Oli vegetali e alimenti per bambini

Indice delle risposte pubblicate

Vorrei sapere se quando sulle etichette dei prodotti viene indicato la dicitura oli vegetali e' consentito dalla legge e regolare a tutti gli effetti. Mi spiego meglio, ho la necessita' di dare a mio figlio prodotti contenti olio di girasole ma non di mais, al momento escludo a priori se viene riportato olio vegetale e cosi' si restringe notevolmente il campo degli alimenti che posso permettermi di acquistare ed avendo a che fare con l'alimentazione di un bambino non si tratta di una situazione per niente simpatica. Quando si parla di olio vegetale si esclude comunque l'olio di oliva?

 

 

Cara Simonetta,

la dicitura "oli vegetali" purtroppo è regolare a tutti gli effetti, nonché largamente usata da moltissimi produttori.

Tale dicitura significa semplicemente che in quel prodotto vengono usati oli di origine vegetale non ben identificati.

Utilizzando la regola che se il produttore non si tira la zappa sui piedi, ovvero se utilizzasse un solo tipo di olio di qualità superiore lo indicherebbe in etichetta, possiamo dedurre le seguenti cose sulle varie diciture:

1) OLI/GRASSI VEGETALI IDROGENATI o MARGARINA: mix di oli (frequentemente palma, cocco, arachide, soia, colza) ottenuti per raffinazione e successivamente idrogenati.

2) OLI/GRASSI VEGETALI: mix di oli (frequentemente palma, cocco, arachide, soia, colza) ottenuti per raffinazione.

3) OLIO DI SEMI DI (MAIS O GIRASOLE O ECC.): olio ottenuto da una sola pianta, sempre per raffinazione.

 

 

4) OLIO DI OLIVA O DI SANSA DI OLIVA: olio di oliva ottenuto per raffinazione con aggiunta di una % di olio extravergine.

5) OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA: olio di oliva spremuto meccanicamente.

6) OLIO DI SEMI DI (MAIS O GIRASOLE O ECC.) SPREMUTO MECCANICAMENTE A FREDDO: olio di semi ottenuto da una sola pianta e spremuto meccanicamente.

Nel tuo caso per evitare problemi a tuo figlio devi eliminare tutti i prodotti appartenenti alla categoria 1) e 2), noi consigliamo di eliminare anche le categorie 3) e 4) e limitarsi solo al consumo di oli spremuti meccanicamente, o di burro. Il perché lo puoi leggere in questa pagina:

/alimentazione/cibi/olio/raffinazione.htm

Lo so che in questo modo la tua possibilità di scelta viene drasticamente limitata, ma se cediamo a questo ricatto è la fine, non cambierà mai nulla. Le aziende serie che fanno prodotti di qualità esistono: identifichiamole e limitiamoci a quelle. Prima o poi tanti consumatori faranno questa scelta e le aziende che vogliono rimanere sul mercato abbandoneranno gli oli di scarsa qualità. Un esempio classico è quello della Nutella, prodotta con oli vegetali, e la crema Novi, prodotta solo con nocciole. Nel nostro picccolo possiamo aiutare l'accelerazione di questa svolta, sia facendo noi stessi le scelte giuste quando facciamo la spesa, sia divulgando queste informazioni ai nostri amici, parenti e conoscenti. Per aiutare in questo abbiamo istituito le campagne contro i grassi trans e i nitriti nelle carni conservate.

< />   < />  

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Posta dei visitatori


La dieta Lemme: geniale o banale?

Dieta Lemme: la dieta del farmacista di Desio basata su spaghetti insipidi a colazione.


Eritritolo: un nuovo dolcificante

Ho trovato un prodotto che mi ha incuriosita, il Lakanto, un dolcificante usato e proveniente dal Giappone...


Uova a colazione

Uova a colazione: per tutta la vita ho trovato disgustosa la colazione all'italiana fatta di marmellate, cornetti, latte ecc...


Alimentazione e sport serale

Che tipo di cena potrebbe fare per poter avere una "veloce" digestione dopo lo sport serale?

 


Facciamo confusione...

Come se già non ce ne fosse abbastanza. E poi ci si lamenta se crescono i problemi dovuti al rapporto tra la persona e il proprio peso.


Qualità del gelato

Ultimamente faccio caso alla tabella degli ingredienti ormai presente in molte gelaterie artigianali...


Alimentazione per crescita muscolare

La giusta alimentazione per la crescita muscolare senza incappare in pregiudizi alimentari.


Il miele fa bene... Ma non per la tosse!

Salve ho letto il vostro articolo e sono andata anche nel sito dell'istituto nazionale apicoltura, che avevate sottolineato...