Patate croccanti in padella

Il metodo migliore per preparare le patate arrosto è sicuramente quello che prevede la cottura in forno (vedi: patate arrosto morbide dentro e croccanti fuori), perché solo il calore diffuso del forno è in grado di arrostire in modo uniforme ed ottimale le patate.

 

 

Se non disponiamo di un forno (perché per esempio è occupato da altro), o se non abbiamo abbastanza tempo a disposizione possiamo preparare la ricetta che vi proponiamo in questo articolo, ovvero le patate croccanti in padella.

Sì o No?

La cucina Sì propone ricette sazianti e ipocaloriche, senza rinunciare al gusto e soprattutto senza rinunciare ad alcun ingrediente, lo fa ponendo esclusivamente dei limiti alla densità calorica dei piatti.

Le patate sono una delle poche verdure che hanno una densità calorica non trascurabile, pari a 90 kcal/hg contro le 20 kcal/hg che hanno mediamente tutte le altre verdure. Per questo i piatti preparati con le patate difficilmente possono essere ipocalorici e sazianti, a meno di non aggiungere altre verdure o di utilizzare pochissimi grassi. Usare pochi grassi per arrostire le patate è piuttosto difficile, inoltre l'arrostimento è una cottura per concentrazione, cioè un tipo di cottura che rimuove acqua dall'alimento, concentrando le calorie e quindi aumentando la densità calorica, riducendo la sazietà e aumentando l'appetibilità. Morale della favola: consumate tranquillamente questo contorno come eccezione alimentare, ma non inseritelo all'interno di un piano alimentare ipocalorico.  A meno che non riusciate a limitare il consumo ad una piccola quantità. Assumere centinaia di calorie con le patate arrosto è molto più facile di quanto si creda.

 

 

Se vuoi saperne di più riguardo la cucina Sì clicca qui. Qui invece troverai molte ricette Sì gratuite, per iniziare subito a ridurre le calorie ma non il gusto dei piatti!

La ricetta delle patate croccanti in padella

Patate croccanti in padella

Per questa ricetta consiglio l'utilizzo di patate di qualità, a pasta gialla, sode e non farinose, che tengano bene la cottura e che rimangano sode anche una volta cotte. Potete optare anche sulle patate premium che sempre più spesso si trovano al supermercato, come per esempio le Cherie di Pizzoli o le patate della Sila di Terre d'Italia.

A posto dell'olio extravergine è possibile utilizzare lo strutto, che se non raffinato dona un gusto molto più intenso alle patate.

L'idea di questa ricetta è quella di cuocere le patate parzialmente al vapore (con l'aiuto del coperchio) per cuocerle internamente, e parzialmente tramite rosolatura in padella, per poi finirle solo con la rosolatura (scoperte), per donargli la croccantezza definitiva. Per ottenere un risultato ottimale ci vuole un poco di esperienza ed è abbastanza importante tagliare le patate a pezzi che abbiano tutti lo stesso spessore.

 

 

Autore:

Tempo di preparazione:

Tempo di cottura:

Tempo totale:

Ingredienti per 4 porzioni

  • 800 g di patate a pasta gialla
  • 40 g di olio extravergine
  • uno spicchio di aglio
  • sale, pepe
  • rosmarino

Preparazione

Pelare le patate e tagliarle a spicchi di circa 2-3 cm di spessore. Sbucciare l'aglio e tritare il rosmarino. Immergerle in acqua fredda, in un'ampia ciotola e sciacquarle bene con le mani per eliminare l'amido in eccesso. Scolarle e metterle da parte.

Scaldare una padella antiaderente di 28-32 cm e versarvi l'olio, unire l'aglio e le patate che dovranno essere disposte su un unico strato (non si devono sovrapporre, tutte devono essere appoggiate al fondo della padella).

Quando iniziano a soffriggere abbassare la fiamma, coprire e cuocere per 6-8 minuti (dipende dallo spessore delle patate). Girare le patate e cuocere altri 6-8 minuti, sempre coperto.

Scoprire e ultimare la cottura a fuoco medio-alto, mescolando di tanto in tanto facendo attenzione a non romperle, per far prendere colore alle patate e renderle croccanti.

Da ultimo, salare, pepare e unire il rosmarino tritato. Mescolare bene, mettere in un piatto di portata e servire.

Informazioni nutrizionali per porzione

 

Energia

260 kcal - 1087 KJoule

 

Proteine ad alto VB 

0 g

Proteine

4 g - 7%

Carboidrati

28 g - 47%

Grassi

12 g - 46%

di cui

 

saturi

1.4 g

monoinsaturi

7.2 g

polinsaturi

0.7 g

Fibre

3 g

Colesterolo

0 mg

Sodio

20 mg

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Cucina

Polpette di tonno e patate al forno

Cerchi una ricetta per far mangiare il pesce in modo divertente ai propri figli? Una soluzione potrebbe essere rappresentata dalle polpette di tonno e patate al forno.

Torta di mele light: può un cibo essere dietetico?

Spesso i dolci sono spesso banditi dalle diete, anche se in realtà è possibile preparare torte leggere e non eccessivamente caloriche.

Torta tenerina: la ricetta originale

La torta tenerina è forse uno dei dolci più diffusi e preparati in Italia: semplicissimo da preparare e adatto anche a chi è alle prime armi.

Guacamole allo zenzero con mele e gamberi

Guacamole allo zenzero con mele e gamberi: una variante sfiziosa della salsa di origine messicana, per stupire i vostri ospiti.

 

Vellutata di castagne, quenelles di zucca e gamberi rossi lardellati

La vellutata di castagne, quenelles di zucca e gamberi rossi lardellati è una ricetta un po' elaborata, ma che non richiede particolari abilità e di sicuro stupirà i vostri ospiti.

Gnocchi di spinaci con porri e fonduta di parmigiano

Gli gnocchi di spinaci sono una variante degli gnocchi tradizionali, scopriamoli in abbinamento a un letto di porri e alla fonduta di parmigiano.

Crostata meringata al limone e zenzero

La crostata meringata al limone e zenzero è una variante molto interessante del classico dolce di origine anglosassone.

Involtini di sgombro ripieni di patate e uvetta

Gli involtini di sgombro ripieni di patate e uvetta sono una ricetta sfiziosa, non troppo complicata da realizzare, economica, salutare, e dall'impatto visivo molto interessante.