I caprini sono più magri?

Indice delle risposte pubblicate

Ciao Andrea Ho acuistato dei caprini freschi che sull'etichetta riportano 53 % di materia grassa (immagino sul secco). Ho preso delle bombe caloriche? Se non sbaglio non dovrebbe averne un 35/40% sul secco?

 

 

Il latte di capra ha pressapoco le stesse calorie del latte di mucca, quindi i formaggi preparati con questi due latti, a parità di umidità, hanno le stesse calorie e la stessa quantità di grassi sul secco.

I grassi sul secco, indicati spesso in etichetta con la sigla %mg o sigle simili, rappresenta la percentuale di grasso sul prodotto privato dell'acqua. Tale valore ci dice quanto grasso aveva in partenza il latte con cui è stato preparato il formaggio, dunque ci fornisce una indicazione sul rapporto tra grassi e proteine, ma nulla ci dice riguardo le calorie. Per questo motivo tale valore è decisamente fuorviante: un formaggio fresco prodotto con latte intero avrà il 50% di grasso sul secco e 300 kcal per 100 g, un formaggio stagionato prodotto con latte in parte scremato, con il 40% di grasso sul secco, potrà sfiorare le 400 kcal per 100 g perché contiene meno acqua e più "sostanza" calorica.

I formaggi preparati con latte intero hanno una percentuale di grasso sul secco che varia dal 45 al 55%. Quelli prodotti da latte in parte scremato (come il Parmigiano-Reggiano, la Fontina, l'Asiago stagionato, la Spressa delle Giudicarie, il Silter e molti formaggi di alpeggio) variano dal 35 al 45%.

 

 

Se parliamo di formaggi stagionati, le calorie variano dalle 350-400 di quelli da latte scremato, alle 400-450 di quelli da latte intero. La differenza, mediamente di 50 kcal per 100 g, non è significativa.

La vera determinante, in genere è l'appetibilità, cioè quanto formaggio devo mangiare per essere soddisfatto? Se mi bastano 20 g, tutto bene, se ne mangio 100 g, è bene imparare a mangiare il formaggio in modo diverso, degustandolo a piccoli pezzi invece di trangugiarne tranci enormi, oppure di scegliere formaggi meno appetibili, per esempio i formaggi molto saporiti che stancano più in fretta.

Tutti i caprini freschi sono prodotti da latte intero, dunque un valore pari al 53% si colloca nella "fascia alta", caloricamente parlando, ma è un valore normale, anzi è indice di qualità del latte, particolarmente grasso anche se nella norma. Le calorie per 100 g di questo prodotto potrebbero collocarsi tra le 300 e le 350 per 100 g, a seconda del tasso di umidità che contiene.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Posta dei visitatori


La dieta Lemme: geniale o banale?

Dieta Lemme: la dieta del farmacista di Desio basata su spaghetti insipidi a colazione.


Eritritolo: un nuovo dolcificante

Ho trovato un prodotto che mi ha incuriosita, il Lakanto, un dolcificante usato e proveniente dal Giappone...


Uova a colazione

Uova a colazione: per tutta la vita ho trovato disgustosa la colazione all'italiana fatta di marmellate, cornetti, latte ecc...


Alimentazione e sport serale

Che tipo di cena potrebbe fare per poter avere una "veloce" digestione dopo lo sport serale?

 


Facciamo confusione...

Come se già non ce ne fosse abbastanza. E poi ci si lamenta se crescono i problemi dovuti al rapporto tra la persona e il proprio peso.


Qualità del gelato

Ultimamente faccio caso alla tabella degli ingredienti ormai presente in molte gelaterie artigianali...


Alimentazione per crescita muscolare

La giusta alimentazione per la crescita muscolare senza incappare in pregiudizi alimentari.


Il miele fa bene... Ma non per la tosse!

Salve ho letto il vostro articolo e sono andata anche nel sito dell'istituto nazionale apicoltura, che avevate sottolineato...

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.