Salvia

 

La salvia è una pianta della famiglia delle Laminacee, diffusa in tutto il mondo. Esistono molte specie di salvia, molte di esse sono aromatiche, altre non aromatiche. Tra queste ultime troviamo la Salvia divinorum, una droga con proprietà psicoattive molto potenti.

La salvia più nota e comunemente utilizzata in cucina è la Salvia officinalis, di cui esistono diverse cultivar, tutte più o meno con lo stesso aroma, ma con forme e colori delle foglie differenti.
In commercio si trova anche la Salvia elegans, detta comunemente "salvia all'ananas", poiché le sue foglie hanno il tipico aroma di questo frutto tropicale.

Coltivazione della salvia

I cespugli di Salvia officinalis desiderano godere di un certo spazio per le loro radici, e se quest'ultime non hanno possibilità di espandersi le foglie si macchiano di giallo. Quindi è sempre bene travasarla in un vaso più grande rispetto a quello di acquisto.

Salvia

La salvia è una pianta biennale o perenne, e va in genere rinnovata ogni 3-4 anni. Tutte le varietà di salvia gradiscono una posizione ventilata, soleggiata e calda e non tollerano eccessi idrici, quindi l'innaffiatura va sempre effettuata con cautela, nelle ore meno calde del giorno, facendo attenzione a non bagnare le foglie. La salvia si può coltivare in vaso, purché il terriccio sia sabbioso, e anche in appartamento, purché in posizione molto luminosa. La raccolta delle foglie va effettuata in modo tale da sfoltire in modo uniforme la pianta in modo tale da favorire il passaggio dell'aria tra le foglie e i fusti, per evitare che l'eccessiva umidità favorisca la comparsa di malattie.

Il momento migliore per procedere alla raccolta delle foglie della salvia per preparare estratti o per essicazione è poco prima della fioritura.

 

 

Uso in cucina

La salvia ha un caratteristico aroma fresco e pungente.
È senz'altro una delle erbe aromatiche, insieme al rosmarino, più comunemente utilizzata nei piatti salati, mentre non si abbina particolarmente bene ai piatti dolci. Proprio l'abbinamento con il rosmarino è un classico nella preparazione dei legumi (i fagioli all'uccelletto toscani, oppure con i ceci), lo stesso abbinamento può essere utilizzato anche per aromatizzare i piatti a base di carne. La salvia può essere preparata anche fritta, come antipasto sfizioso e veloce.

Tendenzialmente la salvia può essere usata in qualunque preparazione che preveda un fondo di cipolla, che sia un primo piatto o un secondo. Nei fondi di cottura la salvia si sposa molto meglio con il burro o con il grasso di maiale piuttosto che con l'olio extravergine di oliva: si pensi al primo piatto emiliano, tortelloni burro e salvia.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Alimentazione


Cassis o ribes nero

Il cassis o il ribes nero, lo sciroppo di cassis per preparare il kir, l'aperitivo tipico francese.


Succo di pomodoro

Il succo di pomodoro, servito per colazione, per aperitivo o come cocktail, è una bevanda analcolica che sta sempre più prendendo piede in Italia.


Buzzonaglia

La buzzonaglia di tonno, di ricciola o di altri pesci, è la parte di carne più scura e molto saporita situata vicino alle lische.


Quark (formaggio)

Il quark è un formaggio fresco poco diffuso in Italia, che può essere magro o alla panna.

 


Capretto

La carne di capretto: caratteristiche, valori nutrizionali e ricette.


Grongo (Conger conger)

Grongo: il pesce di acqua salata. Come sceglierlo, la preparazione, il prezzo al kg, la stagionalità e le ricette.


Furano negli alimenti: cos'è, dove si trova e come evitarlo

Il furano è una molecola potenzialmente cancerogena per l'uomo: scopriamo dove si trova e come evitarlo negli alimenti..


Retsina (vino greco)

La retsina, il vino greco aromatizzato con resina di pino, "inventato" da Ippocrate.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.