Pasta alla gricia

Guarda il video >>

La pasta alla gricia è un piatto tradizionale della cucina romana e laziale, da molti considerata una versione in bianco dell'amatriciana o una versione senza uovo della carbonara o, ancora, una cacio e pepe con guanciale, come se non potesse godere di una fama propria.

 

 

In realtà la gricia ha una sua forte personalità; gli ingredienti della gricia sono pochi e semplici ma insieme creano un piatto davvero gustoso e sostanzioso: guanciale, pecorino romano e pepe macinato al momento al mulinello.

Il dibattito più acceso riguardante la gricia è: con o senza cipolla? I puristi, i tradizionalisti non usano la cipolla, e lo chef Carlo Cracco ha destato scalpore quando ha ammesso di usare la cipolla nella gricia e l'aglio nell'amatriciana.

 

 

Personalmente, se la si vuola aggiungere, mi viene da dire che si può fare, non stravolge completamente il piatto e poi permette di adattare questa ricetta ai vincoli della Cucina Sì. Oltre alla cipolla si possono aggiungere anche delle verdure, come zucchine, peperoni, pomodorini, carciofi, asparagi, piselli, cavolfiori... per raggiungere il giusto equilibrio tra sazietà e gusto.

Origini della gricia (o griscia?)

Alcuni fanno risalire l'invenzione della gricia ai pastori laziali in epoche in cui ancora non erano state scoperte le Americhe e il pomodoro non era ancora stato importato in Italia, e il luogo di origine sembra proprio essere stato Amatrice, ecco perché viene spesso chiamata "l'amatriciana in bianco".

Altri sostengono che la gricia sia invece stata inventata dai cittadini di Grisciano, un piccolo comune vicino Amatrice, e preferiscono chiamarla "griscia".

La ricetta degli spaghetti alla gricia

Pasta alla gricia

I formati di pasta più usati nella gricia sono o gli spaghetti o i bucatini, ma alcuni preferiscono abbinarle pasta corta come rigatoni o mezze maniche.

Il guanciale deve essere reso croccante, facendolo sfregolare in padella senza bisogno di aggiungere olio. Inoltre il pecorino grattugiato può essere aggiunto solo alla fine oppure usato anche per mantecare la pasta in padella a formare una cremina.

Autore:

Tempo di preparazione:

 

 

Tempo di cottura:

Tempo totale:

Ingredienti per 4 persone

  • 320 g di spaghetti
  • 150 g di guanciale 
  • 100 g di pecorino
  • sale q.b.
  • pepe nero macinato al momento q.b.

Preparazione

In padella senza olio far rosolare il guanciale tagliato a listarelle fino a renderlo croccante. Cuocere la pasta in abbondante acqua salata secondo i minuti indicati nella confezione per farla al dente, quindi scolarla e versarla nella padella con il guanciale, a fuoco spento versare il pecorino e un mestolo di acqua di cottura per far formare la cremina. Disporre nei piatti e completare con altro pecorino fresco grattugiato e pepe nero macinato al momento.

Informazioni nutrizionali per porzione

 

Energia

528 kcal - 2207 KJoule

 

Proteine ad alto VB 

17 g

Proteine

26 g - 19%

Carboidrati

63 g - 48%

Grassi

19 g - 33%

di cui

 

saturi

8.5 g

monoinsaturi

6.8 g

polinsaturi

2.5 g

Fibre

2 g

Colesterolo

57 mg

Sodio

559 mg

 

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Cucina

Pizzoccheri della Valtellina

I pizzoccheri, il tradizionale primo piatto a base di grano saraceno tipico della Valtellina.

Sciatt - Ricetta originale valtellinese

Gli sciatt sono frittelle di grano saraceno tipiche della Valtellina, che racchiudono al loro interno un cuore di formaggio fuso.

Mousse al limone - Ricetta veloce senza uova

Mousse al limone: la ricetta veloce, senza uova, fatta solo con panna, succo di limone, zucchero e gelatina.

Crema catalana (senza panna e senza cannello)

La crema catalana, versione tradizionale e light: di origine spagnola è una crema pasticcera con uno strato di zucchero caramellato in superficie.

 

Bavarese alle fragole - Ricetta

La torta bavarese, o la bavarese, è un dessert di origine francese composto da crema inglese, gelatina e panna montata: oggi vi presentiamo la versione alle fragole.

Marmellata di fichi

La marmellata di fichi è di facile realizzazione e non richiede per forza la pectina: scopriamo come farla con poco zucchero.

Marmellata di fragole con aceto balsamico

Marmellata di fragole con aceto balsamico: scelta della frutta, quantità di zucchero, uso della pectina, cottura e invasettamento.

Marmellata di fragole con poco zucchero

Marmellata di fragole con poco zucchero: scelta della frutta, quantità di zucchero, uso della pectina, cottura e invasettamento.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.