Agnello (abbacchio) alla romana

Guarda il video >>

L'abbacchio alla romana, o agnello alla romana, è uno dei piatti principi della cucina laziale consumato per lo più durante il periodo pasquale, come avviene anche per l'abbacchio a scottadito o quello alla cacciatora.

La ricetta dell'abbacchio alla romana è molto semplice: si tratta di cucinare l'agnello fatto a pezzi in forno, e di aromatizzarlo a fine cottura con un trito di aglio, rosmarino e filetti di acciughe sotto sale.

Alcune ricette arricchiscono questo piatto aggiungendo anche patate o carciofi o entrambi, da cucinare in forno insieme all'agnello o a parte e servire in abbinamento come contorni. Inoltre, a seconda dei gusti, la carne di abbacchio può essere insaporita anche con altre erbe aromatiche come la menta o la salvia.

Ricetta dell'abbacchio alla romana

Agnello Abbacchio alla Romana

Due parole sulla materia prima, l'abbacchio o agnellino da latte, una carne da considerarsi più simile a quelle bianche poiché l'animale viene nutrito esclusivamente a latte materno e macellato nei primi mesi di vita (il disciplinare dell'Abbacchio Romano IGP prevede di macellarlo entro i 40 giorni di età). Una corretta cottura, di almeno 45 minuti, permette di rendere questa carne tenerissima e gustosissima.

 

 

Se amate il gusto più intenso della carne di agnello potete optare per la carne di agnellone o di castrato, la quale, avendo un sapore un po' più intenso, può essere marinata per qualche ora prima della cottura, anche per tutta la notte in frigorifero, con olio ed erbe aromatiche, le stesse utilizzate per la cottura. 

Autore:

Tempo di preparazione:

Tempo di cottura: 50

Tempo totale: 5

Ingredienti per 4 persone

  • 1 kg di agnello da latte fatto a pezzi
  • un mix di erbe aromatiche (rosmarino, salvia, menta...)
  • 3 spicchi d'aglio
  • 3 acciughe sotto sale
  • 1/2 bicchiere di vino bianco secco
  • 2 cucchiai d'olio extra vergine di oliva
  • sale e pepe q.b.

Preparazione

Mettere l'agnello in una teglia assieme a un rametto di rosmarino e due spicchi d'aglio. Sistemare di sale e pepe e cuocere in forno a 220°C per circa 15 minuti, quando è rosolato, sfumare col vino, abbassare a 160 gradi e portare a cottura (altri 30 minuti). Controllare il fondo di cottura: se tende a bruciarsi aggiungere un po' di acqua.

Nel frattempo preparare un trito di erbe aromatiche e aglio, sciacquare le acciughe e tagliarle a pezzettini e mescolare tutti gli ingredienti con 2 cucchiai d'olio, possibilmente in un mortaio così da rendere la salsa una cremina.

A cottura ultimata, servire l'agnello nei piatti cosparso con qualche cucchiaino della salsa di acciughe ed erbe aromatiche. Accompagnare con delle patate al forno (si possono eventualmente cuocere insieme all'agnello), con dei carciofi stufati o anche con un'insalata fresca.

Informazioni nutrizionali per porzione

 

Energia

367 kcal - 1534 KJoule

 

Proteine ad alto VB 

35 g

Proteine

35 g - 38%

Carboidrati

0 g - 0%

Grassi

25 g - 62%

di cui

 

saturi

8.9 g

monoinsaturi

12.4 g

polinsaturi

3.1 g

Fibre

0 g

Colesterolo

140 mg

Sodio

119 mg

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Cucina


Agnello (abbacchio) alla romana

Agnello o abbacchio alla romana: una ricetta gustosa per cucinare la carne di agnello abbinandolo alle acciughe sotto sale.


Gramigna alla salsiccia

La gramigna alla salsiccia: la vera ricetta emiliana, senza panna, senza funghi, senza piselli, solo con ragù di salsiccia.


Angel cake

La Angel cake: può esistere davvero il cibo degli angeli? Provate questa torta sofficissima senza burro né uova.


Le mousse

Le mousse (o spume) sono preparazioni base della pasticceria molto ricche di aria, fatte con la pate a bombe e/o meringa italiana.

 


Fettuccine alla papalina

Le fettuccine alla papalina: un primo piatto tipico della cucina romana nato come variante della più famosa carbonara.


Pasta risottata con i cannolicchi

Pasta ai cannolicchi: un primo piatto di mare meno conosciuto di quello con le vongole ma altrettanto gustoso. Scopriamo come prepararli con la tecnica della pasta risottata.


Triglie alla livornese

Le triglie alla livornese: una ricetta semplicissima e ipocalorica che affonda le sue origini nei primi anni del Novecento.


Spaghetti aglio olio peperoncino

Spaghetti aglio olio e peperoncino. La ricetta e le possibili varianti, come quella con olio a crudo.