Coniglio al forno con patate

Il coniglio al forno con patate è un grande classico della cucina italiana, un secondo piatto diffuso un po' in tutte le regioni e le cucine casalinghe e a volte capita di trovarlo anche nei menù di qualche ristorante old style.

 

 

Facciamo subito una premessa: a molti pensare al coniglio fa storcere il naso, la carne di coniglio non a tutti piace, forse per via di quell'aroma un po' selvatico, ma soprattutto non a tutti riesce di cuocerla bene con il rischio di farla risultare un po' stopposa. La carne di coniglio va cotta a lungo, almeno 45 minuti, meglio anche se per un'ora e non è un caso che la carne di coniglio sia la preferita degli chef da cuocere sottovuoto, a basse temperature per tante ore. Solo le lunghe cotture riescono a valorizzare la carne di coniglio che, oltre che al forno, può essere cucinato anche in umido (si pensi al coniglio alla cacciatora tipico del Centro Italia), o stufato, preferibilmente innaffiato da vino bianco o da qualche altro liquido.

 

 

Il coniglio, in questa ricetta, viene abbinato patate arrosto ed esistono molte varianti che arricchiscono il piatto: si possono aggiungere le olive, ad esempio, o i pomodori, dei dadini di pancetta, oppure i capperi e c'è anche chi aggiunge il parmigiano grattugiato o il pangrattato. Un ruolo fondamentale, senza dubbio, lo hanno le erbe aromatiche, quelle che si sposano meglio con il coniglio sono la salvia, il rosmarino, il timo e l'alloro.

Ricetta del coniglio al forno con patate

Coniglio al forno con patate

La carne di coniglio non è una di quelle che vengono di solito fatte marinare prima della cottura a differenza di altre carni come quella di lepre o di cinghiale, dall'odore e dal gusto molto selvatici, ma se si ha a disposizione un po' di tempo consiglio comunque di marinarla un paio d'ore, risulterà più tenera e con un sapore più equilibrato.

Possiamo optare per due tipi di cottura: arrosto puro, o mista, prima in umido, poi arrosto. Nel secondo caso la carne risulterà più tenera e si potrà prolungare la cottura di 15-30 minuti. Per eseguire la cottura mista si dovrà coprire la teglia con la carta d'alluminio, in modo tale da non far fuoriuscire il vapore. Gli ultimi 20 minuti si toglierà la carta consentendo al coniglio di arrostire, ovvero rosolare in superficie assumendo un colore dorato. Scegliendo la cottura mista potremo evitare di bollire le patate prima di cuocerle al forno.

 

 

Autore:

Tempo di preparazione:

Tempo di cottura: 75

Tempo totale:

Ingredienti per 4 persone

  • 1 coniglio intero fatto a pezzi
  • 4 patate medie a pasta gialla
  • 4 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • 2 spicchi d'aglio
  • un mazzetto di erbe aromatiche (rosmarino, timo, salvia...)
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • sale 10 e pepe q.b.

Preparazione

Marinare la carne di coniglio in una ciotola con le erbe aromatiche tritate, il sale e due cucchiai d'olio per un paio d'ore in frigorifero. Sbucciare le patate, tagliarle a pezzi e bollirle per circa 10 minuti. In una teglia sistemare il coniglio con la sua marinatura, i due spicchi d'aglio in camicia, altri due cucchiai di olio, le patate e il vino bianco, salare le patate, mescolare bene e cuocere il tutto al forno a 180°C per circa 45-60 minuti. Se si è dotati di un termometro da cucina controllare che la temperatura abbia raggiunto i 74°C al cuore del coniglio.

In alternativa, aggiungere mezzo bicchiere di acqua, sigillare con la carta di alluminio, cuocere a 180 gradi per 60 minuti, quindi togliere la carta di alluminio e cuocere per 20-30 minuti a 200 gradi, finché non prende colore il coniglio, girare i pezzi di carne dopo 10 minuti per farli rosolare da tutti i lati.

Aggiustare di sale le patate se occorre e servire.

Informazioni nutrizionali per porzione

 

Energia

380 kcal - 1421 KJoule

 

Proteine ad alto VB 

35 g

Proteine

37 g - 46%

Carboidrati

14 g - 17%

Grassi

19 g - 37%

di cui

 

saturi

4.3 g

monoinsaturi

8.1 g

polinsaturi

2.7 g

Fibre

1 g

Colesterolo

92 mg

Sodio

129 mg

 

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Cucina

Kaiserschmarren tirolese - Ricetta

Il kaiserschmarren è una ricetta di origine austriaca, dove viene chiamata in modo leggermente diverso, ovvero Kaiserschmarrn.

Penne al baffo - Origine e ricetta con zucchine

Penne al baffo origine e ricetta con zucchine: variante salutistica di una ricetta semplice, dalle origini incerte ma probabilmente nata negli anni '80.

Frittelle di mele - Gonfie e soffici

Le frittelle di mele sono un dolce tipico della regione Trentino Alto Adige, ma diffusa in tutta Italia. Scopri come farle gonfie e soffici!

Scapece

Scapece ovvero la marinatura in aceto ed erbe aromatiche di verdure o pesci fritti tipica del Meridione.

 

Alici marinate - Ricetta classica e veloce con aceto

Le alici marinate sono un piatto semplice, ma è importante adottare alcuni accorgimenti per essere sicuri del risultato. Scopriamo questa ricetta con aceto, vino e limone.

Pasta con pesto di pistacchi e gamberi

Pasta con pesto di pistacchi e gamberi: una raffinata e gustosa ricetta di origine siciliana, patria tanto dei gamberi, quanto dei pistacchi.

Zeppole di San Giuseppe

Zeppole di San Giuseppe: i dolci tipici campani, diffusi un po' in tutto il sud Italia, a base di pasta per bignè che però viene fritta, dopo un passaggio in forno.

Ziti alla genovese - Origini e ricetta napoletana

Ziti alla genovese: la ricetta originale napoletana di questo primo piatto a base di cipolle e carne di manzo.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.