Raita - salsa indiana

La raita è una salsa tipica della cucina indiana diffusa in India, Bangladesh e Pakistan. La raita viene preparata semplicemente con yogurt e spezie ed è onnipresente sulle tavole indiane, servita in piccole ciotole di terracotta e usata come condimento o accompagnamento per i piatti principali a base di carne e verdure ma anche per il pane indiano o il riso.

 

 

La raita viene chiamata anche tiktaka, dahi o pachadi a seconda delle zone.

Nella cucina indiana esistono svariati modi per preparare la raita, quella più comune che possiamo testare anche nei tanti ristoranti indiani diffusi in Italia è la raita più semplice composta solo da yogurt (o curd=latte acido fermentato) e spezie quali cumino, peperoncino, aglio...

Ma si possono fare salse raita anche più complesse combinando altri ingredienti, generalmente legumi, frutta e verdura, da soli o mescolati insieme in base ai gusti e alle stagioni. Esistono quindi: raita di carote, raita di cetrioli, raita di zucchine, raita di ananas, raita di banana, raita di cocco, raita di curry e lenticchie, di menta e noccioline, di zucca e spinaci, di pomodori e cumino, di mango e zenzero e così via...

Una volta pronta, la raita può essere usata come dressing per l'insalata oppure abbinata alla carne di pollo, al kebab, a piatti a base di riso pilaf e verdure.

 

 

Ricetta della salsa raita

Raita

Quella che propongo è la ricetta della "pudina raita", una delle salse più diffuse nella cucina indiana; è totalmente vegetariana e molto semplice da preparare. Si abbina bene alle carni rosse e saporite (manzo, agnello, montone, cervo, cinghiale), ma anche alle melanzane fritte o ai falafel.

Ingredienti:

  • 200 g di yogurt bianco
  • 5 foglioline di menta
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 1 cucchiaino di cumino (preferibilmente in polvere)
  • 1 cucchiaino di peperoncino (preferibilmente in polvere)
  • 2 spicchi d'aglio
  • sale e pepe q.b.

Procedimento:

Triturare gli spicchi d'aglio, pestarli in un mortaio insieme alle altre erbe aromatiche, aggiungere lo zucchero e per ultimo lo yogurt. Mescolare bene e tenere in frigorifero per almeno 2 ore prima di servire la pudina raita.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Alimentazione


Bubble tea: la curiosa bevanda con perle di tapioca

Il bubble tea è una bevanda a base di tè, latte e perle di tapioca, di cui esistono però diverse versioni e ricette. Ha origini a Taiwan ma si sta diffondendo in tutto il mondo.


Polenta taragna: storia, ricetta e calorie

La polenta taragna è tipica della Valtellina, ma si trova in tutto il Nord Italia. A seconda della zona si usano formaggi diversi e condimenti diversi.


Glucosio

Il glucosio è lo zucchero semplice più importante, e la sostanza in assoluto più diffusa in natura.


Shirataki (konjac) - Pasta senza calorie

Gli shirataki, un tipo di noodles della cucina giapponese ottenuti dalla pianta del konjac e con pochissime calorie.

 


Polenta di mais

La polenta, bianca o gialla, è un tipico piatto povero del Nord Italia.


Saltare la colazione: fa male o fa dimagrire?

Saltare la prima colazione o farla non influisce sul peso corporeo nel lungo termine, ma alcuni studi a breve termine giungono a conclusioni diverse.


La buccia della frutta è ricca di vitamine?

La buccia della frutta non contiene in genere grandi quantità di vitamine, che sono per la maggior parte presenti invece nella polpa del frutto.


Castagne - Castagna e Marroni

Le castagne e i marroni, un frutto atipico molto ricco di carboidrati.