Ciliegie sotto spirito

Le ciliegie sotto spirito sono una ricetta classica e tradizionale della cucina italiana e non solo. Le ciliegie, raccolte in estate, vengono messe sotto spirito, a macerare con la grappa, l'acquavite, il brandy o un altro liquore, così che si possano mantenere fino a tutto l'inverno.

 

 

Praticamente ogni nonna e ogni famiglia ha una sua ricetta per preparare le ciliegie sotto spirito che sono un "mangia e bevi", ossia si possono gustare le ciliegie e si può anche bere il succo alcolico che ne deriva dopo la macerazione.

Le ciliegie sotto spirito vengono usate per lo più per decorare torte e dolci vari, sopra il gelato alla crema o alla vaniglia, oppure a fine pasto abbinate al caffè come digestivo.

Ma quali ciliegie scegliere tra le tante tipologie in commercio?

Le ciliegie più adatte per essere fatte sotto spirito sono i duroni: il Nero di Vignola IGP, la Marca, e le tante altre varietà di ciliegie moderne, data la loro pezzatura grande, il loro sapore dolce e la consistenza soda.

Non solo le ciliegie vengono fatte sotto spirito, ma anche altri frutti, come le amarene, le albicocche, le arance, i mandarini, le castagne (solitamente abbinate al rum) o i mirtilli.

 

 

Ricetta delle ciliegie sotto spirito

Ciliegie sotto spirito

Prima di procedere con la preparazione delle ciliegie sotto spirito occorre munirsi di qualche vasetto a chiusura ermetica (3 da 500 g) e sanificarlo (come descritto in questo articolo)

Se piacciono un po' speziate si possono aggiungere i chiodi di garofano, la cannella e anche qualche scorza di arancia e/o limone.

 

 

Ingredienti

  • 1 kg di duroni
  • 500 ml di grappa, vodka o altro liquore
  • 350 ml di acqua
  • 220 g di zucchero 
  • 5 g di chiodi di garofano, cannella, scorza di arancia (facoltativo)

Procedimento: Scegliere le ciliegie più belle e sode, senza imperfezioni, lavarle sotto l'acqua corrente e asciugarle delicatamente. Volendo si può lasciare il gambo, altrimenti lo si toglie. Mettere i duroni nei vasetti, quindi a parte preparare lo sciroppo di zucchero in un pentolino portando ad ebollizione l'acqua insieme allo zucchero. Una volta ottenuto uno sciroppo limpido ed omogeneo versarlo in una brocca e mescolarlo alla grappa, quindi travasarlo nei barattoli dove sono state adagiate le ciliegie. Aggiungere le spezie a piacere e chiudere i vasetti ermeticamente.

Le ciliegie sotto spirito vanno conservate in luogo fresco e asciutto, scuotendo il vasetto una volta ogni due settimane e andrebbero mangiate dopo che sono passati almeno 2 mesi.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Cucina


Risi e bisi

Risi e bisi, il risotto con piselli, un primo piatto tipico della cucina veneta.


Paste di meliga

Le paste di meliga, i frollini piemontesi tipici del cuneese.


Potacchio (ricetta marchigiana)

La ricetta marchigiana del potacchio: carne, pesce o verdure brasate in padella.


Polenta cotta al microonde

La polenta cotta al microonde presenta un grande vantaggio rispetto alla polenta istantanea. Scopriamolo insieme.

 


Polenta al gorgonzola

La polenta al gorgonzola: una ricetta molto saporita che può avere tantissime varianti, tipica del Nord Italia.


Frittata (omelette) di albumi e formaggio light - Cucina Sì

La omelette di albumi e formaggio è una variante leggermente più elaborata della frittata di albumi e formaggio.


Frittata di albumi e pancetta light - Cucina Sì

La frittata di albumi è un classico della cucina light, ma nessuno la propone con la pancetta.


Mezze penne con ragù e peperoni

Mezze penne con ragù e peperoni - Primi piatti Sì