Riso alla cantonese

Guarda il video >>

Il riso alla cantonese è un piatto tipico della cucina cinese, o meglio della cucina cantonese.

 

 

Infatti in Cina convivono cinque cucine regionali diverse. Quella cantonese è la cucina più conosciuta in Europa perché è quella che viene proposta nei ristoranti cinesi che conosciamo.

Fa parte dei piatti a base di riso saltato nel wok, o riso fritto (fried rice in inglese), un piatto molto diffuso in tutta l'Asia e anche in Africa, che ha fatto il giro del mondo e viene proposto in moltissimi fast food etnici in Europa e soprattutto in America.

Il riso saltato nasce come ricetta di recupero per utilizzare il riso freddo del pasto precedente o del giorno prima, condito con gli ingredienti a disposizione.

Il riso alla cantonese come lo conosciamo è un riso saltato nel wok, condito con cipolla, piselli, prosciutto cotto e frittata, e insaporito con salsa di soia.

La presenza della salsa di soia non è invadente e gli altri ingredienti sono tipicamente occidentali, dunque il gusto del riso alla cantonese è accettato anche da chi non ama i piatti della cucina orientale o dal gusto orientaleggiante.

 

 

La presenza di prosciutto cotto tradisce il fatto che la ricetta che conosciamo è stata in realtà occidentalizzata, perché il prosciutto cotto non è senz'altro un ingrediente tipico cinese! Molto probabilmente in Cina viene utilizzata carne di maiale e non il prosciutto e altrettanto probabilmente avrà un sapore molto diverso.

La presenza della frittata non è una peculiarità del riso alla cantonese, è presente per esempio nel piatto simbolo della cucina tailandese, il paad thai.

Sì o no?

Il riso alla cantonese in genere è piuttosto calorico, basta guardare le ricette che si trovano in rete, che contengono circa 15 g di olio a testa, più un uovo, il prosciutto cotto, e le verdure non sono presenti in grandi quantità. Tuttavia essendo un piatto che contiene verdure è facilmente modificabile rendendolo un piatto Sì da concedersi quando si vuole (anche durante una dieta!).

La ricetta del riso alla cantonese

Cucinare il riso alla cantonese non è così semplice come potrebbe sembrare: occorre cuocere molto bene la frittata, affinché vengano sprigionati gli aromi tipici dell'uovo fritto, e bisogna cuocere bene le verdure, perché restino croccanti ma non crude. Il riso andrebbe preparato prima e fatto raffreddare altrimenti i chicchi potrebbero incollarsi tra loro e sarebbe difficile saltarlo in padella a causa della eccessiva umidità.

Riso alla cantonese

Di seguito propongo la versione super classica, con prosciutto cotto e piselli, tuttavia personalmente preferisco utilizzare la pancetta, più facile da reperire senza conservanti nocivi (nitriti, E250...). E sinceramente non sono un amante del prosciutto cotto, un prodotto troppo industriale, quando mi capita mangio molto volentieri una spalla cotta di San Secondo. Comunque per un consumo sporadico, si può tranquillamente utilizzare il prosciutto cotto senza particolari rischi per la salute, basta non mangiare riso alla cantonese due volte a settimana...

 

 

Esiste anche una variante con i gamberetti, in sostituzione del prosciutto cotto.

Autore:

Tempo di preparazione:

Tempo di cottura:

Tempo totale:

Ingredienti per 4 persone

  • 300 g di riso basmati o thai
  • 200 g di prosciutto cotto
  • 250 g di piselli freschi o surgelati
  • 4 cucchiai di olio di arachide
  • 4 uova intere
  • 4 cucchiai di salsa di soia

Preparazione

Bollire i piselli in acqua o brodo vegetale per 10 minuti circa, finché non sono cotti, ma ancora belli croccanti.

Cuocere il riso basmati in 600 g di acqua bollente, coprire, cuocere a fuoco basso circa 8-10 minuti finché l'acqua non è stata assorbita, spegnere, mettere in un piatto e far raffreddare completamente.

Scaldare l'olio di arachide in una padella (o wok), friggerlo per un paio di minuti a fuoco alto, ridurlo a pezzetti con l'aiuto di un cucchiaio di legno. Aggiungere i piselli e il prosciutto cotto, quindi il riso e la salsa di soia e far insaporire bene il tutto, mescolando col cucchiaio di legno. Quando il riso è ben asciutto, servire.

Densità calorica: 130 kcal/hg

Informazioni nutrizionali per porzione

 

Energia

451 kcal - 1885 KJoule

 

Proteine ad alto VB 

13 g

Proteine

19 g - 17%

Carboidrati

69 g - 60%

Grassi

12 g - 23%

di cui

 

saturi

4.1 g

monoinsaturi

7.3 g

polinsaturi

1.9 g

Fibre

5 g

Colesterolo

181 mg

Sodio

355 mg

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Cucina

Polpette di tonno e patate al forno

Cerchi una ricetta per far mangiare il pesce in modo divertente ai propri figli? Una soluzione potrebbe essere rappresentata dalle polpette di tonno e patate al forno.

Torta di mele light: può un cibo essere dietetico?

Spesso i dolci sono spesso banditi dalle diete, anche se in realtà è possibile preparare torte leggere e non eccessivamente caloriche.

Torta tenerina: la ricetta originale

La torta tenerina è forse uno dei dolci più diffusi e preparati in Italia: semplicissimo da preparare e adatto anche a chi è alle prime armi.

Guacamole allo zenzero con mele e gamberi

Guacamole allo zenzero con mele e gamberi: una variante sfiziosa della salsa di origine messicana, per stupire i vostri ospiti.

 

Vellutata di castagne, quenelles di zucca e gamberi rossi lardellati

La vellutata di castagne, quenelles di zucca e gamberi rossi lardellati è una ricetta un po' elaborata, ma che non richiede particolari abilità e di sicuro stupirà i vostri ospiti.

Gnocchi di spinaci con porri e fonduta di parmigiano

Gli gnocchi di spinaci sono una variante degli gnocchi tradizionali, scopriamoli in abbinamento a un letto di porri e alla fonduta di parmigiano.

Crostata meringata al limone e zenzero

La crostata meringata al limone e zenzero è una variante molto interessante del classico dolce di origine anglosassone.

Involtini di sgombro ripieni di patate e uvetta

Gli involtini di sgombro ripieni di patate e uvetta sono una ricetta sfiziosa, non troppo complicata da realizzare, economica, salutare, e dall'impatto visivo molto interessante.