Salamoia bolognese

La salamoia bolognese è un insaporitore a base di sale, erbe aromatiche, spezie e aglio in abbondanza, per questo viene chiamata anche aglione o ajon in dialetto. Si tratta, in poche parole, di un sale aromatico.

 

 

La salamoia bolognese tradizionale è composta da sale grosso, aglio, rosmarino, salvia e pepe nero. A volte viene aggiunto anche l'alloro e, in base ai gusti, possono essere aggiunti anche erba cipollina, timo, menta, origano, peperoncino, scorza di limone e così via.

Per la perfetta riuscita della ricetta, preparabile in soli 5 minuti anche a casa, l'ideale sarebbe procurarsi le erbe aromatiche fresche, lavarle, asciugarle bene, magari tenendole sopra un canovaccio per una notte intera. Non deve rimanere umidità, altrimenti la salamoia non si conserverà bene.

 

 

Quindi mettere sul tagliere tutti gli ingredienti per poi sminuzzarli con la mezzaluna o nel mortaio (il sale grosso viene quindi reso più piccolo, ma non è mai sale fino, rimane grossolano). Volendo si può usare un frullatore.
La salamoia bolognese viene poi usata subito, al bisogno, oppure può essere conservata per qualche mese, 3 mesi in un vasetto con chiusura ermetica.

Le dosi indicative sono 10 g di erbe aromatiche, di pepe e 1 spicchio d'aglio ogni 100 g di sale grosso.

Al supermercato si può trovare nel reparto dei vasetti di spezie ed erbe aromatiche, uno dei produttori più conosciuti di salamoia bolognese è la ditta CABER di Granarolo dell'Emilia.

La salamoia bolognese in cucina

Salamoia bolognese

La salamoia bolognese viene usata come insaporitore di carni, sia bianche che rosse, da usare prima della cottura alla griglia o arrosto, o anche dopo della cottura.

Si abbina bene anche al pesce, ai molluschi e ai crostacei.

Viene usata anche per aromatizzare i sughi (nel ragù bolognese ad esempio), le zuppe, i minestroni, le verdure grigliate, le patate arrosto. Insomma in cucina è molto versatile! Ovviamente, la salamoia bolognese è un condimento indicato anche per ricette vegetariane, vegane o gluten-free.

Ovviamente, quando si usa la salamoia bolognese non si deve usare altro sale aggiuntivo.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Alimentazione


Cibi ultra-processati: fanno davvero male?

I cibi ultra-processati sono definiti dalla classificazione NOVA che ne sconsiglia il consumo, appoggiata da diversi paesi. Rimane da capire come sostituirli in modo efficace.


Caffeina

La caffeina è la sostanza psicoattiva più consumata al mondo, contenuta in diverse piante come caffè, cacao, tè, cola, guaranà e mate.


Quanta caffeina (e caffè) al giorno?

La quantità di caffeina considerata sicura dipende dalle condizioni patologiche e fisiologiche del soggetto, ma anche dalla tollerabilità individuale.


Pasta di legumi: utile solo per la celiachia

La pasta di legumi è utile solo in caso di patologie che richiedano l'eliminazione del glutine dalla dieta, per diverse ragioni che vedremo in questo articolo.

 


Prosciutto cotto senza conservanti (nitriti)

Il prosciutto cotto senza conservanti (nitriti) si sta oggi diffondendo grazie a nuove tecniche non sempre rese note dalle aziende produttrici.


Gli alimenti trasformati o processati: la classificazione NOVA

I cibi processati o trasformati sono classificati secondo la classificazione NOVA che li distingue in base al tipo di processo di produzione a cui sono sottoposti.


Arachidi

Le arachidi, una specie di leguminose tipica dei Paesi sudamericani.


Cosa mangiare durante lo sport

Troppi atleti mangiano a sproposito durante gli allenamenti. In realtà dovrebbe mangiare solo chi fa allenamenti molto lunghi.