta.


Come verificare l'attendibilità di uno studio scientifico?

L'attendibilità di uno studio scientifico si ha quando quest'ultimo rispetta diverse caratteristiche che rendono i risultati vicini alla verità.


Pollo da allevamento biologico

L'allevamento biologico del pollo, sia per la produzione di carne che per quella delle uova, richiede costi maggiori ma permette un prodotto di maggior qualità.


Polli allevati a terra o all'aperto: quali sono le differenze?

L'allevamento dei polli a terra o all'aperto presenta notevoli differenze, sia per quanto riguarda le modalità, sia per la salubrità degli alimenti prodotti.

 


Allevamento intensivo dei polli

L'allevamento intensivo dei polli è un metodo di produzione di carne e uova che nasconde diversi problemi, non solo per la salute degli animali, ma anche per quella umana.


Tenerezza della carne bovina

I tagli di carne più tenera: la tenerezza delle carni bovine secondo uno studio scientifico che valuta la qualità dei vari muscoli dei bovini.


Dieta volumetrica: dimagrire con la densità calorica

La dieta volumetrica si basa sul concetto promosso e utilizzato fin dall'inizio della mia attività nel campo dell'alimentazione, quello della densità calorica.


Il modello a calorie o sistema Atwater

Il modello a calorie è stato ideato da Atwater e colleghi che hanno studiato la quantità di energia fornita da carboidrati, proteine e grassi.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.