Salvia fritta

La salvia è un'erba aromatica (salvia officinalis) che si presta a numerosi tipi di preparazione, tra cui la frittura: in pastella, semplicemente infarinata, cosparsa di pan grattato, abbinata a mozzarella e acciughe o come rivestimento di involtini di pancetta o prosciutto...sono tanti i modi di preparare la salvia fritta.

 

 

Anche le semplici foglie di salvia fritte da sole sono un antipasto sfizioso e facile da preparare.

Chiunque abbia una pianta di salvia in balcone o nell'orto sa questa pianta è particolarmente rigogliosa e produce foglie in abbondanza, quindi consiglio di raccoglierle prima della fioritura quando sono sane e profumate, per poi utilizzarle in cucina.

La salvia è una pianta tipica della macchia Mediterranea e viene usata soprattutto nel centro-sud Italia (Emilia-Romagna, Toscana, Lazio, Marche).

Di seguito propongo due ricette diverse a base di salvia fritta.

Ricetta delle foglie di salvia fritte con pastella

 

 

Salvia fritta

Questa ricetta prevede che le foglie siano immerse nella pastella prima di essere fritte. La pastella si può preparare o con la birra o con l'acqua frizzante, così che l'anidride carbonica possa creare un effetto più soffice e leggero. 

Ingredienti per 4 persone

  • 100 g di farina
  • 24 foglie di salvia fresca
  • 100 ml di birra o di acqua frizzante
  • olio di semi di arachide per friggere q.b.
  • sale q.b.

Procedimento

Preparare la pastella mescolando la farina con la birra (o l'acqua frizzante) aiutandosi con una frusta. lasciare riposare la pastella per almeno 30 minuti. Lavare ed asciugare le foglie di salvia. Immergerle nella pastella fatta rianimare con la frusta e friggerle in abbondante olio bollente per pochi secondi.

Servire calde, sistemando di sale secondo i gusti e magari abbinate a cubetti di mortadella.

Ricetta degli involtini di salvia, mozzarella e acciughe fritti

Autore:

Tempo di preparazione:

Tempo di cottura:

Tempo totale:

Involtini di salvia

Ingredienti per 4 persone

  • 50 g di farina
  • 16 foglie di salvia fresca
  • 1 mozzarella
  • 8 filetti di acciughe
  • olio di semi di arachide per friggere q.b.
  • sale e pepe q.b.
  • 10 g di pangrattato
  • 1 uovo

Procedimento

Lavare le foglie di salvia e asciugarle con carta assorbente. Tagliare la mozzarella in 8 cubetti. Preparare gli involtini avvolgendo lo spicchio di mozzarella nel filetto di acciuga e in 2 foglie di salvia. In totale ho calcolato 8 involtini.

 

 

Passare gli involtini nella farina, nell'uovo sbattuto e nel pan grattato come nella frittura tradizionale.

Friggerli in olio bollente per pochi secondi, quindi scolarli, asciugarli e sistemarli di sale e pepe.

Informazioni nutrizionali per porzione

 

Energia

344 kcal - 1438 KJoule

 

Proteine ad alto VB 

14 g

Proteine

16 g - 18%

Carboidrati

12 g - 14%

Grassi

26 g - 68%

di cui

 

saturi

9.4 g

monoinsaturi

7.7 g

polinsaturi

6.9 g

Fibre

0 g

Colesterolo

80 mg

Sodio

166 mg

 

 

Ultimi articoli sezione: Cucina

Pancake proteici (senza proteine in polvere)

Pancake proteici: le diverse strategie per migliorare le caratteristiche nutrizionali dei pancake, senza l'utilizzo di proteine in polvere.

Flan parisien - Ricetta light senza panna

Il flan parisien, o patissier, è un dolce da forno tipico della cucina francese, qui proposto nella versione light, senza panna.

Tortellini di Valeggio - Storia e ricetta

I tortellini di Valeggio sul Mincio sono una specialità che non tutti conoscono, a base di pasta all'uovo ripiena di carne mista.

Tortellini bolognesi - Ricetta tradizionale

I tortellini: il primo piatto must della cucina emiliana conosciuto in tutto il mondo.

 

Pasta con tonno e piselli cremosa (SENZA PHILADELPHIA)

La pasta al tonno con piselli cremosa, senza panna né philadelphia: una delle varianti più gettonate della classica pasta al tonno.

Biscotti savoiardi vegan

Savoiardi vegan: un classico biscotto adattato alla variante vegana.

Crema chiboust

La crema chiboust è una base della pasticceria sconosciuta ai non addetti ai lavori, composta da crema pasticcera e meringa italiana.

Stoviglie in legno: lavaggio, vantaggi e divieti

Le stoviglie in legno hanno dei vantaggi anche in termini ecologici, ma bisogna adottare alcune strategie per evitare contaminazione microbica degli alimenti.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.