Cosa sono i "difetti" negli alimenti?

Indice delle risposte pubblicate

Buongiorno, aprendo una forma di parmigiano si è presentata insolitamente con tanti buchi tipo un alveare. Potete dirmi di che si tratta? Vi ringrazio anticipatamente.

 

 

I buchi di cui parli sono "occhiature" cioè bolle di gas che si sviluppano nei formaggi a causa di fermentazioni batteriche di vario genere. Quelle più conosciute e di dimensioni più grandi le troviamo nell'Emmentaler, e sono dovute a fermentazioni propioniche che conferiscono al formaggio la classica tendenza dolce. Se il parmigiano in questione ha un gusto che ricorda l'emmentaler... Allora le fermentazioni che hanno causato l'occhiatura sono propioniche.

Il parmigiano non dovrebbe avere occhiature evidenti (in genere ne ha di piccolissime, visibili solo se si analizza attentamente la pasta), dunque ci troviamo di fronte a un difetto. Il discorso è interessante perché non tutti hanno ben chiaro il significato di difetto in un prodotto. Infatti se non stabiliamo esattamente le caratteristiche che deve avere un prodotto e quelle che NON deve avere, è difficile dire che una determinata caratteristica è un difetto. Nel disciplinare del Parmigiano-Reggiano si legge che il gusto deve essere "tipico"... Ma che cavolo di descrizione è?!?!? In realtà, gli assaggiatori di parmigiano sanno che questo formaggio non dovrebbe essere né amaro, né piccante: queste due caratteristiche sono difetti.

 

 

Inoltre, quello che sulla carta è un difetto, per molte persone potrebbe essere un pregio e viceversa. Prendiamo l'olio extravergine di oliva: la maggioranza degli italiani consuma oli con evidenti difetti (stabiliti per legge, non da fanatici gourmet!) che sul mercato non potrebbero nemmeno essere venduti come extravergini: questi soggetti di fronte a un olio da concorso rimarrebbero scioccati da quanto è amaro e piccante e lo riterrebbero pessimo!

Partendo dal concetto fondamentale che i gusti sono personali, il giusto approccio a mio parere prevede di informarsi, capire come dovrebbe essere un prodotto, provarne di diversi, e soprattutto consumarli nella zona di origine se capita di andarci (o di farsi comprare il prodotto da amici e parenti, o farselo spedire). In questo modo possiamo avere un quadro preciso riguardo al gusto di quell'alimento. Poi, possiamo continuare a preferire quello con difetti... De gustibus appunto. Ma almeno è stata una scelta consapevole.

 

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Posta dei visitatori

Total Immersion: il nuoto "reinventato"

Il metodo di allenamento Total Immersion: il nuoto "reinventato" che permette di fare meno bracciate per vasca.

Il miele fa bene... Ma non per la tosse!

Salve ho letto il vostro articolo e sono andata anche nel sito dell'istituto nazionale apicoltura, che avevate sottolineato...

Formaggio di capra e colesterolo

Discussione sulla veridicità dell'affermazione che il formaggio di capra non conterrebbe colesterolo.

Perseverare è diabolico

Ho un dubbio che mi turba da molto tempo, sono un ragazzo che ha fatto parecchie volte diete drastiche con risultati ottimi in breve tempo...

 

Il calcolo della massa grassa

Mi chiedevo come sia possibile che una semplice bilancia misuri anche il metabolismo, la massa grassa, magra ecc...

La dieta Lemme: geniale o banale?

Dieta Lemme: la dieta del farmacista di Desio basata su spaghetti insipidi a colazione.

Eritritolo: un nuovo dolcificante

Ho trovato un prodotto che mi ha incuriosita, il Lakanto, un dolcificante usato e proveniente dal Giappone...

Uova a colazione

Uova a colazione: per tutta la vita ho trovato disgustosa la colazione all'italiana fatta di marmellate, cornetti, latte ecc...

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.