Perseverare è diabolico

Indice delle risposte pubblicate

Salve, ho un dubbio che mi turba da molto tempo, sono un ragazzo che ha fatto parecchie volte diete drastiche con risultati ottimi in breve tempo ma negativi a lungo andare, ora vorrei sapere se è vero che dopo tutte queste diete drastiche il metabolismo è rallentato, e di quanto. Poi vorrei sapere se seguendo una dieta da tot calorie con un tot di attività fisica, il metabolismo poi si stabilizza e a un certo punto non si perde piu nulla pur non avendo raggiunto il peso forma. E come fare per evitare questo fenomeno. Io sono alto 1.85 e peso 100 kg, e vorrei arrivare a 75, per perdere questi 25 kg vorrei fare una dieta di 1500 bruciandone 400, cosi facendo li perdo tutti o dopo un po' il metabolismo si abitua e serve qualcos'altro? Se non perdo piu devo scendere con le calorie e aumentare l'attivita' fisica, e soprattutto quale è la soglia di calorie minime che bisogna assumere per non compromettere l'organismo, il minimo consentito ai limiti con cui si puo ottenere il massimo risultato di dieta pero' senza causare danni? Mia sorella ha lo stesso problema, è alta 1.65 e pesa 125, fa una dieta di 1500 kal e ne brucia 200, ma aumenta col tempo l'attivita' fisica, solo che una volta è arrivata a 80 e non è piu scesa, cioè che succede in questi casi, perchè non si perde piu peso e soprattutto quale è la cosa migliore da fare per raggiungere il peso forma? Quale consigli potrebbe darci? Grazie della disponibilità.

 

 

 

 

Il fattore psicologico è fondamentale nella gestione della propria salute e quindi anche nell'alimentazione. Solo chi ha una personalità equilibrata può aspirare ad avere un corpo forte e magro, a lungo e senza che questo influisca negativamente sulla qualità di vita.

Dunque, è fondamentale comprendere se la difficoltà nel raggiungere l'obiettivo del peso forma è dovuta anche a problemi psicologici oppure solamente da problemi "tecnici", cioè dal possedere o meno una coscienza alimentare sufficientemente sviluppata.

Dalla tua mail risulta evidente che nel tuo caso se non risolvi il problema psicologico di fondo, non riuscirai mai a dimagrire. E come te, tanti che cadono vittima dello stesso meccanismo perverso.

Leggendo la tua mail risulta chiaro che:

  • hai seguito diete drastiche che non hanno funzionato perché poi hai smesso di dimagrire e forse sei anche ingrassato nuovamente;
  • sei conscio del fatto che questo approccio non funziona, perché hai vissuto diversi fallimenti consecutivi
  • ciò nonostante, continui a voler seguire questo approccio sbagliato, e invece di provare a seguire un'altra strada, cerchi rassicurazioni, cerchi qualcuno che ti dica "tranquillo, questo approccio può funzionare".

 

 

Allo stesso modo ragionano tanti sportivi con un problema cronico causato da uno sport praticato in modo sbagliato, che girano di dottore in dottore finché non trovano quello che gli dice che possono continuare a praticare questo sport come sempre.

Il fatto è che l'uomo ha una grandissima resistenza al cambiamento, tende a sedersi sulle sue abitudini, che se sbagliate, lo portano al peggioramento graduale ma inesorabile della qualità di vità e alla non risoluzione dei problemi.

Fai tabula rasa e dimentica come sei dimagrito le altre volte che ci hai provato, con tanta fatica, tanto stress accumulato, e tanta nevrosi messa in campo. Un uomo di 100 kg alto 185 cm non può seguire una dieta da 1500 kcal e consumarne 400 con l'attività fisica, è umanamente impossibile per mille ragioni di tipo fisiologico e psicologico. Tu devi seguire una dieta da 2000-2200 kcal, che sarà più o meno la tua dieta per la vita. Questa dieta deve essere soddisfacente dal punto di vista del gusto e della fame, deve essere un'alimentazione del tutto normale. Potrai permetterti uscite a cena, ogni tanto, e dovrai fare in modo che la forza di volontà messa in campo per seguirla sia minima.

Lo stesso vale per tua sorella: una dieta da 1800 kcal sarà più che sufficiente per farle perdere 2-4 kg al mese, senza influire sulla qualità di vita (molte donne ingrasserebbero con una dieta da 1800 kcal al giorno!).

 

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Posta dei visitatori

Total Immersion: il nuoto "reinventato"

Il metodo di allenamento Total Immersion: il nuoto "reinventato" che permette di fare meno bracciate per vasca.

Il miele fa bene... Ma non per la tosse!

Salve ho letto il vostro articolo e sono andata anche nel sito dell'istituto nazionale apicoltura, che avevate sottolineato...

Formaggio di capra e colesterolo

Discussione sulla veridicità dell'affermazione che il formaggio di capra non conterrebbe colesterolo.

Perseverare è diabolico

Ho un dubbio che mi turba da molto tempo, sono un ragazzo che ha fatto parecchie volte diete drastiche con risultati ottimi in breve tempo...

 

Il calcolo della massa grassa

Mi chiedevo come sia possibile che una semplice bilancia misuri anche il metabolismo, la massa grassa, magra ecc...

La dieta Lemme: geniale o banale?

Dieta Lemme: la dieta del farmacista di Desio basata su spaghetti insipidi a colazione.

Eritritolo: un nuovo dolcificante

Ho trovato un prodotto che mi ha incuriosita, il Lakanto, un dolcificante usato e proveniente dal Giappone...

Uova a colazione

Uova a colazione: per tutta la vita ho trovato disgustosa la colazione all'italiana fatta di marmellate, cornetti, latte ecc...

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.