Analisi del sangue in farmacia (autoanalisi del sangue)

Autoanalisi del sangue, cosa sono

Le analisi del sangue sono una delle prime modalità che ci permettono di avere informazioni utili sul nostro corpo, controllare e tenerci aggiornati sul nostro stato di salute e benessere. Permettono anche di verificare se una terapia che si sta assumendo sia efficace o meno, di escludere la presenza, o l'assenza, di malattie ereditarie o croniche.

Gli esami del sangue vanno svolti con periodicità perché sono campanelli d'allarme per tante malattie. Solitamente vengono svolte tramite un prelievo venoso, successivamente il campione viene analizzato in laboratorio e i tempi del responso variano da alcuni giorni a settimane, a seconda della tipologia di esame richiesto. Da alcuni anni è possibile eseguire le analisi del sangue anche presso una farmacia (chiamate autoanalisi del sangue).

Gli esami del sangue in farmacia sono attendibili?

Gli esami del sangue che vengono svolti presso una farmacia o una parafarmacia sono attendibili quanto gli esami del sangue classici. In più comportano una serie di vantaggi.

  • Rapidità: sono sufficienti solo pochi minuti per effettuare le analisi.
  • Semplicità: tramite una striscia reattiva viene prelevata una goccia di sangue da un dito, eseguendo una piccola puntura su un polpastrello. Successivamente questa striscia viene posta su un display che mostra delle informazioni. Tale procedura è indolore.
  • Sicurezza: queste analisi sono sicure e affidabili quanto quelle che si svolgono tramite prelievo venoso e che vengono poi analizzate in un laboratorio d'analisi.
  • Completezza: l'autoanalisi può misurare diversi parametri necessari all'individuazione di più patologie. Fornisce un quadro completo che permette di avere indicazioni su diverse condizioni mediche, come diabete, patologie del fegato, patologie endocrine dell'ipofisi, del surrene e della tiroide, nelle quali si può rilevare un'alterazione dei livelli di glucosio nel sangue. Le autoanalisi forniscono anche indicazioni sul colesterolo e i trigliceridi.

 

 

Per esempio un dispositivo di ultima generazione, marcato Samsung, può eseguire in solo 7 minuti fino a 9 tipologie d'esame.

Autoanalisi del sangue a casa

Da qualche anno grazie alla tecnologia sempre più avanzata è possibile eseguire l'autoanalisi del sangue direttamente a domicilio, infatti il medico o il farmacista possono recarsi a casa della persona con un kit per la autoanalisi. Addirittura alcune farmacie vendono il kit da eseguire autonomamente presso il proprio domicilio. Il kit per la autoanalisi è composto solitamente da un ago, una striscia reattiva, un dispositivo digitale di lettura e un libretto d'istruzioni. Solitamente bastano 40 secondi per avere un primo risultato. Il prezzo del kit può variare tra i 15 e 40 euro.

Che cosa misurano le autoanalisi

Nel dettaglio le autoanalisi del sangue possono dare informazioni e indicazioni su:

