Resistenza dell'uovo

Indice delle risposte pubblicate

Ciao a tutti, avrei un quesito da porvi. Ieri sera ero in pizzeria con alcuni amici e non so come, all'improvviso ci siamo messi a parlare delle uova di gallina. Una nostra amica sosteneva che l'uovo non si può rompere se lo si comprime dai due poli. Lo sanno tutti.... naturalmente! Ma la mia domanda è: 1 - perchè l'uovo non si rompe, premendolo (con forza umana) dai due poli opposti? 2 - quanta pressione può sopportare un uovo(anche non umana, quindi ammettiamo di metterlo in una morsa)prima di rompersi? Però devo chedervi, sempre se avete voglia di rispondermi, di darmi delle risposte scientifiche, tipo formule di fisica ecc... Grazie per l'attenzione.

 

 

L'uovo è fatto con un guscio calcareo, dalle caratteristiche meccaniche simili a quelle del cemento: si tratta di materiali molto resistenti a compressione e poco resistenti a trazione. Il guscio di un uovo, complice anche il fatto che è molto sottile, può spaccarti un dente se lo mastichi di taglio, mentre di piatto lo frantumi senza accorgertene o quasi.

Questa scarsa resistenza a trazione determina anche una scarsa resistenza a flessione, poiché quando fletti una trave una zona è soggetta a trazione e una a compressione. La rottura parte sempre dalla zona soggetta a trazione (se appoggi le estremità di un tronco su due supporti e applichi una forza al centro dall'altro verso il basso, la crepa si forma nella parte inferiore, opposta a quella di applicazione del carico, che è quella soggetta a trazione).

 

 

Nel caso dell'uovo la forma, in associazione alle caratteristiche del materiale, determina la sua grande resistenza a compressione: applicando un carico ai poli, lo sforzo sul guscio è prevalentemente di compressione, perché lo sforzo di flessione è proporzionale alla distanza tra l'asse di applicazione del carico e la superficie dell'uovo più lontana da esso.

Se schiacci l'uovo dal suo equatore, la distanza dai poli è molto maggiore e lo sforzo di flessione, che è proporzionale a tale distanza, è svariate volte maggiore, il che rende l'uovo molto meno resistente.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Posta dei visitatori


Perseverare è diabolico

Ho un dubbio che mi turba da molto tempo, sono un ragazzo che ha fatto parecchie volte diete drastiche con risultati ottimi in breve tempo...


Il calcolo della massa grassa

Mi chiedevo come sia possibile che una semplice bilancia misuri anche il metabolismo, la massa grassa, magra ecc...


La dieta Lemme: geniale o banale?

Dieta Lemme: la dieta del farmacista di Desio basata su spaghetti insipidi a colazione.


Eritritolo: un nuovo dolcificante

Ho trovato un prodotto che mi ha incuriosita, il Lakanto, un dolcificante usato e proveniente dal Giappone...

 


Uova a colazione

Uova a colazione: per tutta la vita ho trovato disgustosa la colazione all'italiana fatta di marmellate, cornetti, latte ecc...


Alimentazione e sport serale

Che tipo di cena potrebbe fare per poter avere una "veloce" digestione dopo lo sport serale?


Facciamo confusione...

Come se già non ce ne fosse abbastanza. E poi ci si lamenta se crescono i problemi dovuti al rapporto tra la persona e il proprio peso.


Qualità del gelato

Ultimamente faccio caso alla tabella degli ingredienti ormai presente in molte gelaterie artigianali...