Sarde a beccafico

Sarde e sardine, alici e acciughe: sono dei piccoli pesci azzurri che ben si prestano alla preparazione cosiddetta "a beccafico", una ricetta siciliana e più precisamente palermitana che prevede di cuocere questi pesci in forno gratinandoli in un impanatura di pan grattato, olio, prezzemolo, aglio, uva passa e pinoli.

 

 

La ricetta originale, in realtà, prevedeva che fossero i volatili omonimi, i beccafico, ad essere cotti in questa maniera. I ricchi signori palermitani andavano a caccia di beccafichi e poi le loro domestiche li cucinavano in forno. Ma il beccafico era un ingrediente di lusso, che si potevano permettere solo le nobili famiglie, le famiglie più povere dell'isola, invece, vivevano di pesca ed impararono ad emulare i ricchi con questa preparazione, usando le sardine e le alici al posto dei beccafichi.

Questa ricetta di umili origini è, però, sopravvissuta nei secoli e ancora oggi è molto apprezzata dai siciliani, così come al di fuori della regione, tanto da essere entrata di diritto nell'elenco dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali della Regione Sicilia

 

 

Le varianti di questa ricetta sono molte, a seconda della zona e della provincia si usano odori diversi (per esempio alcuni utilizzano l'alloro al posto del prezzemolo), in altri casi le sarde vengono fritte e non gratinate al forno, altre volte viene aggiunto anche il pomodoro, il lsucco di imone o il caciocavallo e così via.

Sicuro è uno dei piatti più consumati in Sicilia dove le sarde a beccafico non mancano mai nei menù delle varie trattorie sia come antipasto che come secondo piatto, ma anche nei furgoncini e nei chioschetti dei venditori ambulanti, così che all'occasione anche le sarde a beccafico possono essere considerate un cibo di strada, uno spuntino veloce e appetitoso.

Ricetta delle sarde a beccafico

Autore:

Tempo di preparazione:

Tempo di cottura:

Tempo totale:

sarde beccafico

In questa ricetta che propongo utilizzo sia le sardine che le acciughe, inoltre consiglio una cottura al forno, più leggera della frittura. Il pesce va acquistato fresco e poi deliscato, oppure si può chiedere al proprio pescivendolo di fiducia di deliscarlo per noi.

Una curiosità: le sardine di Selinunte, un comune sulla costa sud-occidentale della Sicilia, sono in attesa del riconoscimento come IGP.

Ingredienti per 4 persone:

  • 8 sardine fresche di medie dimensioni
  • 12 alici fresche 
  • 50 g di pinoli
  • 50 g di uva sultanina
  • 1 spicchio d'aglio
  • 2 cucchiai di pan grattato
  • 20 foglie di alloro
  • qualche fogliolina di menta
  • qualche fogliolina di prezzemolo
  • 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • sale e pepe q.b.

 

 

Procedimento:

Mettere in ammollo l'uva sultanina in acqua calda per 10 minuti.

Preparare la farcia facendo tostare il pan grattato in una padella antiaderente, aggiungere un filo d'olio, l'aglio, il prezzemolo e la menta, i pinoli e l'uvetta tutti tritati, il sale e il pepe.

Pulire le acciughe e le sarde e aprirle, stenderle su un piano da lavoro e mettere dentro ognuna un cucchiaino di farcitura. Ripiegare i pesci su loro stessi e chiuderli con uno stuzzicadenti.

Disporre tutti i pesci su una teglia ricoperta da carta da forno, irrorarli con un po' d'olio e con una spolverata di pan grattato, intervallandoli con le foglioline di alloro.

Cuocere in forno già caldo a 180°C per circa 15 minuti.

Informazioni nutrizionali per porzione

 

Energia

294 kcal - 1229 KJoule

 

Proteine ad alto VB 

16 g

Proteine

20 g - 27%

Carboidrati

14 g - 19%

Grassi

18 g - 54%

di cui

 

saturi

3.3 g

monoinsaturi

8.3 g

polinsaturi

4.9 g

Fibre

1 g

Colesterolo

59 mg

Sodio

153 mg

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Cucina


Tortelloni di ricotta e prezzemolo con burro e salvia

I tortelloni di ricotta: preparati tradizionalmente con spinaci, vi proponiamo in questo articolo una versione con prezzemolo.


Zuppa imperiale

La zuppa imperiale: un primo piatto in brodo tipico bolognese ma meno conosciuto dei tortellini e dei passatelli.


Wafer

I wafer: i biscotti di origine austriaca composti da più cialde ripiene di vari gusti.


Vincisgrassi

I vincisgrassi, la variante marchigiana delle più famose lasagne bolognesi.

 


Valigia reggiana (valigini reggiani)

La valigia reggiana, o valigini reggiani, è un secondo piatto emiliano composto da involtini di vitello.


Uova strapazzate

Le uova strapazzate: un piatto semplicissimo servito spesso a colazione.


Uova all'occhio di bue

Le uova al tegamino o all'occhio di bue, i trucchi e i consigli per non farsi dire "Non sai fare neanche un uovo al tegamino"!


Tzatziki (salsa greca)

Il tzatziki: la famosissima salsa greca all'aglio e al cetriolo usata in abbinamento di piatti di carne.