Salsa parigina o alemanna

La salsa parigina è una vellutata comune alla quale si aggiungono tuorli d'uovo, limone e spezie, è una salsa molto delicata, che fa parte delle salse di base della cucina internazionale.

 

 

La salsa parigina viene usata in abbinamento a ingredienti delicati e a preparazioni semplici, come per esempio le uova sode, il pollo o il pesce bolliti, le verdure gratinate.

Viene detta anche salsa bianca o salsa alemanna, anche se erroneamente dato che il termine "alemanno" sta per "uomo tedesco" e questa salsa è stata inventata in Francia! La cosa più buffa è che i francesi la chiamano alemanna (cioè tedesca), mentre i tedeschi la chiamano parigina... In Italia usiamo entrambi i nomi indifferentemente. 

Storia e origini della salsa parigina

salsa parigina o alemmanna

La salsa parigina nasce nella città di Parigi nei primi anni del Settecento, quando il cuoco di Re Luigi XIV la inventò per un banchetto dove aveva previsto come seconda portata il luccio bollito servito con sause d'Allemagne". Pubblicò la ricetta della salsa nel 1705 nella quale prevedeva l'aggiunta di un fumetto di funghi, di tartufi a scaglie e di funghi spugnole.

Molti altri chef presero spunto da questa ricetta e continuarono a riproporla con il nome di salsa alemanna anche se i funghi e i tartufi non sempre erano previsti.

Solo nel 1934 il famosissimo chef francese, Auguste Escoffier, nel suo libro sulle salse (ne elencava circa un centinaio), le cambiò nome in "sauce parisienne" rivendicando la sua origine parigina, anche se ancora oggi in molti la chiamano "sauce allemande".

 

 

Varianti della salsa parigina

La preparazione più comune della salsa parigina prevede di fare prima una vellutata comune, ossia una salsa madre, un fondo chiaro, poi di unirvi i tuorli d'uovo, il succo di limone e la noce moscata.

Esistono, però, delle varianti più elaborate a seconda del piatto al quale la salsa alemanna si deve accompagnare, per esempio con l'aggiunta di funghi o tartufi come da tradizione e ideale per la carne di pollo, oppure di rafano (dando origine alla salsa al rafano) indicata con la carne di maiale, oppure di un fumetto di pesce se la si vuole abbinare al pesce bollito.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Alimentazione


Frutta esotica: elenco completo e come sceglierla

Colorata, dalle forme strane e con un gusto molto gradito, la frutta esotica esiste di moltissime tipologie, alcune delle quali crescono anche in Italia.


Migliori diete del 2020: la classifica americana

La classifica delle migliori diete del 2020 è stata stilata da un portale americano di informazione, servendosi del supporto di esperti del settore salute.


Glifosato nel grano: tra bufale ed accordi internazionali

Il glifosato nel grano, specie in quello canadese, è stato oggetto di diversi dossier che si sono rivelati poi delle bufale.


Glifosato negli alimenti: dove si trova e come evitarlo

Il glifosato è un erbicida usato in agricoltura che potrebbe causare il cancro nell'uomo: ecco in quali alimenti si trova e come evitarlo.

 


Clinto: storia e caratteristiche del vino proibito

Il Clinto non appartiene alla specie solitamente usata per la produzione del vino comune. La sua diffusione è ostacolata da leggi italiane ed europee.


Uva fragola: caratteristiche e proprietà dell’uva dei climi freddi

L’uva fragola ha sapore e profumo molto particolari ma la legislazione italiana ne impedisce la diffusione, specie del vino da essa derivato: il Fragolino.


Coppiette di maiale romane: storia e come si mangiano oggi

Le coppiette di maiale romane sono un’antica ricetta romana diffusasi poi oggi in tutta Italia. Nascono per l’esigenza di conservare la carne.


Dieta nordica o dei Vichinghi: la sfida alla dieta Mediterranea

La dieta nordica è molto simile a quella mediterranea e si basa sul minor consumo di alimenti animali, privilegiando quelli vegetali e locali.