Zenzero marinato ricetta giapponese

Lo zenzero marinato (gari in giapponese) è una pietanza onnipresente in tutti i ristoranti che propongono sushi. Si tratta infatti del più famoso tsukemono, termine che indica tutte le verdure sott'aceto giapponesi.

 

 

Lo zenzero marinato è costituito da zenzero affettato molto sottilmente, e marinato in una soluzione di acqua, zucchero e aceto (cosa comune ai sott'aceti di tutto il mondo).

Il gari è sempre servito insieme al sushi e viene mangiato subito dopo, o tra un boccone e l'altro, per pulire il palato e prepararlo per gustare al meglio il boccone successivo.

Lo zenzero marinato giapponese ha una colorazione rosa, che si presenta naturalmente solo se si utilizza zenzero molto giovane o zenzero novello (shin-shōga). Il gari commerciale contiene nella quasi totalità dei casi coloranti naturali, che conferiscono artificialmente il colore rosa al prodotto.

 

 

Si pensa che lo zenzero marinato fosse utilizzato a causa delle sue proprietà antibiotiche, per contrastare le eventuali contaminazioni batteriche del pesce crudo. In realtà, se il pesce è davvero contaminato lo zenzero può ben poco, e molto difficilmente sarebbe in grado di evitare una intossicazione alimentare, soprattutto se stiamo parlando del problema più temuto dai mangiatori di pesce crudo, ovvero l'anisakis.

Proprietà dello zenzero marinato

Le proprietà benefiche dello zenzero marinato solo le stesse dello zenzero fresco. Lo zenzero è un antinausea  naturale e può avere effetti benefici per chi soffre di nausea o vomito a causa di particolari medicine, o nelle donne in gravidanza, o per alleviare la nausea post-chirurgica.

Ha anche proprietà antinfiammatorie, che potrebbero alleviare l'infiammazione in alcuni tipi di artrite.

Ovviamente se si vuole assumere lo zenzero come integratore per ottenere questi benefici bisogna rispettare le dosi consigliate, dunque non si può pensare di ottenere benefici assumendo ogni tanto lo zenzero marinato. Per vedere quali sono i dosaggi consigliati rimandiamo all'articolo sullo zenzero come integratore.

Dove comprare lo zenzero marinato

 

 

Ormai il sushi è talmente di moda che anche nei supermercati si può trovare molto facilmente lo zenzero marinato, nel reparto dei cibi esotici. In alternativa si può optare per i negozi di alimentazione orientale, presenti in tutte le grandi e medie città, oppure si può facilmente reperire su internet.

Conservazione dello zenzero marinato

Il gari commerciale è un prodotto sterilizzato, dunque si conserva a temperatura ambiente per molti mesi senza problemi. Una volta aperto, si conserva in frigorifero per almeno un mese da dopo l'apertura, bisogna solo fare attenzione affinché lo zenzero rimanga sempre immerso nella marinata.

Non necessita di conservanti, dunque leggete sempre gli ingredienti e verificatene l'assenza, spesso i prodotti cinesi e giapponesi contengono sorbato di potassio, innocuo ma inutile (dunque meglio evitarlo).

Ricetta dello zenzero marinato

Zenzero marinato

Autore:

Tempo di preparazione:

Tempo di cottura:

Tempo totale:

Ingredienti

  • 250 g di zenzero
  • 120 g di aceto di mele
  • 100 g di acqua
  • 35 g di zucchero di canna
  • 25 g di zucchero semolato
  • sale

Preparazione

Pelare lo zenzero e affettarlo con una mandolina a fette molto sottili. Metterlo in ammollo in acqua fredda, in un recipiente, per 15 minuti. Nel frattempo, preparare in una pentola un litro di acqua con un cucchiaino di sale, portare ad ebollizione e cuocervi lo zenzero per 2 minuti. Scolarlo e tenerlo da parte.

In una casseruola, scaldare ebollizione 100 g di acqua, lo zucchero di canna e semolato, mezzo cucchiaio di sale (circa 10 g), mescolare finché non sono sciolti, quindi togliere dal fuoco, aggiungere l'aceto, mescolare.

Mettere lo zenzero in un contenitore di vetro, coprirlo con la marinata appena preparata, chiudere e far riposare in frigorifero almeno 24 ore prima di consumare.

Può essere conservato in frigorifero per un paio di settimane.

Informazioni nutrizionali per 100 g di zenzero marinato

 

Energia

110 kcal

 

Proteine ad alto VB 

0 g

Proteine

0 g - 0%

Carboidrati

28 g - 100%

Grassi

0 g - 0%

di cui

 

saturi

0 g

monoinsaturi

0 g

polinsaturi

0 g

Fibre

2 g

Colesterolo

0 mg

Sodio

40 mg

 

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Cucina

Zeppole di San Giuseppe

Zeppole di San Giuseppe: i dolci tipici campani, diffusi un po' in tutto il sud Italia, a base di pasta per bignè che però viene fritta, dopo un passaggio in forno.

Busiate trapanesi (o busiata) - Ricetta

La busiata (o busiate): un formato di pasta siciliano da abbinare al pesto trapanese fatto con pomodori freschi, mandorle e basilico.

Crema pasticcera

La ricetta della crema pasticcera: la tecnica di preparazione, la scelta degli amidi, lo zucchero, i tuorli, i valori nutrizionali e le calorie.

Frittelle di mele - Gonfie e soffici

Le frittelle di mele sono un dolce tipico della regione Trentino Alto Adige, ma diffusa in tutta Italia. Scopri come farle gonfie e soffici!

 

Crema di nocciole proteica

Crema di nocciole proteica: una Nutella più saziante, proteica, meno calorica, adatta per gli spuntini golosi di chi vuole rimanere in forma.

Ricetta Rose del deserto con uvetta

Rose del deserto con uvetta: i biscotti di morbida pasta frolla avvolti con croccanti cornflakes, ricetta veloce, con o senza burro.

Pasticciotto leccese - Storia e ricetta originale

Pasticciotto leccese: la storia e la ricetta originale del dolce tipico pugliese a base di pasta frolla fatta con lo strutto, e crema pasticcera.

Gumbo (ricetta della Louisiana)

Il gumbo: una zuppa a base di riso, crostacei, carne e tante spezie tipica della cucina creola.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.