Acqua ricca di magnesio: quali bere e perchè

L'acqua ricca di magnesio, o acque magnesiache, si trova in commercio ed è una tipologia di acqua minerale con una concentrazione di magnesio superiore a 50 mg/l. Spesso la carenza di magnesio è nascosta e talvolta è necessario quindi realizzare un'integrazione, per cui può essere utile l'assunzione di acqua ricca di questo minerale. 

 

 

Vediamo quali sono le principali tipologie di acqua da bere ricca di magnesio e quando dovremmo usarle.

Perchè è utile l'acqua ricca di magnesio?

Il magnesio è un micronutriente essenziale per il nostro organismo, che non viene quindi sintetizzato a livello endogeno, ma che interviene in molti processi metabolici che coinvolgono diversi sistemi ed apparati del corpo. Esso è, infatti, cofattore di diversi enzimi cellulari ed è coinvolto nel funzionamento dei mitocondri e nella sintesi dell'ATP, ossia l'energia chimica del nostro corpo. Utile per il funzionamento del sistemo nervoso e per la contrazione muscolare, regola anche il tono dell'umore ed è importante per la funzionalità cardiaca. Inoltre, il magnesio partecipa anche nella composizione e nella struttura del tessuto osseo. Il magnesio è anche coinvolto nella stimolazione del sistema immunitario, dato che contribuisce ad attivare la vitamina D

 

 

La carenza di magnesio è correlata a diverse patologie e conseguenze per l'organismo, come stress, irritabilità, emicrania, ma anche malattie croniche come alcune forme tumorali e infiammatorie, oltre che asma e diabete di tipo 2. Inoltre, la carenza di magnesio si verifica spesso nella donna in menopausa, in cui i livelli di questo minerale possono diminuire in seguito alla riduzione dei livelli di estrogeni che sono fisiologici in questa fase della vita. 

I soggetti che possono avere più frequentemente una carenza di magnesio sono: le donne in gravidanza e allattamento, gli anziani, chi pratica un'attività sportiva intensa, chi assume farmaci specifici come i diuretici, chi fa diete povere di magnesio, in particolare con restrizioni di calorie e alimenti piuttosto marcate.

Altri soggetti che dovrebbero prestare attenzione all'assunzione del magnesio sono coloro che soffrono di disturbi dell'assorbimento intestinale o chi fa abuso di alcol e fumo di sigaretta. In tutte queste situazioni è bene controllare che l'assunzione di magnesio nella propria dieta sia adeguata, attraverso gli alimenti, ma anche con la scelta di acque ricche di magnesio, che possono aiutare nel raggiungimento della quota giornaliera di magnesio necessaria all'organismo.

In generale, le acque ricche di magnesio possono essere assunte quando si avvertono sintomi come: particolare stanchezza, sia fisica che mentale, irritabilità ma anche in seguito ad una sudorazione eccessiva. In quest'ultimo caso è bene scegliere una tipologia di acqua ricca di magnesio ma anche di potassio. Le acque ricche di magnesio possono essere utili, inoltre, in caso di dismenorrea, ossia ciclo mestruale particolarmente doloroso. 

 

 

Il magnesio è presente anche in molti alimenti, come vegetali a foglia verde, pesce, frutta a guscio, cereali. Anche l'acqua potabile da rubinetto è in genere una buona fonte di magnesio e ne contiene dai 4 ai 27,3 mg/l. Quelle minerali naturali ricche di magnesio sono in genere acque ricche di sali minerali, spesso effervescenti naturali, mentre quelle oligominerali hanno un contenuto di magnesio sempre al di sotto di 50 mg/l. 

Una volta assorbito a livello intestinale, il magnesio va a depositarsi nelle ossa, da cui poi si distribuisce in altri scompartimenti corporei per svolgere le sue azioni fisiologiche. 

Quando non usare l'acqua ricca di magnesio?

Le acque ricche di magnesio non hanno particolari controindicazioni né effetti collaterali, se non talvolta degli effetti lassativi dovuti ad un uso smodato ed esagerato. Per evitarlo è generalmente consigliata la richiesta di un parere del proprio medico, che saprà valutare se è necessario assumerle o meno e se ci sono controindicazioni particolari dovute alla propria storia clinica. 

Queste acque, però, potrebbero risultare dal sapore non gradito a tutti perchè lievemente amare proprio per il loro alto contenuto di magnesio.  

La controindicazioni principale nell'uso di questa tipologia di acqua è stata riscontrata da un'indagine di Altroconsumo. Secondo questo portale, infatti, il consumo di acqua addizionata di magnesio potrebbe distogliere l'attenzione dal consumo di alimenti che sono naturalmente ricchi di questo minerale. Inoltre, come nel caso della Levissima + di cui parleremo più avanti in questo articolo, il costo di queste acque è più elevato rispetto alla normale acqua minerale in bottiglia. 

