Problemi di crescita nel bambino

Indice delle risposte pubblicate

Mio figlio di 19 mesi persa 9.3 Kg per un'altezza di 77 cm. Durante la giornata mangia a colazione 200ml di latte di crescita con 2 biscotti, a pranzo 250 ml di passato di verdura con un omogeneizzato di carne e due-tre cucch. di pastina con olio e parmigiano più la frutta, la sera idem con però il formaggino.Al termine la frutta. A volte la pastasciutta , il prosciutto ed altri alimenti della nostra cucina. A merenda o dei biscotti, o yogurt. Talvolta fa i capricci per mangiare. E' un bambino molto attivo e sveglio. Tengo a precisare che alla nascita pesava 2.600 Kg e 46 cm di altezza. Anamnesi familiare: anoressia materna. La domanda è: è troppo piccolo per la sua età, non mangia a sufficienza? La ringrazio anticipatemente.

 

 

Gentile signora,

da quello che racconta, l'alimentazione di suo figlio sembra abbastanza equilibrata per quantità di calorie, sicuramente persino eccessiva per contenuto in proteine, semmai un po' deficitaria per il contenuto in calcio (soprattutto i giorni in cui la merenda con lo yogurt è sostituita da biscotti).

Ipunti di riferimento della crescita (nascita, 19 mesi) sono un po' pochi per darle una risposta certa, così come lo è la mancanza di informazioni sulle dimensioni sue e del papà, e sulle vostre modalità di crescita quando eravate bambini.

Tuttavia *se* a 1 anno il peso è stato di circa 8 kg o poco meno e la lunghezza di circa 70-71, allora il peso e l'altezza attuali sono abbastanza congrui.

 

 

Al di là delle misure, ricordi infatti che l'appropriatezza dell'accrescimento di un bambino sta nel suo essere regolare, non nella misura raggiunta, che è comunque un fatto abbastanza individuale.

L'anoressia non è una stimmate che passa di generazione in generazione.

E lei non mi dice, peraltro, se il problema è stato risolto (e quanto tempo fa), oppure è semplicemente sotto controllo, oppure se è tuttora presente.

Ritengo che ciò che inevitabilmente passerà a suo figlio è un approccio col cibo che sarà quello suo/vostro; la miglior prevenzione dei DCA (Disturbi del Comportamento Alimentare) che si possa fare passa attraverso l'intero spettro dei rapporti intrafamiliari: se lei ha tuttora un rapporto problematico col cibo, ma il papà no, ad esempio, non sarebbe male che la gestione dell'alimentazione del bambino passasse attraverso tutti e due, e qualunque siano i personali orientamenti di ognuno di voi, è fondamentale che di fronte a lui voi siate "realmente" una cosa sola, sostenendovi a vicenda qualunque sia la decisione, anche sbagliata, che su un singolo aspetto uno dei due prenda. il tempo per correggere il tiro dovete trovarlo tra voi, NON con il piccolo.

Ma forse le dico cose ovvie e che lei ha già superato o applicato da un pezzo... Sperando di esserle stato utile,

La saluto cordialmente e le formulo i migliori auguri.

Andrea Vania

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Posta dei visitatori


La dieta Lemme: geniale o banale?

Dieta Lemme: la dieta del farmacista di Desio basata su spaghetti insipidi a colazione.


Eritritolo: un nuovo dolcificante

Ho trovato un prodotto che mi ha incuriosita, il Lakanto, un dolcificante usato e proveniente dal Giappone...


Uova a colazione

Uova a colazione: per tutta la vita ho trovato disgustosa la colazione all'italiana fatta di marmellate, cornetti, latte ecc...


Alimentazione e sport serale

Che tipo di cena potrebbe fare per poter avere una "veloce" digestione dopo lo sport serale?

 


Facciamo confusione...

Come se già non ce ne fosse abbastanza. E poi ci si lamenta se crescono i problemi dovuti al rapporto tra la persona e il proprio peso.


Qualità del gelato

Ultimamente faccio caso alla tabella degli ingredienti ormai presente in molte gelaterie artigianali...


Alimentazione per crescita muscolare

La giusta alimentazione per la crescita muscolare senza incappare in pregiudizi alimentari.


Il miele fa bene... Ma non per la tosse!

Salve ho letto il vostro articolo e sono andata anche nel sito dell'istituto nazionale apicoltura, che avevate sottolineato...