Stinger

Il cocktail Stinger è nato agli inizi del secolo scorso ma divenne famoso negli Stati Uniti all'epoca del proibizionismo in quanto l'odore della menta mascherava quello del liquore.

 

 

Ne esiste una variante ‘on the rocks' invece che short, preparata direttamente nel bicchiere Old fashioned con ghiaccio. Questa variante è nata negli anni Cinquanta in Gran Bretagna.

Lo stinger, letteralmente aculeo, deve il suo nome al fatto che è un ottimo digestivo.

 

Caratteristiche del Stinger

Stinger

Tipo di cocktail: after dinner, short drink.

Grado alcolico: 30,3° alcolici.

Categoria alcolica: molto alcolico (cosa significa?)

Ricetta IBA del Stinger

  • 4,9 cl Brandy
  • 2,1 cl liquore di menta bianca
  • una foglia di menta per decorare

Si prepara nello shaker con cubetti di ghiaccio. Si serve nella coppetta cocktail precedentemente raffreddata. Si guarnisce con una fogliolina di menta fresca.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Cucina


Burro fatto in casa: è vero burro?

Il burro fatto in casa è facile da produrre, ma molti si illudono che sia vero burro. Scopriamo perché spesso non lo è.


Crocchè (o panzarotti) di patate con prosciutto e mozzarella

I crocchè, o panzarotti, il grande classico del meridione, in versione ripiena di prosciutto e mozzarella filante.


Sushi

Il sushi: il piatto simbolo della cucina giapponese a base di pesce crudo, alghe e riso.


Il forno a microonde: come funziona, i rischi, come sceglierlo

Il forno a microonde: consigli e ricette. Ormai la maggior parte delle famiglie possiede un forno a microonde ma solo in pochi ne sfruttano a pieno le potenzialità.

 


Il forno a microonde: come utilizzarlo

Il forno a microonde: come utilizzarlo per ottenere i vantaggi maggiori, e quando non utilizzarlo.


Brodo di carne: ricetta, calorie, tagli e procedimento

Il brodo di carne (di manzo): i tagli, la preparazione, gli aromi, la cottura, le calorie.


Quale farina usare per la pizza?

Come scegliere la farina in base al tipo di pizza che si vuole preparare: la scelta dipende dall'idratazione e dalla lunghezza della lievitazione.


Muffa nella marmellata e nella confettura

La muffa nella marmellata e nella confettura si ha sopratutto in seguito ad errate modalità di preparazione o conservazione, che si verificano sopratutto a livello domestico.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.