Quali sono le acque minerali ricche di magnesio?

Vi sono delle acque minerali ricche di magnesio che aiutano a raggiungere il fabbisogno giornaliero di magnesio in tutte quelle situazioni in cui aumenta la sua perdita o si riduce la sua assunzione e assorbimento. Queste acque hanno un contenuto di questo minerale superiore i 50 mg/l e in commercio sono diverse le marche di acqua ricca di magnesio. 

Un esempio è la "Levissima +", che è in realtà una bevanda addizionata di minerali e aromatizzata. Oltre all'acqua minerale, la Levissima + è formata da aromi naturali, acido citrico e un minerale diverso a seconda del tipo di bevanda scelta. Abbiamo, infatti, diverse tipologie di Levissima+, fra cui la "Levissima + magnesio", che è addizionata di magnesio e ha un gusto di mela verde. La concentrazione del minerale in questa bevanda è di 100 mg/l. La quantità di assunzione consigliata di questa bevanda a livello giornaliero è pari a 600 ml, che contengono quindi 60 mg di magnesio.

Tra le acque naturalmente ricche di magnesio abbiamo invece l'acqua Rozana, di provenienza francese e con 160 mg/l di magnesio. Quest'acqua è effervescente naturale e può essere acquistata prevalentemente online. 

Altre acque magnesiache più comuni in Italia sono l'acqua San Pellegrino, con più di 50 mg/l di questo minerale, è estratta da una fonte molto conosciuta già dal 1200. L'imbottigliamento è iniziato, però, più tardi solo nel 1899 ma si classifica di certo come una delle acque minerali in bottiglia più antiche. Viene estratta in Val Brembana, nelle Alpi, e viene esportata in tutto il mondo. Questo tipo di acqua è ricca di sali minerali ed è naturalmente frizzante. 

Altra acqua magnesiaca è quella Gaudinello, acqua medio-minerale estratta nella fonte di Rionero in Vulture. Tra le marche di acqua ricca di magnesio abbiamo anche l'acqua "Fonte Essenziale", la cui fonte è nelle terme di Boario. Quest'acqua è classificata come ricca di sali minerali, magnesio compreso, ma è povera di sodio, per cui indicata anche nelle diete contro l'ipertensione

L'acqua "San Martino", estratta in Sardegna e precisamente a Codrongianos, in provincia di Sassari, è minerale, effervescente naturale e ricca di sali minerali, fra cui sodio e magnesio. Anche in questo caso si tratta di una fonte di acqua scoperta molti secoli fa e iniziata ad imbottigliare nel 1902. 

Tra le acque oligominerali quella più ricca di magnesio è la "Vitasnella", che apporta 34 mg/l di magnesio e non è quindi catalogata come acqua magnesiaca. Le altre acque oligominerali in commercio hanno valori di magnesio ancora inferiori. 

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Alimentazione

Vitamine del gruppo B: in quali alimenti si trovano e quando integrarle

Tra i componenti più importanti rientrano le vitamine del gruppo B: vediamo in quali alimenti si trovano e quando integrarle.

Alimenti ricchi di vitamina B12 per una dieta equilibrata

La B12 è una vitamina che insieme a tiamina, riboflavina, niacina, acido pantotenico, piridossina, biotina e acido folico fa parte delle vitamine del gruppo B.

5 alimenti che supportano il sistema immunitario

Per contrastare la comparsa dei malanni di stagione, è fondamentale aiutare il sistema immunitario debole attraverso uno stile di vita più sano, l'assunzione di integratori e un'alimentazione equilibrata.

Alla scoperta del pangasio: perché fa bene e come usarlo in cucina

Il pangasio è un pesce che a oggi non è particolarmente conosciuto, tuttavia si sta sempre più ritagliando un ruolo di spicco sulle tavole di molte famiglie italiane.

 

Nutrizione Autunnale: Consigli per una Dieta Equilibrata

Con l’arrivo dell’autunno è normale avere voglia di cibi più calorici per contrastare l’abbassamento delle temperature, nonché rinforzare l’organismo per evitare i malanni di stagione.

I fichi fanno ingrassare?

I fichi non hanno 50 kcal/hg come riportato in molti siti: ne hanno molte di più, e per questo non possono essere consumati in grande quantità.

Fichi

I fichi e il fico, le varietà, la stagionalità, i fichi secchi, canditi o caramellati.

L'olio extravergine di oliva nutraceutico: cos’è e dove trovarlo

Recentemente si è sentito molto parlare delle proprietà nutraceutiche dell’olio di oliva: scopriamo cosa significa e dove trovare l'olio nutraceutico.