Tacos: ingredienti e ricetta del ripieno

I tacos sono un piatto simbolo della cucina messicana e tex mex, a base di tortillas di mais riempite con carne, verdure, formaggio, pesce, legumi, spezie e chi più ne ha più ne metta.

 

 

La differenza fondamentale tra i tacos e i burritos, altro piatto simbolo del Messico, sta nella forma: mentre il burrito è composto da una tortilla arrotolata e chiusa alle estremità, il taco è sempre composto da una tortilla ma che viene piegata a metà e rimane più compatta e croccante.

Così come il burrito, anche il taco è un clasico cibo di strada, ideale da essere mangiato in piedi con le mani per uno spuntino veloce.

La parola "taco" in lingua spagnola significava originariamente "tappo", e i tacos hanno preso questo nome poiché le tortillas venivano riempite fino all'orlo di carne speziata, venivano quindi "tappate".

Varianti dei tacos

Generalmente esistono infinite ricette dei tacos, con diversi tipi di ripieno, ma queste sono le due varianti principali:

  • Tacos messicani (originali): tortillas di mais immerse nel sugo dove sono stati fatti stufare gli ingredienti, solitamente carne di manzo o pesce, e poi riempite con lo stufato, le cipolle crude, foglie di insalata, il formaggio fuso o la panna acida, la salsa chili piccante e il coriandolo;
  • Tacos tex mex: la variante ipercalorica dei tacos, che prevede di friggere le tortillas fino a farle diventare croccanti e poi riempirle di ingredienti più o meno messicani, quali carne macinata, fagioli, pomodori, formaggio grattugiato, cipolle, insalata e salse piccanti.

 

 

Tacos

Inoltre, in Messico si possono trovare:

  • Tacos de Asador: è la versione grigliata, che prevede che sia la carne del ripieno che la tortilla vengano cotti alla brace così da essere resi più croccanti, vengono chiamati anche mulita o gringa;
  • Tacos de Cabeza: tortillas riempite con parti del muso della vacca (cabeza= testa in spagnolo), quali lingua, cervella, occhi etc;
  • Tacos de Cazo: di solito fatti con la trippa di maiale, fatta stufare in grandi pentoloni;
  • Tacos sudados: letteralmente "tacos sudati", perchè vengono conditi con molte spezie piccanti e poi tenuti coperti dentro un cestino, così da essere resi molto umidi;
  • Tacos del pastor: contrariamente a quanto si possa pensare, i tacos del pastore sono riempiti con costoline di maiale;
  • Tacos dorados: chiamati anche flautas, flauti, per via della forma cilindrica, sono riempiti di pollo e fritti;
  • Tacos de pescado: con pesce grigliato o fritto, sono una versione molto imitata in Texas e in California;
  • Tacos de camarones: di scampi fritti o grigliati e abbinati alla salsa guacamole.

Come abbiamo visto, tradizionalmente i tacos non sono proposti nella versione vegetariana (o vegana), tuttavia è ovvio che le tortillas possono essere riempite con qualunque tipo di ripieno, e quindi è perfettamente lecito preparare dei tacos vegetariani, prevedendo l'utilizzo di formaggio, oppure vegani, omettendo anche il formaggio e puntando su un ripieno a base esclusivamente vegetale.

Ricetta dei tacos

 

 

Come detto in precedenza, il ripieno dei tacos può variare, molto dipende dai gusti personali, si possono adattare ad una cucina vegetariana, si possono fare con il pesce o con la carne, con il formaggio o con i legumi. In questa ricetta, propongo la versione classica messicana, con carne stufata e verdure.

Autore:

Tempo di preparazione:

Tempo di cottura:

Tempo totale:

Ingredienti per 8 tacos

  • 8 tortilla messicane (vedi qui la ricetta e qui il video)
  • 500 g di carne macinata mista (per esempio manzo e salsiccia)
  • 4 pomodori
  • 1 cipolla 
  • 8 foglie di insalata tipo lattuga
  • 1 peperone verde
  • 1 cucchiaino di peperoncino in polvere
  • 1 cucchiaino di paprika piccante
  • 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • sale e pepe q.b.
  • salsa chili o guacamole per farcire

Procedimento

Mettere due cucchiai d'olio in una padella ben calda, aggiungere la carne macinata che deve friggere un po', lasciarla cuocere a fuoco vivace fin quando non sarà dorata.

Poi aggiungere la cipolla e il peperone tritati e lasciar stufare con coperchio per circa 10 minuti. Quasi a fine cottura aggiustare di sale e pepe e unire le spezie, la paprika e il peperoncino.

Lavare i pomodori e tagliarli a fettine sottile, lavare l'insalata e tagliarla a julienne.

Quindi farcire ogni tortilla con la carne stufata, qualche fettina di pomodoro e la lattuga, servire calde accompagnate da salsa chili o gaucamole.

Informazioni nutrizionali per tacos (senza salsa)

 

Energia

250 kcal - 1045 KJoule

 

Proteine ad alto VB 

12 g

Proteine

15 g - 24%

Carboidrati

26 g - 40%

Grassi

10 g - 37%

di cui

 

saturi

3.5 g

monoinsaturi

4.4 g

polinsaturi

1.9 g

Fibre

1 g

Colesterolo

44 mg

Sodio

36 mg

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Cucina


Impepata di cozze - Ricetta

L'impepata di cozze, una ricetta estremamente semplice che deve il suo successo all'elevata qualità degli ingredienti.


Panna cotta senza colla di pesce

La panna cotta: un dolce piemontese simile al budino a base di panna. Scopri la ricetta senza colla di pesce!


Estrattore (o masticatore) da cucina

L'estrattore o masticatore da cucina: differisce dalla centrifuga perché evita processi di ossidazione e mantiene inalterate le proprietà nutritive dai cibi.


Mousse al caffè

La mousse al caffè è un dolce dalla tipica consistenza spumosa e dal sapore caratteristico di caffè. Vediamo come prepararla.

 


Tacos: ingredienti e ricetta del ripieno

I tacos messicani: infinite varianti per riempire le tortillas di mais, da mangiare con le mani.


Strudel di mele con pasta matta

Lo strudel di mele: il dolce simbolo della cucina altoatesina. Scopriamo la ricetta con la pasta matta fatta in casa.


Frittata light di albumi e spinaci

La frittata di albumi e spinaci è un piatto light molto veloce e semplice, ideale per riciclare gli albumi o per chi vuole un piatto leggero ma gustoso.


Bretzel o pretzel

Il bretzel o pretzel, il tipico pane tedesco e austriaco preparato con un particolare metodo di panificazione chiamato laugengeback.