Salamoia bolognese

La salamoia bolognese è un insaporitore a base di sale, erbe aromatiche, spezie e aglio in abbondanza, per questo viene chiamata anche aglione o ajon in dialetto. Si tratta, in poche parole, di un sale aromatico.

 

 

La salamoia bolognese tradizionale è composta da sale grosso, aglio, rosmarino, salvia e pepe nero. A volte viene aggiunto anche l'alloro e, in base ai gusti, possono essere aggiunti anche erba cipollina, timo, menta, origano, peperoncino, scorza di limone e così via.

Per la perfetta riuscita della ricetta, preparabile in soli 5 minuti anche a casa, l'ideale sarebbe procurarsi le erbe aromatiche fresche, lavarle, asciugarle bene, magari tenendole sopra un canovaccio per una notte intera. Non deve rimanere umidità, altrimenti la salamoia non si conserverà bene.

 

 

Quindi mettere sul tagliere tutti gli ingredienti per poi sminuzzarli con la mezzaluna o nel mortaio (il sale grosso viene quindi reso più piccolo, ma non è mai sale fino, rimane grossolano). Volendo si può usare un frullatore.
La salamoia bolognese viene poi usata subito, al bisogno, oppure può essere conservata per qualche mese, 3 mesi in un vasetto con chiusura ermetica.

Le dosi indicative sono 10 g di erbe aromatiche, di pepe e 1 spicchio d'aglio ogni 100 g di sale grosso.

Al supermercato si può trovare nel reparto dei vasetti di spezie ed erbe aromatiche, uno dei produttori più conosciuti di salamoia bolognese è la ditta CABER di Granarolo dell'Emilia.

La salamoia bolognese in cucina

Salamoia bolognese

La salamoia bolognese viene usata come insaporitore di carni, sia bianche che rosse, da usare prima della cottura alla griglia o arrosto, o anche dopo della cottura.

Si abbina bene anche al pesce, ai molluschi e ai crostacei.

Viene usata anche per aromatizzare i sughi (nel ragù bolognese ad esempio), le zuppe, i minestroni, le verdure grigliate, le patate arrosto. Insomma in cucina è molto versatile! Ovviamente, la salamoia bolognese è un condimento indicato anche per ricette vegetariane, vegane o gluten-free.

Ovviamente, quando si usa la salamoia bolognese non si deve usare altro sale aggiuntivo.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Alimentazione


Proteine della carne

Le proteine della carne si trovano in egual misura nella carne rossa e in quella bianca, nella prima sono legate a una maggiore quantità di grassi saturi e colesterolo.


Caseina (proteina del latte e dei formaggi)

La caseina, o meglio le caseine, sono le proteine maggiormente rappresentate nel latte, costituendo circa l'80% delle proteine contenute nel latte di vacca, bufala, pecora e capra.


Qualità delle proteine: valore biologico e altri indicatori

Qualità delle proteine: il valore biologico delle proteine, gli altri indicatori, l'aminoacido limitante. Come valutare la qualità delle proteine.


Latte condensato

Il latte condensato è un prodotto ottenuto dal latte vaccino provato di parte dell'acqua e di solito addizionato con zucchero. Utile in molte preparazioni dolci.

 


Toffee o caramelle mou

Le caramelle mou o toffee, di origine inglese, sono a base di caramello scuro e burro o panna montata.


Proteine del siero del latte (whey)

Le proteine del siero del latte (whey protein in inglese) sono le proteine più utilizzate come integratore.


Dieta in base al somatotipo: perché non ha senso

La teoria del somatotipo suddivide i tipi corporei in tre categorie: ectomorfo, endomorfo, mesomorfo. La dieta formulata in base a queste categorie appare senza senso.


Proteine del latte

Le proteine del latte sono contenute nei derivati del latte e vengono anche isolate e proposte in forma più o meno pura sottoforma di integratori alimentari.