Riso alla cantonese

Guarda il video >>

Il riso alla cantonese è un piatto tipico della cucina cinese, o meglio della cucina cantonese.

 

 

Infatti in Cina convivono cinque cucine regionali diverse. Quella cantonese è la cucina più conosciuta in Europa perché è quella che viene proposta nei ristoranti cinesi che conosciamo.

Fa parte dei piatti a base di riso saltato nel wok, o riso fritto (fried rice in inglese), un piatto molto diffuso in tutta l'Asia e anche in Africa, che ha fatto il giro del mondo e viene proposto in moltissimi fast food etnici in Europa e soprattutto in America.

Il riso saltato nasce come ricetta di recupero per utilizzare il riso freddo del pasto precedente o del giorno prima, condito con gli ingredienti a disposizione.

Il riso alla cantonese come lo conosciamo è un riso saltato nel wok, condito con cipolla, piselli, prosciutto cotto e frittata, e insaporito con salsa di soia.

La presenza della salsa di soia non è invadente e gli altri ingredienti sono tipicamente occidentali, dunque il gusto del riso alla cantonese è accettato anche da chi non ama i piatti della cucina orientale o dal gusto orientaleggiante.

 

 

La presenza di prosciutto cotto tradisce il fatto che la ricetta che conosciamo è stata in realtà occidentalizzata, perché il prosciutto cotto non è senz'altro un ingrediente tipico cinese! Molto probabilmente in Cina viene utilizzata carne di maiale e non il prosciutto e altrettanto probabilmente avrà un sapore molto diverso.

La presenza della frittata non è una peculiarità del riso alla cantonese, è presente per esempio nel piatto simbolo della cucina tailandese, il paad thai.

Sì o no?

Il riso alla cantonese in genere è piuttosto calorico, basta guardare le ricette che si trovano in rete, che contengono circa 15 g di olio a testa, più un uovo, il prosciutto cotto, e le verdure non sono presenti in grandi quantità. Tuttavia essendo un piatto che contiene verdure è facilmente modificabile rendendolo un piatto Sì da concedersi quando si vuole (anche durante una dieta!).

La ricetta del riso alla cantonese

Cucinare il riso alla cantonese non è così semplice come potrebbe sembrare: occorre cuocere molto bene la frittata, affinché vengano sprigionati gli aromi tipici dell'uovo fritto, e bisogna cuocere bene le verdure, perché restino croccanti ma non crude. Il riso andrebbe preparato prima e fatto raffreddare altrimenti i chicchi potrebbero incollarsi tra loro e sarebbe difficile saltarlo in padella a causa della eccessiva umidità.

Riso alla cantonese

Di seguito propongo la versione super classica, con prosciutto cotto e piselli, tuttavia personalmente preferisco utilizzare la pancetta, più facile da reperire senza conservanti nocivi (nitriti, E250...). E sinceramente non sono un amante del prosciutto cotto, un prodotto troppo industriale, quando mi capita mangio molto volentieri una spalla cotta di San Secondo. Comunque per un consumo sporadico, si può tranquillamente utilizzare il prosciutto cotto senza particolari rischi per la salute, basta non mangiare riso alla cantonese due volte a settimana...

 

 

Esiste anche una variante con i gamberetti, in sostituzione del prosciutto cotto.

Autore:

Tempo di preparazione:

Tempo di cottura:

Tempo totale:

Ingredienti per 4 persone

  • 300 g di riso basmati o thai
  • 200 g di prosciutto cotto
  • 250 g di piselli freschi o surgelati
  • 4 cucchiai di olio di arachide
  • 4 uova intere
  • 4 cucchiai di salsa di soia

Preparazione

Bollire i piselli in acqua o brodo vegetale per 10 minuti circa, finché non sono cotti, ma ancora belli croccanti.

Cuocere il riso basmati in 600 g di acqua bollente, coprire, cuocere a fuoco basso circa 8-10 minuti finché l'acqua non è stata assorbita, spegnere, mettere in un piatto e far raffreddare completamente.

Scaldare l'olio di arachide in una padella (o wok), friggerlo per un paio di minuti a fuoco alto, ridurlo a pezzetti con l'aiuto di un cucchiaio di legno. Aggiungere i piselli e il prosciutto cotto, quindi il riso e la salsa di soia e far insaporire bene il tutto, mescolando col cucchiaio di legno. Quando il riso è ben asciutto, servire.

Densità calorica: 130 kcal/hg

Informazioni nutrizionali per porzione

 

Energia

451 kcal - 1885 KJoule

 

Proteine ad alto VB 

13 g

Proteine

19 g - 17%

Carboidrati

69 g - 60%

Grassi

12 g - 23%

di cui

 

saturi

4.1 g

monoinsaturi

7.3 g

polinsaturi

1.9 g

Fibre

5 g

Colesterolo

181 mg

Sodio

355 mg

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Cucina


Tiramisù con crema mascarpone

Tiramisù con crema mascarpone: la versione moderna del dolce di origine veneta, quella senza zabaione che troviamo ormai nella stragrande maggioranza dei locali.


Il tiramisù

Il tiramisù: di origine veneta, è uno dei dolci più diffusi in Italia, fatto con zabaione, mascarpone e savoiardi inzuppati nel caffè.


Torta tenerina

La torta tenerina o montenegrina: uno dei dolci senza lievito che piacciono tanto in questi ultimi tempi, un vero tripudio di cioccolato!


Tarte Tatin: origine e ricetta alle albicocche

La Tarte Tatin di albicocche è una variante delle famosa torta di mele di origine francese.

 


Tartare di carne di manzo

La tartare di carne, o tartara o battuta, è una ricetta a base di carne di manzo cruda, che attualmente conosce una grande diffusione.


Tamales, ricetta dall'America Latina

I tamales: i panini sudamericani fatti con la masa (la pasta di mais) e avvolti in foglie di platano o di pannocchia.


Tamago o tamagoyaki

Il tamago giapponese: strati di omelette arrotolate su loro stesse da mangiare in tutte le occasioni.


Tajine di pollo (ricetta marocchina)

Il tajine di pollo: una ricetta tipica marocchina che prende il nome dal contenitore nel quale viene cotta.