Raita - salsa indiana

La raita è una salsa tipica della cucina indiana diffusa in India, Bangladesh e Pakistan. La raita viene preparata semplicemente con yogurt e spezie ed è onnipresente sulle tavole indiane, servita in piccole ciotole di terracotta e usata come condimento o accompagnamento per i piatti principali a base di carne e verdure ma anche per il pane indiano o il riso.

 

 

La raita viene chiamata anche tiktaka, dahi o pachadi a seconda delle zone.

Nella cucina indiana esistono svariati modi per preparare la raita, quella più comune che possiamo testare anche nei tanti ristoranti indiani diffusi in Italia è la raita più semplice composta solo da yogurt (o curd=latte acido fermentato) e spezie quali cumino, peperoncino, aglio...

Ma si possono fare salse raita anche più complesse combinando altri ingredienti, generalmente legumi, frutta e verdura, da soli o mescolati insieme in base ai gusti e alle stagioni. Esistono quindi: raita di carote, raita di cetrioli, raita di zucchine, raita di ananas, raita di banana, raita di cocco, raita di curry e lenticchie, di menta e noccioline, di zucca e spinaci, di pomodori e cumino, di mango e zenzero e così via...

Una volta pronta, la raita può essere usata come dressing per l'insalata oppure abbinata alla carne di pollo, al kebab, a piatti a base di riso pilaf e verdure.

 

 

Ricetta della salsa raita

Raita

Quella che propongo è la ricetta della "pudina raita", una delle salse più diffuse nella cucina indiana; è totalmente vegetariana e molto semplice da preparare. Si abbina bene alle carni rosse e saporite (manzo, agnello, montone, cervo, cinghiale), ma anche alle melanzane fritte o ai falafel.

Ingredienti:

  • 200 g di yogurt bianco
  • 5 foglioline di menta
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 1 cucchiaino di cumino (preferibilmente in polvere)
  • 1 cucchiaino di peperoncino (preferibilmente in polvere)
  • 2 spicchi d'aglio
  • sale e pepe q.b.

Procedimento:

Triturare gli spicchi d'aglio, pestarli in un mortaio insieme alle altre erbe aromatiche, aggiungere lo zucchero e per ultimo lo yogurt. Mescolare bene e tenere in frigorifero per almeno 2 ore prima di servire la pudina raita.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Alimentazione


Cookie dough: l'impasto per biscotti goloso e crudo

Il cookie dough è un impasto per biscotti che si consuma crudo. Per questo motivo si prepara in genere senza uova. Ne esistono di diverse versioni con diversi gusti.


Acqua riciclata: come, perché e usi pratici

L'acqua riciclata può essere realizzata a partire dall'acqua piovana anche a livello casalingo attraverso impianti specifici; essi non hanno costi elevati.


Pizza con kiwi: l'erede della pizza hawaiana

La pizza con i kiwi è stata di recente proposta da uno chef svedese, che ha ricevuto per questo anche diversi insulti per aver fatto un'offesa alla tradizione culinaria italiana.


Pizza con ananas: gusto, ricetta e variante gourmet

La pizza all'ananas è una variante nata in Canada ma molto diffusa in America. Il gusto è soggettivo: molti la apprezzano, altri la ritengono inaccettabile.

 


Kombucha: benifici e come si prepara

Il kombicha è una coltura simbionte di lieviti e batteri che viene usato per la preparazione di un tè che i microrganismi fermentano. I suoi benefici sono ancora in dubbio.


Cannucce commestibili: alternativa amica dell'ambiente

Le cannucce commestibili sono una valida alternativa a quelle di plastica, di cui consentono di ridurne l'uso. Sono state realizzate con diversi alimenti fra cui mais, zucchero e alghe.


Amido resistente

L'amido resistente è composto da quella parte di amido che resiste al processo di digestione (idrolisi) da parte degli enzimi digestivi dell'intestino tenue.


Carne vegetale: sembra carne ma non lo è

La carne vegetale, poco nota in Italia, è un preparato di origine vegetale che ha sapore, gusto e consistenza simili a quello della carne da allevamento.