Fa bene l'acqua ricca di calcio?

Indice delle risposte pubblicate

 

 

Vi scrivo per chiedere se è va bene bere le acque con tanti minerali; ad esempio Sangemini che contiene calcio e magnesio, Ferrarelle con bicarbonati e calcio, Uliveto con diversi tipi di minerali: è possibile bere da 1 a 2 litri al giorno di una di queste acque nonostante abbiano tutte un residuo fisso elevato (circa 900-1200 mg/litro)? Invece di essere utili, non causano un sovraccarico dei reni? Mi è venuto il dubbio perchè, ho letto di studi in cui è dimostrato l'effetto benefico di acque con molto calcio nei pazienti con calcolosi renale; se perfino in pazienti con problemi renali, queste acque, nonostante un residuo fisso elevato, hanno un effetto benefico, non penso siano nocive per i reni o per altri organi; oppure mi sto sbagliando? Il calcio contenuto in queste acque (ad es Sangemini) non è lo stesso contenuto negli altri alimenti come i latticini? Se è lo stesso, non dovrebbe essere assorbito dall'organismo senza sovraccaricare i reni? Ultima domanda qual'è il valore(mg/litro) del sodio che non deve essere superato in queste acque per non essere nocivo? Perchè in quasi tutte è riportata la dicitura "con poco sodio", ma confontando i valori ci sono differenze sostanziali in milligrammi Grazie per la cortese attenzione Cordialmente Nives

Cara Nives,

l'equilibrio dei minerali è importantissimo per l'organismo, un eccesso o una carenza provoca scompensi anche molto gravi, per esempio a carico del cuore. Pensiamo al sodio, accusato di causare ipertensione in molti soggetti predisposti.

 

 

I minerali che assumiamo con una alimentazione variata sono sufficienti a integrare tutti i minerali e quindi l'utilizzo di un'acqua che ne è molto ricca può causare problemi. Diciamo pure che un'acqua molto ricca di minerali diventa un vero proprio integratore, che se preso a sproposito determina un'eccesso. Ogni integratore andrebbe preso solamente in caso di carenza accertata, quindi anche un'acqua ricca di questo o quel minerale andrebbe assunta solo se serve, altrimenti il risultato è quello di determinare uno squilibrio oppure un sovraccarico dei reni. Infatti, i minerali in eccesso sono espulsi soprattutto per via renale.

Il calcio nell'acqua è altrettanto assimilabile rispetto a quello del latte, il problema del sovraccarico dei reni riguarda la quantità e non la qualità di questo minerale. Cioè se già ne assumo abbastanza con i latticini e gli altri alimenti, quello dell'acqua ricca di calcio è di troppo. Per esempio, supponiamo di bere 2 litri al giorno di acqua Sangemini, riporto dal sito che " [...] i 328 mg di Calcio contenuti in un litro di Acqua Sangemini coprono circa il 40% del fabbisogno giornaliero, raccomandato dalla Società Italiana di Nutrizione Umana (LARN)." Quindi siamo a 650 mg, se consumo 250 ml di latte aggungo 240 mg (e sono al 100% dei LARN) , con 50 g di grana altri 600 mg e sono già a oltre il 150%... Senza contare che il calcio è contenuto anche in altri alimenti e il consumo di latticini riportato non è eccessivo, molte persone ne assumono di più!

 

 

Un'acqua ricca di calcio potrebbe essere indicata per una donna che assume pochi latticini... Ma consideriamo sempre il fatto che l'acqua ricca di calcio può portare con sè anche altri minerali, magari inutili: un integratore invece consente una integrazione mirata e quindi potrebbe essere una scelta più opportuna.

Da parte mia, consiglierei un'acqua con un basso residuo fisso, oligominerale, visto che una alimentazione corretta prevede una quantità di frutta e verdura sufficiente per le esigenze di micronutrienti dell'organismo.

Sfondi una porta aperta con la questione delle acque povere di sodio: le pubblicità sfruttano il fatto che la maggior parte delle persone non hanno una coscienza alimentare e non sanno quantificare e valutare criticamente le affermazioni che gli arrivano dai media. In sostanza, prendiamo l'acqua più ricca di sodio e scopriamo che bevendone anche 2-3 litri al giorno non arriviamo al sodio contenuto in uno spicchio di pizza!

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Posta dei visitatori


Facciamo confusione...

Come se già non ce ne fosse abbastanza. E poi ci si lamenta se crescono i problemi dovuti al rapporto tra la persona e il proprio peso.


Qualità del gelato

Ultimamente faccio caso alla tabella degli ingredienti ormai presente in molte gelaterie artigianali...


Alimentazione per crescita muscolare

La giusta alimentazione per la crescita muscolare senza incappare in pregiudizi alimentari.


Il miele fa bene... Ma non per la tosse!

Salve ho letto il vostro articolo e sono andata anche nel sito dell'istituto nazionale apicoltura, che avevate sottolineato...

 


Polemiche sul pesto genovese

noto nella ricetta del pesto genovese due errori notevoli specie per un enogastronomo, per di più genovese...


Stanchezza e allenamento

Il fenomeno della stanchezza dopo l'allenamento: il recupero.


Muscoli dopo i 35 anni?

Dopo i 35 anni è ancora possibile aumentare la massa muscolare?


Sfiducia nella dietologia

Recentemente mi sono rivolto alle patate (80 calorie) per ingerire qualcosa al posto della pasta (370 calorie)...