Insalata di rinforzo

L'insalata di rinforzo, chiamata anche burdiglione in dialetto campano, è un contorno tipico della cucina partenopea che viene consumato prevalentemente durante la cena della Vigilia di Natale, come a dire, ironicamente... Visto che non abbiamo molto da mangiare  - leggi cene pantagrueliche - aggiungiamo un'insalatina di rinforzo.

 

 

Ed effettivamente, l'insalata di rinforzo non è una semplice insalatina, bensì un piatto molto sostanzioso, a base di verdure sott'aceto, olive e acciughe sott'olio, se abbinato ad una fetta di pane può costituire un piatto unico.

Oppure, si abbina molto bene al baccalà fritto, poiché con la sua spiccata acidità pulisce la bocca dalla grassezza della frittura

La base del burdiglione sono i cavolfiori bianchi, che vengono lessati e poi conditi con varie verdure sott'aceto, olive verdi e nere, peperoni rossi tondi tipici campani (le pappacelle) e infine qualche filetto di acciuga sott'olio.

Può essere consumato anche in altri periodi dell'anno, sempre rispettando la stagionalità dei cavolfiori che sono tipicamente invernali, oppure sostituendoli con altre verdure di stagione a creare un'insalata, come per esempio dalle puntarelle, dai cetrioli, dai pomodori, dalle patate etc.

In alcune versioni dell'insalata di rinforzo troviamo anche foglie di insalata riccia, funghi, noci o capperi e chiunque può aggiungere l'ingrediente che preferisce. In fondo, il rinforzo sta anche in quello, nel poter addizionare ingredienti su ingredienti a piacere.

La ricetta dell'insalata di rinforzo napoletana

Insalata di rinforzo

Per ottenere una buona insalata di rinforzo occorre usare una buona giardiniera, acquistandone una di qualità, magari in drogheria, ed evitando i vari condiriso, oppure la sia può preparare in casa così come indichiamo in questa ricetta.

L'olio in questa ricetta può essere omesso, poiché si può usare quello delle acciughe una volta scolate che, unito al liquido dei sottaceti, sarà sufficiente come condimento.

Autore:

Tempo di preparazione:

 

 

Tempo di cottura:

Tempo totale:

Ingredienti per 4 persone

  • 1 cavolfiore bianco
  • 50 g di olive nere (preferibilmente quelle di Gaeta)
  • 50 g di olive verdi
  • 100 g di pappacelle (o peperoni rossi)
  • 100 g di sottaceti misti
  • 60 g di acciughe sott'olio
  • sale e pepe q.b.

Procedimento

Lavare il cavolfiore e suddividerlo in cimette, quindi lessarlo in abbondante acqua per circa 15 minuti, deve rimanere croccante (con la pentola a pressione i tempi si dimezzeranno), quindi scolarlo e lasciarlo raffreddare.

Lavare i peperoni e tagliarli a dadini. Mettere tutti gli ingredienti in una ciotola, mescolare bene, sistemare di sale e pepe e lasciare riposare l'insalata in frigorifero per almeno 2 ore per dare tempo a tutti gli alimenti di insaporirsi.

Tirare fuori dal frigorifero 20 minuti prima di consumarla.

Informazioni nutrizionali per porzione

 

Energia

124 kcal - 518 KJoule

 

Proteine ad alto VB 

4 g

Proteine

9 g - 31%

Carboidrati

6 g - 21%

Grassi

7 g - 49%

di cui

 

saturi

1.1 g

monoinsaturi

3.5 g

polinsaturi

1.3 g

Fibre

5 g

Colesterolo

17 mg

Sodio

303 mg

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Cucina


Yogurt fatto in casa (denso e senza yogurtiera)

Lo yogurt fatto in casa, denso, senza yogurtiera e senza starter microbici, in modo economico, semplice e veloce.


Savoiardi fatti in casa

I savoiardi, i famosi biscotti piemontesi usati come base per il tiramisù o la zuppa inglese.


Baccalà alla portoghese (ricette)

Il baccalà alla portoghese: alcune ricette tipiche tra cui quella del bacalhau a bras.


Tiramisù light con la ricotta

Tiramisù light con la ricotta: tutti i segreti per preparare un tiramisù con la metà delle calorie rispetto all'originale.

 


Sfrappole di carnevale (o frappe, chiacchiere, galani...)

Sfrappole, frappe, chiacchiere, galani, bugie, cenci, fritole: tanti nomi per uno stesso prodotto, i classici dolci fritti di carnevale.


Cotoletta alla bolognese

La cotoletta alla bolognese: un secondo tradizionale tipico del città di Bologna molto ricco di calorie.


Cucina Wellness (Evolution): tanto marketing e poco arrosto?

La cucina wellness, oggi ribattezzata cucina evolution, è un modello di cucina salutistica ideato dalla nutrizionista Chiara Manzi.


Trippa alla romana

La trippa alla romana, il piatto povero del sabato laziale.