Risotto ai carciofi

Chi ama il sapore terrigno e amarognolo dei carciofi non può non amare il risotto ai carciofi, un classico primo piatto della cucina italiana. Finchè i carciofi sono di stagione (inverno-primavera) vale la pena preparare in casa questo risotto appetitoso, altrimenti si possono usare i cuori di carciofo surgelati, perdendo, però, un po' di sapore.

 

 

Il carciofo ha un gusto molto intenso e deciso, talmente peculiare per cui, a mio parere, non va confuso né mascherato con altri ingredienti, anche se c'è chi aggiunge alla preparazione pancetta o speck e c'è anche chi dà un tocco aromatico in più con scorze di limone o zenzero grattugiati. 

Nella nostra ricetta del risotto ai carciofi, al massimo, usiamo delle erbe aromatiche, l'immancabile prezzemolo fresco da aggiungere a fine cottura o, volendo, del timo o della menta per una versione più fresca. Una spolverata di pepe nero macinata al momento non guasta e per il resto si segue la preparazione classica di tutti i risotti: un soffritto di cipolla, un riso di buona qualità come il Carnaroli che mantiene a lungo la cottura, brodo vegetale caldo, burro e  Parmigiano Reggiano grattugiato (o Grana Padano, o pecorino romano).

 

 

Per di più che il risotto ai carciofi ha un vantaggio: al momento di preparare il brodo vegetale per la cottura del riso, si possono aggiungere le foglie di carciofo più esterne, quelle più dure, che daranno molto sapore al brodo.

I carciofi sono un po' laboriosi da pulire, va tolta la gran parte delle foglie esterne, va eliminata la barbetta interna e va tenuto solo il cuore. La procedura di mondatura dei carciofi richiede molto tempo ma il risultato è garantito!

Ricetta del risotto ai carciofi

Risotto ai carciofi

In questa ricetta, scegliamo di mantecare il risotto con pecorino romano, molto saporito, per questo smorziamo il suo aroma con un tocco di freschezza dato dalla menta.

Autore:

Tempo di preparazione: 20

Tempo di cottura:

Tempo totale: 5

Ingredienti per 4 persone

  • 320 g di riso (Carnaroli o Vialone Nano)
  • 400 g di carciofi (circa 4)
  • 80 g di cipolla
  • 200 g di vino bianco secco
  • 20 g di burro per il soffritto
  • 30 g di burro per mantecare
  • 80 g di pecorino romano grattugiato
  • 1 l di brodo vegetale (1 cipolla, 1 carota, 1 costa di sedano)
  • qualche fogliolina di menta
  • sale pepe q.b.

Preparazione

 

 

Per prima cosa pulire i carciofi, tenendo da parte le foglie esterne, eliminando la barbetta e riducendo ogni carciofo a 8 spicchi. Preparare il brodo vegetale in una pentola con 1 L d'acqua, le foglie esterne dei carciofi, una carota, una costa di sedano e una cipolla.

Tostare il riso in una casseruola per un paio di minuti, metterlo da parte, quindi nella stessa padella unire il burro e soffriggere la cipolla tritata per qualche minuto, sfumare col vino e farlo evaporare a fuoco alto. Aggiungere i carciofi e 4 mestoli di brodo, portare ad ebolliizione quindi unire il riso, salare e portare a cottura aggiungendo brodo quando serve.

Quando mancano 1-2 minuti alla cottura e il riso è ancora un po' liquido, all'onda, spegnere la fiamma e mantecare il risotto con il burro e il pecorino grattugiato, mescolando vigorosamente, sistemare di sale e pepe, aggiungere la menta e lasciarlo riposare nella padella per un minuto. Mescolare nuovamente e servire.

Informazioni nutrizionali per porzione

 

Energia

445 kcal - 1860 KJoule

 

Proteine ad alto VB 

7 g

Proteine

13 g - 11%

Carboidrati

65 g - 57%

Grassi

16 g - 32%

di cui

 

saturi

9.6 g

monoinsaturi

6.2 g

polinsaturi

0.6 g

Fibre

3 g

Colesterolo

53 mg

Sodio

190 mg

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Cucina

Polpette di tonno e patate al forno

Cerchi una ricetta per far mangiare il pesce in modo divertente ai propri figli? Una soluzione potrebbe essere rappresentata dalle polpette di tonno e patate al forno.

Torta di mele light: può un cibo essere dietetico?

Spesso i dolci sono spesso banditi dalle diete, anche se in realtà è possibile preparare torte leggere e non eccessivamente caloriche.

Torta tenerina: la ricetta originale

La torta tenerina è forse uno dei dolci più diffusi e preparati in Italia: semplicissimo da preparare e adatto anche a chi è alle prime armi.

Guacamole allo zenzero con mele e gamberi

Guacamole allo zenzero con mele e gamberi: una variante sfiziosa della salsa di origine messicana, per stupire i vostri ospiti.

 

Vellutata di castagne, quenelles di zucca e gamberi rossi lardellati

La vellutata di castagne, quenelles di zucca e gamberi rossi lardellati è una ricetta un po' elaborata, ma che non richiede particolari abilità e di sicuro stupirà i vostri ospiti.

Gnocchi di spinaci con porri e fonduta di parmigiano

Gli gnocchi di spinaci sono una variante degli gnocchi tradizionali, scopriamoli in abbinamento a un letto di porri e alla fonduta di parmigiano.

Crostata meringata al limone e zenzero

La crostata meringata al limone e zenzero è una variante molto interessante del classico dolce di origine anglosassone.

Involtini di sgombro ripieni di patate e uvetta

Gli involtini di sgombro ripieni di patate e uvetta sono una ricetta sfiziosa, non troppo complicata da realizzare, economica, salutare, e dall'impatto visivo molto interessante.