Crema Chantilly

La crema chantilly è una crema dolce di origine francese che spesso in Italia viene confusa con la crema diplomatica (una composizione di crema chantilly e crema pasticcera in proporzione variabile).

 

 

Basicamente la crema chantilly consiste in una panna montata e zuccherata, composta da soli 2 ingredienti: panna fresca e zucchero (al limite a volte viene aromatizzata con una bacca di vaniglia).

Ma non vengono aggiunte né uova, né latte, né farina nella ricetta originale, cosa che invece accade per la crema pasticcera, quindi la chantilly risulta essere una crema molto più soffice e leggera, dalla consistenza spumosa, ideale per guarnire torte o dolci con una base di pan di spagna, viene usata ad esempio per farcire i bignè, oppure da abbinare con le fragole fresche o ancora sopra la cioccolata calda o il caffè.

Storia della crema chantilly

La crema chantilly è una preparazione di base in pasticceria molto semplice, conosciuta fin dal Cinquecento, anche se all'epoca veniva chiamata "neve di latte".

Il nome chantilly le venne affibbiato nel Settecento, quando il cuoco Francois Vatel, alla corte del Re di Francia, la preparò per un banchetto sontuoso organizzato nel castello di Chantilly, un comune francese nella regione Piccardia.

Crema Chantilly

La leggenda narra che il cuoco, non avendo più uova, si dovette accontentare di preparare la crema per la farcitura della torta solo con panna e zucchero e, nonostante pensasse di fare una brutta figura, il Re e tutti gli invitati apprezzarono molto il dolce e gli chiesero il nome di quella crema dolce e soffice. Lui rispose "Si chiama crema Chantilly", in onore dello Chateau dove erano ospiti. Da quel giorno questa preparazione dolce fece il giro del mondo con tale nome fino ad arrivare ai nostri giorni.

Un film del 2000, intitolato appunto "Vatel", con Gerard Depardieu (foto a lato), riprende questa storia e "romanza" sulla nascita della crema chantilly. 

Ricetta della crema chantilly

 

 

Per dare l'aroma di vaniglia alla crema chantilly è bene usare una bacca di vaniglia fresca da mettere in infusione. Si possono trovare in commercio anche l'aroma di vaniglia o la vanillina in polvere, ma ne sconsiglio l'uso in quanto il gusto finale, soprattutto se non si dosano bene questi aromi "puri", risulterebbe scadente (vedi articolo sugli aromi). Altrimenti si possono usare estratti di vaniglia naturale, o ancora uno zucchero a velo aromatizzato con vaniglia naturale, lasciandolo in infusione nelle bacche di vaniglia per alcune settimane, oppure frullandolo con bacche di vaniglia esauste, per poi setacciarlo.

Quanto allo zucchero, consiglio di usare lo zucchero a velo, che garantirà un effetto ancora più soffice alla crema. Il rapporto tra lo zucchero e la panna è di 1 a 5.

Crema Chantilly Ricetta

Ingredienti

  • 500 g di panna fresca
  • 100 g di zucchero a velo aromatizzato con vaniglia naturale
  • 1 bacca di vaniglia

Densità calorica della crema chantilly: 340 kcal/hg.

Procedimento: montare la panna con le fruste o con una macchina impastatrice. Durante l'operazione aggiungere poco a poco lo zucchero a velo setacciato e continuare a montare la crema finché non diventa spumosa e gonfia.

La crema chantilly può essere usata da sola, come farcitura o guarnizione di dolci, ma può anche essere mescolata insieme ad altre creme per renderle più delicate e leggere.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Cucina


Tiramisù light con la ricotta

Tiramisù light con la ricotta: tutti i segreti per preparare un tiramisù con la metà delle calorie rispetto all'originale.


Sfrappole di carnevale (o frappe, chiacchiere, galani...)

Sfrappole, frappe, chiacchiere, galani, bugie, cenci, fritole: tanti nomi per uno stesso prodotto, i classici dolci fritti di carnevale.


Cotoletta alla bolognese

La cotoletta alla bolognese: un secondo tradizionale tipico del città di Bologna molto ricco di calorie.


Cucina Wellness (Evolution): tanto marketing e poco arrosto?

La cucina wellness, oggi ribattezzata cucina evolution, è un modello di cucina salutistica ideato dalla nutrizionista Chiara Manzi.

 


Trippa alla romana

La trippa alla romana, il piatto povero del sabato laziale.


Churrasco: varianti (argentino, brasiliano...) e ricetta

Il churrasco: l'abbondante grigliata mista di carne tipica del Sud America.


Tacos: ingredienti e ricetta del ripieno

I tacos messicani: infinite varianti per riempire le tortillas di mais, da mangiare con le mani.


Coratella di agnello

La coratella di agnello, un piatto tipico del Centro Italia a base di frattaglie: polmone, cuore, budelli, fegato e milza.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.