Biancomangiare (dolce siciliano)

Biancomangiare è il nome di un dolce di origine siciliana a base di latte e mandorle macinate, chiamato così proprio per il suo colore bianco avorio. Più probabilmente il biancomangiare viene dalla tradizione gastronomica araba, molto influente in Sicilia durante la sua dominazione dell'isola, come testimonia la presenza di un ingrediente fondamentale dei dolci della cucina araba, le mandorle.

 

 

Fu Pellegrino Artusi a classificare il biancomangiare come dolce siciliano nel suo "La scienza in cucina e l'arte di mangiare bene" (1891), anche se nelle epoche passate con questo nome si indicava qualsiasi ricetta che impiegasse ingredienti di colore bianco, come quelle a base di carne o pesce cotti e ammorbiditi nel latte di capra e di mandorle.

E il biancomangiare vanta anche una citazione letteraria, compare infatti in Piccole Donne della Alcott (1868), quando Jo porta il blancmanger, termine francese con il quale è conosciuto al di fuori dell'Italia, al suo vicino ammalato.

Il biancomangiare è inserito nell'elenco dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali Italiani ed è diffuso, oltre che in Sicilia, anche in Sardegna (con il nome di papai-biancu), in Campania e in Val d'Aosta.

Esistono molte varianti del biancomangiare, il latte rimane l'ingrediente principale, al quale possono essere aggiunte le mandorle tritate oppure sotto forma di latte di mandorle o di pasta di mandorle, e ancora altre sostanze aromatizzanti come la cannella, il miele, la scorza di arancia o di limone, la bacca di vaniglia, le scaglie di cioccolato, la menta, i pistacchi (come nella ricetta che propongo di seguito).

Ricetta del biancomangiare ai pistacchi

 

 

Autore:

Tempo di preparazione:

Tempo di cottura:

Tempo totale:

Biancomangiare

La ricetta del biancomangiare è molto semplice e rapida, consiglio di usare l'amido per dolci (come la maizena) al posto della farina che rende il dolce più leggero.

Ingredienti per 4 persone

  • 500 g di latte fresco intero
  • 125 g di zucchero semolato
  • 50 g di amido per dolci
  • 25 g di pistacchi tritati
  • 25 g di mandorle tritate
  • cannella in polvere (facoltativo)

 

 

Preparazione: mettere in ammollo nel latte i pistacchi e le mandorle tritati, quindi riscaldare il latte a fiamma bassa, senza arrivare all'ebollizione. Mescolare insieme zucchero ed amido ed unirli al latte tiepido continuando a mescolare per evitare la formazione di grumi sempre a fiamma bassa.
Inumidire 4 stampi da budino con acqua fredda e versare il biancomangiare negli stampi rovesciati riempiendoli fino a 3/4. Riporre in frigorifero per almeno 2 ore prima di servire.
Una volta rovesciati gli stampi sul piatto si possono decorare con altra granella di pistacchio e mandorle, con un po' di cannella e qualche fogliolina di menta.

Informazioni nutrizionali per porzione

 

Energia

318 kcal - 1329 KJoule

 

Proteine ad alto VB 

4 g

Proteine

7 g - 8%

Carboidrati

50 g - 61%

Grassi

11 g - 31%

di cui

 

saturi

4.4 g

monoinsaturi

6.1 g

polinsaturi

1.4 g

Fibre

1 g

Colesterolo

14 mg

Sodio

2 mg

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Cucina

Le mode più recenti per la conservazione casalinga del vino

Scopriamo tutti i segreti riguardo le cantinette refrigerate a metodi fai da te per creare degli ambienti freschi e umidi per le vostre bottiglie migliori.

Ricette dolci per l'estate: rinfrescanti semifreddi anche agli amaretti

Ricette dolci per l'estate: rinfrescanti semifreddi anche agli amaretti.

Fritto misto all'italiana

Si fa presto a dire fritto misto all'italiana ma le varianti regionali sono tantissime.

State pensando al menu di Pasqua e Pasquetta? Ecco i nostri consigli

State pensando al menu di Pasqua e Pasquetta? Ecco i nostri consigli.

 

Cucina nuova: come organizzare gli spazi al meglio?

L'organizzazione dello spazio in cucina è fondamentale per chiunque desideri un ambiente funzionale, accogliente e esteticamente piacevole.

Ricette stufato di carne con il Multicooker Moulinex

Lo stufato di carne può essere preparato in maniera tradizionale oppure avvalendosi del Multicooker per accorciare i tempi di preparazione.

La Putana (torta vicentina ricetta originale)

La putana è una torta di origine vicentina, fatta con pane raffermo, farina di mais, farina di frumento, burro, latte, e altri ingredienti ad insaporire.

Tradizioni natalizie a Roma: 5 usanze

Questa guida vi porterà alla scoperta di cinque usanze tipiche romane che rendono il Natale nella Città Eterna un'esperienza da vivere almeno una volta nella vita.