  • Livello di glicemia: la principale fonte di energia per il nostro corpo è il glucosio, uno zucchero presente nel sangue. La glicemia rappresenta la sua misurazione a livello ematico; questo esame può essere effettuato a digiuno, subito dopo un pasto o dopo l'introduzione di zuccheri, infatti l'assunzione e la regolazione di carboidrati avviene principalmente tramite l'alimentazione. Solitamente il livello di glicemia è molto elevato nel sangue di persone affette da diabete di tipo I e II, in chi soffre di problemi al pancreas, oltre che in pazienti insulino-resistenti, in chi possiede una ridotta tolleranza glucidica, aumenta durante periodi di stress, in persone con problemi di peso eccessivo, in alcuni casi di tumori cerebrali e sindromi convulsive. Il valore normale della glicemia a digiuno, secondo l'OMS, è compreso fra 60 e 109 mg/dl. Se si soffre di diabete, sempre a digiuno, i valori toccano o superano i 126 mg/dl, se il valore oscilla tra i 110 e 125 mg/dl, si parla di, alterata glicemia a digiuno, per esempio, dei soggetti obesi. Nel caso opposto quando i valori di glicemia sono troppo bassi, cioè inferiori a 60 mg/dl si tratta di ipoglicemia, ovvero una carenza di glucosio nel sangue che può causare capogiri e debolezza. Ci sono fattori che possono alterare i livelli di glicemia e falsificare le analisi come agenti ormonali, farmaci psicotropi, catecolamine e farmaci neurologici, analgesici, antipiretici, antineoplastici.
  • Livello di colesterolo: il colesterolo fa parte della classe dei lipidi e serve a costituire le membrane cellulari del nostro organismo. È utile alla formazione degli ormoni, trasporta i grassi, attraverso il sangue, in tutti i tessuti dell'organismo. In parte viene formato nel fegato (quota endogena) e in parte assunto tramite l'alimentazione (quota esogena). Il colesterolo può essere classificato come “buono”, o HDL, quando è presente ad un livello adeguato e aiuta a “ripulire le arterie”, mentre viene chiamato “cattivo”, o LDL, quando è presente in maniera eccessiva nel sangue e rischia di accumularsi nelle arterie causandone un'obliterazione. Il valore considerato normale di livello di colesterolo totale, ovvero la somma tra quello buono e quello cattivo (HDL + LDL) è fino a 200 mg/dl si calcola solo il colesterolo buono (HDL), il livello deve essere maggiore di 39 mg/dl per gli uomini e maggiore di 45 mg/dl per le donne; per quello cattivo (LDL) sono ottimali valori inferiori a 100 mg/dl, mentre concentrazioni comprese tra 100 e 129 mg/dl sono da considerare al limite.
  • Livello dei trigliceridi: i trigliceridi sono un tipo di grasso molto presente nelle riserve lipidiche dell'organismo. Anche questo lipide può essere assunto tramite alimentazione e nello stesso tempo prodotto dal fegato. Avere un eccessivo numero di trigliceridi (situazione definita ipertrigliceridemia) nel sangue può essere un fattore di rischio per malattie cardiache, coronariche, arteriosclerotiche e diabetiche. I trigliceridi possono aumentare sia per cause genetiche, come un'alterazione del metabolismo, che per cause esogene, quando si assumono troppi grassi animali o troppi alcolici. Tendenzialmente se i livelli di trigliceridi nel sangue sono molto alti, i valori del colesterolo buono (HDL) saranno quasi sempre bassi, con tendenza al sovrappeso e al diabete. Prima di eseguire questo test è necessario non bere alcolici 24 ore prima, perché possono far aumentare i valori ematici dei trigliceridi. Nella stessa maniera è bene non assumere steroidi anabolizzanti perché possono diminuire i livelli di trigliceridi. I valori limite dei trigliceridi sono compresi fra 150 e 199 mg/dl.
  • Stato di gravidanza (dosaggio di HCG): l'HCG è una proteina prodotta dalla placenta durante la gravidanza e la sua concentrazione aumenta precocemente in caso di stato gravidico. La sua presenza nel sangue può fornire informazioni utili relativamente alla gravidanza stessa ed allo stato di salute del nascituro. L'esame fornisce già indicazioni dopo 7-8 giorni dal giorno di concepimento.
  • Presenza di Proteina C reattiva (CPR): la CPR è una proteina che può essere presente nel sangue in maniera eccessiva in risposta a fenomeni infiammatori, indica quindi la presenza di infezioni o traumi.

Costo delle autoanalisi del sangue

I prezzi delle autoanalisi dipendono dal tipo di ricerca che si decide di effettuare:

  • Per profilo lipidico e glucidico, che comprende 5 test (colesterolo totale, trigliceridi, HDL, LDL e glicemia) il prezzo è sui 15,00 €;
  • Per il profilo lipidico, renale ed epatico, che comprende in aggiunta creatina, GGT, ALT e AST il prezzo è 25,00 €;
  • Per la glicemia 3 €;
  • Per lo stato di gravidanza 15 €;
  • Per la proteina C Reattiva 15 €.

Il prezzo potrebbe variare a seconda della farmacia di riferimento.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Salute


Test di Mantoux

Il test cutaneo di Mantoux è utilizzato per individuare la presenza del Mycobacterium tubercolosis.


Periartrite scapolo omerale

La periartrite è un'infiammazione dei tendini della spalla provocata da movimenti ripetitivi.


Quercetina (integratore)

La quercetina è un bioflavonoide con effetto antiossidante, ancora poco studiato per poterne consigliare l'integrazione.


Intestino

L'intestino è la porzione dell'apparato digerente che segue lo stomaco, e che si differenzia in intestino tenue e intestino crasso.

 


Fattore reumatoide

Il fattore reumatoide (FR) è un autoanticorpo, ovvero un anticorpo diretto verso i tessuti del proprio organismo.


Marcatori tumorali (markers tumorali)

I marcatori tumorali, o biomarker, sono sostanze che vengono prodotte dal corpo in presenza di un cancro, sia maligno che benigno.


Dermatite periorale

La dermatite periorale è un'eruzione infiammatoria che coinvolge prevalentemente la pelle intorno alla bocca.


Duodenite

La duodenite e' l'infiammazione del duodeno, la prima parte dell'intestino tenue ed e' causata da una presenza eccessiva di succhi gastrici acidi.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.