Palombo

Valori nutrizionali del palombo

Il palombo è un pesce d'acqua salata che appartiene alla famiglia dei Triachidi, il cui nome scientifico è Mustelus mustelus. Il palombo assomiglia ad uno squalo, anche se di dimensioni molto inferiori, può raggiungere, infatti, una lunghezza massima di 160 cm, mentre lo squalo raggiunge anche i 6 m e, anche se appartengono allo stesso ordine di pesci (gli squaliformi), il palombo è totalmente innocuo per l'uomo, anzi è un pesce molto socievole.

 

 

Il palombo ha un corpo affusolato, una grande pinna caudale sul dorso, cinque fessure branchiali, la pelle liscia ed una colorazione di solito di un grigio uniforme. Esiste solo una tipologia di palombo che presenta delle chiazze sul corpo più o meno scure ed è quella del palombo stellato.

Zone di diffusione del palombo

Palombo

Il palombo è un pesce diffuso in tutto il Mediterraneo, nel Mare del Nord e nell'Oceano Atlantico orientale, sulle coste che vanno dall'Irlanda alle isole Azzorre. Predilige i fondali fangosi e arenosi e nuota a medie profondità (fino a 600 m).

La pesca del palombo

La pesca del palombo è effettuata con reti a strascico, con palancari e con tremagli. La maggior parte delle catture avviene in Sicilia. Il suo stato di conservazione è stato dichiarato vulnerabile secondo la lista rossa delle specie minacciate dello IUCN [Unione Internazionale per la Conservazione della natura]. È reperibile durante tutto l'anno.

 

 

Il palombo in cucina

Le carni del palombo sono molto apprezzate. Tra tutti gli squaliformi è senza dubbio il più gustoso e spesso accade che altri pesci di specie simili, per esempio lo smeriglio, vengano spacciati per palombo, cosa assai semplice da realizzare visto che il palombo viene immesso sul mercato già a fette.

Bisogna imparare a riconoscerlo dal fatto che è totalmente privo di lische ed ha una colonna vertebrale a forma di croce con bracci frastagliati. Ovviamente non tutti i pescivendoli hanno questa tendenza a voler 'fregare' i clienti e non è escluso che lo si trovi in vendita intero.

Le sue carni sono deliziose ed hanno la caratteristica di avere un lievissimo sapore di pesce, il palombo è infatti noto come "vitello di mare", il cui gusto è più simile a quello della carne bianca.

Le fette si prestano a varie preparazioni, impanate o infarinate e cucinate fritte o in forno. Sono ottime in umido, in zuppe, non dimentichiamo che il palombo è uno degli ingredienti essenziali per un buon caciucco, o accompagnate da fagioli, patate o piselli. In alcune preparazioni, il palombo può essere usato per sostituire il più pregiato (e costoso) pesce spada.

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Alimentazione

Polli allevati a terra o all'aperto: quali sono le differenze?

L'allevamento dei polli a terra o all'aperto presenta notevoli differenze, sia per quanto riguarda le modalità, sia per la salubrità degli alimenti prodotti.

Meduse in cucina

Le meduse in cucina: una novità per noi Occidentali, entrate a far parte dell'elenco dei "novel foods", ma una tradizione in Asia.

Fitoplancton come alimento

Il fitoplancton marino: l'alimento del futuro, il cibo che più sta destando curiosità tra i grandi chef.

Dieta per le gengive infiammate

La dieta per le gengive infiammate consiste in cibi e nutrienti che possono prevenire e rallentare l'infiammazione, bisogna inoltre evitare alcuni alimenti.

 

Caffè espresso

Caffè espresso: la preparazione del classico caffè italiano con la macchina da caffè espresso

Storia del caffè in Italia: tra leggenda e reali innovazioni

Il caffè è diventato simbolo di un'abitudine tutta italiana ma la sua origine è in Oriente. Nel corso del tempo è diventato simbolo di socialità ma la sua diffusione ha avuto ostacoli.

Riso

Il riso è il cereale più diffuso al mondo e originario dell'Asia.

Mindful eating: alimentarsi in ottica mindfulness

Negli ultimi anni si è assistito a un crescente interesse per mindfulness, una pratica che sarebbe alquanto riduttivo definire in poche parole.