Grongo (Conger conger)

Il grongo (nome scientifico Conger conger) è un pesce osseo di mare appartenente alla famiglia delle Congridae.

 

 

Ha l'aspetto simile a quello dell'anguilla, ma più massiccio e dalla quale si distingue per avere un muso molto più grande, una mascella inferiore non protratta in avanti e per l'assenza di scaglie. La sua pelle è liscia e ricoperta di una sostanza mucosa, la livrea varia dal nero al grigio chiaro a seconda del colore del fondale in cui vive. Il grongo, inoltre, solitamente raggiunge dimensioni di molto superiori a quelle dell'anguilla, arriva, infatti, anche a tre metri di lunghezza e ai 50 chili di peso (in questi casi alcuni parlano impropriamente di "grongo gigante"). Gli esemplari femmina sono solitamente più grandi dei maschi.

Alcuni lo considerano, a nostro parere impropriamente, facente parte della categoria del pesce azzurro.

Abitudini e riproduzione

Il grongo ha abitudini molto simili a quelle della murena e dell'astice, come loro, infatti, predilige gli anfratti oscuri, come grotte o relitti, e si sposta per cacciare prevalentemente di notte. Quando sceglie una tana il grongo non si allontana quasi mai da essa, e la sceglie in base alla scarsa visibilità, cosa che rende più difficile la sua cattura di giorno.

Si ciba prevalentemente di invertebrati, i suoi preferiti sono i polpi, e a volte mangia anche pesci morti.

La riproduzione del grongo, che avviene in estate, è molto particolare: questo pesce, infatti, depone le uova solo in un paio di zone ben precise che sono state individuate una tra lo stretto di Gibilterra e le Isole Azzorre e un'altra in Sardegna, a profondità superiori ai 500 metri, fino anche ai 1000 metri. Durante la deposizione delle uova, inoltre, il grongo smette di nutrirsi.

 

 

Grongo

Il grongo è diffuso nel Mediterraneo, nell'Oceano Atlantico orientale dalla Norvegia al Senegal, nel Canale della Manica, nel Mare del Nord e nel Mar Baltico.

Nei mari italiani è molto comune. Si adatta bene a qualsiasi tipo di fondale, roccioso, sabbioso o fangoso, dai 10 fino ai 1000 metri di profondità.

Pesca del grongo

Il grongo viene catturato con i più svariati sistemi di pesca commerciale: palamiti, reti a strascico, reti da posta, nasse, parangali. È una preda ambita anche da pescatori sportivi o da subacquei, ma la sua cattura avviene solitamente di notte.

Ricette con il grongo

 

 

La carne del grongo è considerata di poco valore commerciale, fa parte dei pesci cosiddetti pesci "poveri', e una volta spellato viene spesso smerciato per palombo o per altri pesci più pregiati. Le sue carni sono discrete, anche se ricche di lische, ed è di facile reperibilità sul mercato italiano, fresco e a un costo abbordabile, il prezzo al kg raramente supera gli 8-10 euro.

Il grongo può essere anche cucinato alla griglia, ma dà senz'altro il meglio di sé nelle cotture lunghe, si presta bene a preparazioni in umido o alla griglia, è, inoltre, un ingrediente indispensabile per molte ricette tradizionali, in particolare le zuppe di pesce come il cacciucco alla livornese o il brodetto all'anconetana.

Valori nutrizionali e proprietà nutritive

Il grongo è un pesce magro, con una quantità di grassi totale inferiore al 5%. Apporta poco più di 100 kcal/hg, la maggior parte delle quali sono costituite da proteine.

Costituisce quindi un'ottima scelta dal punto di vista nutrizionale, a patto di utilizzare una quantità di grassi ridotta in cottura, quindi bisogna fare molta attenzione soprattutto se lo si cucina in umido, dove le calorie possono lievitare tantissimo a causa dell'olio aggiunto nel fondo di cottura.

Curiosità sul grongo

Il "matrimonio" per il grongo è una cosa seria: ogni esemplare femmina, infatti, si unisce al partner una sola volta nella vita.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Alimentazione


Amaranto: superfood o alimento inutile?

Amaranto: alimento fondamentale per gli Aztechi e gli Incas, riscoperto dagli occidentali negli anni 60.


Semi di canapa: cosa sono, effetti e valori nutrizionali

I semi di canapa sono prodotti dalla Cannabis sativa ma che non hanno il principio attivo a livello cognitivo. Hanno invece molti nutrienti e diversi potenziali effetti benefici.


Miele - Liquido o cristallizzato?

Il miele cristallizzato: quando il miele da liquido può andare incontro ad un processo di cristallizzazione?


Miele: il percorso dal nettare al vaso

Il miele: il dolcificante più antico, purtroppo poco consumato in Italia. Scopriamone tutti i segreti e le proprietà.

 


Quinoa: superfood o prodotto INUTILE?

La quinoa: uno pseudocereale considerato da molti un superfood per la qualità delle sue proteine, a nostro parere un cibo esotico inutile.


La dieta fast 5:2 (digiuno intermittente)

La dieta fast 5:2 (digiuno intermittente): è davvero possibile dimagrire con una forte restrizione calorica di soli due giorni la settimana?


Ionoforesi: definizione, applicazioni, vantaggi e svantaggi

La ionoforesi è una tecnica usata per la somministrazione dei farmaci attraverso la veicolazione di una corrente continua.


Smetana: la panna acida dell'Est Europa

La smetana è una panna acida prodotta in alcuni paesi dell'Europa centrale ed orientale. Accompagna diversi piatti, sia di carne che di verdure.