Soufflé al formaggio

Guarda il video >>

Il soufflé al formaggio è uno dei grandi classici della cucina francese, dove prende il nome di soufflé au fromage. La ricetta del soufflè è stata ideata e perfezionata dallo chef Antonin Carême durante l'Ottocento. In Francia si usa mangiare il soufllè come piatto principale e viene servito dentro dei ramequin (gli stessi contenitori dove viene cotto) di circa 8 cm di diametro, considerati una monoporzione. 

 

 

Il soufflè al formaggio deve rispettare dei requisiti tipici di ogni soufflè, deve essere soffice e dalla forma bombata a funghetto, caratteristiche che vengono conferite soprattutto dagli albumi montati a neve.

Quale formaggio scegliere?

La risposta è...dipende dai gusti. Solitamente viene usato il Parmigiano grattugiato, oppure in sostituzione il Grana Padano, ma si può anche optare per un pecorino stagionato grattugiato, se piacciono i gusti più decisi. Inoltre, come formaggio protagonista del piatto si può usare l'emmental, dal sapore dolciastro, ma anche un taleggio o una fontina, che hanno gusti decisamente più intensi. Noi proponiamo la nostra ricetta con il gorgonzola, un abbinamento perfetto che combina la dolcezza dell'impasto all'aromaticità e piccantezza del gorgonzola.

In un altro articolo abbiamo proposto anche la versione del soufflè alla mozzarella cotto al microonde.

Ricetta del soufflé al formaggio (parmigiano e gorgonzola)

Souffle formaggio gorgonzola parmigiano

La ricetta di ogni sufflè prevede due parti essenziali: una crema (fatta di solito con burro, farina e latte) e albumi montati a neve da incorporare delicatamente. Questa base può essere poi arricchita con i formaggi che abbiamo scelto.

La ricetta che propongo prevede la composizione di 4 sufflè monoporzione, cotti dentro dei ramequin separatamente.

Autore:

Tempo di preparazione:

Tempo di cottura:

 

 

Tempo totale:

Ingredienti per 4 persone

  • 200 g di latte parzialmente scremato
  • 3 tuorli d'uovo 
  • 3 albumi d'uovo 
  • 30 g di burro
  • 30 g di farina di frumento
  • 30 g di Parmigiano grattugiato
  • 30 g di gorgonzola
  • sale e pepe q.b.

Preparazione

Imburrare e infarina 4 contenitori per i soufflé (ramequin). Sciogliere il burro in una casseruola, appena sobbolle aggiungere la farina setacciata ed amalgamare il tutto finchè l'impasto non sarà omogeneo. Unire il latte poco alla volta sempre continuando a mescolare fino alla formazione di una crema. A questo punto spegnere la fiamma e unire il gorgonzola a dadini e il parmigiano grattugiato. Aggiungere anche i tuorli d'uovo e sistemare di sale e pepe.
A parte in un'altra ciotola montare gli albumi a neve e incorporarli al composto delicatamente, poco per volta, mescolando dal basso verso l'alto per non farli smontare.
Versare il composto nei 4 ramequin senza riempirli fino all'orlo ma lasciando circa 1 cm di spazio libero dal bordo dal momento che durante la cottura i soufflé si gonfieranno. Volendo si può spolverizzare la superficie con pepe macinato e altro parmigiano grattugiato. 
Cuocere in forno già caldo per 25 minuti. Servire subito, altrimenti si sgonfieranno.

Informazioni nutrizionali per porzione

 

Energia

202 kcal - 844 KJoule

 

Proteine ad alto VB 

10 g

Proteine

11 g - 21%

Carboidrati

9 g - 17%

Grassi

14 g - 61%

di cui

 

saturi

7.6 g

monoinsaturi

3.9 g

polinsaturi

0.9 g

Fibre

0 g

Colesterolo

166 mg

Sodio

135 mg

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Cucina


Yogurt fatto in casa (denso e senza yogurtiera)

Lo yogurt fatto in casa, denso, senza yogurtiera e senza starter microbici, in modo economico, semplice e veloce.


Savoiardi fatti in casa

I savoiardi, i famosi biscotti piemontesi usati come base per il tiramisù o la zuppa inglese.


Baccalà alla portoghese (ricette)

Il baccalà alla portoghese: alcune ricette tipiche tra cui quella del bacalhau a bras.


Tiramisù light con la ricotta

Tiramisù light con la ricotta: tutti i segreti per preparare un tiramisù con la metà delle calorie rispetto all'originale.

 


Sfrappole di carnevale (o frappe, chiacchiere, galani...)

Sfrappole, frappe, chiacchiere, galani, bugie, cenci, fritole: tanti nomi per uno stesso prodotto, i classici dolci fritti di carnevale.


Cotoletta alla bolognese

La cotoletta alla bolognese: un secondo tradizionale tipico del città di Bologna molto ricco di calorie.


Cucina Wellness (Evolution): tanto marketing e poco arrosto?

La cucina wellness, oggi ribattezzata cucina evolution, è un modello di cucina salutistica ideato dalla nutrizionista Chiara Manzi.


Trippa alla romana

La trippa alla romana, il piatto povero del sabato laziale.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.