Pasta al sugo di gamberi e carciofi

La pasta al sugo di gamberi e carciofi è una ricetta di non facile realizzazione, richiede almeno un'ora per essere preparata, tuttavia se si vuole ottenere un risultato degno di un ristorante non si può prescindere dalla preparazione del brodo di gamberi, detta anche bisque, di certo non complicatissima da preparare ma che richiede senz'altro un po' di tempo.

 

 

Prima di scoprire come si prepara, vediamo come si presenta dal punto di vista nutrizionale.

Sì o No?

La cucina Sì propone ricette sazianti e ipocaloriche, senza rinunciare al gusto e soprattutto senza rinunciare ad alcun ingrediente, lo fa ponendo esclusivamente dei limiti alla densità calorica dei piatti.

In genere quando preparo ricette complesse e raffinate, con ingredienti costosi, lo faccio in occasioni particolari, per esempio quando invito gli amici a cena, situazioni durante le quali a tutto bisogna pensare, tranne che a cucinare ricette light, con una bassa densità calorica.

 

 

Questa ricetta non fa eccezione e dunque consiglio a tutti di non cercare di abbassare la densità calorica oltremodo, ma di godersi questo piatto ogni tanto, come eccezione alimentare.

C'è da dire, comunque, che questo è un piatto che si potrebbe tranquillamente declinare in versione "Sì", perché prevede l'utilizzo dei carciofim verdura molto favorevole per abbassare la densità calorica, e il brodo di gamberi che insaporisce il piatto con pochissime calorie. Basterebbe, dunque, ridurre l'olio a 3 cucchiai invece di 5, e aumentare i carciofi 500 g invece di 300, per ottenere una ricetta Sì con 120 kcal/hg. La ricetta proposta così com'è non è assolutamente una bomba calorica, avendo non più di 150 kcal/hg. Personalmente potrei anche mangiarla tutti i giorni senza alcun problema di linea. Ovviamente chi ha un dispendio più basso del mio (che è di circa 2500 kcal al giorno) non potrà permettersi piatti del genere tutti i giorni.

Se vuoi saperne di più riguardo la cucina Sì clicca qui. Qui invece troverai molte ricette Sì gratuite, per iniziare subito a ridurre le calorie ma non il gusto dei piatti!

La ricetta della pasta con gamberi e carciofi

Pasta con gamberi e carciofi

I gamberi da utiizzare in questa ricetta sono quelli di taglia L2, ovvero i gamberoni interi (con la testa), grandi ma non enormi. Consiglio quelli argentini, congelati a bordo, reperibili in tutti i supermercati e con un rapporto qualità/prezzo ottimo.

Per quanto riguarda i carciofi, per fare prima si possono utilizzare i cuori di carciofo surgelati o addirittura quelli già cotti al vapore, in vendita sottovuoto in molti supermercati, nel banco del fresco. Evitare quelli in scatola.

 

 

Il prezzemolo ovviamente sta bene su tutto, ma se volete dare un tocco di originalità alla ricetta utilizzate la menta, che sta benissimo con i carciofi, ma anche con i gamberi.

Autore:

Tempo di preparazione:

Tempo di cottura:

Tempo totale:

Ingredienti per 4 persone

  • 320 g di pasta corta
  • 1 kg di gamberoni interi
  • 300 g di carciofi (già puliti)
  • 300 g di pomodorini
  • 50 g di olio extravergine di oliva (5 cucchiai)
  • 1 cipolla bianca
  • 2 spicchi di aglio
  • 150 g di vino bianco secco
  • peperoncino fresco
  • prezzemolo (o menta)
  • sale

Preparazione

Preparare la bisque di gamberi: pulire i gamberi tenendo da parte carapace e teste. Scaldare due cucchiai di olio in una casseruola antiaderente di 28 cm, unirvi le teste e i carapaci e cuocerli a fuoco alto, mescolando spesso, per un paio di minuti, quando si sentirà in modo evidente l'odore di gamberi arrostiti unire acqua a coprire, portare ad ebollizione e cuocere a fuoco basso, coperto, per 20-25 minuti.

Mentre la bisque cuoce tritare la cipolla, tagliare i cuori di carciofo in 8 parti (4 se sono piccoli), tagliare i pomodorini in 4 parti, tritare l'aglio e il peperoncino, tritare il prezzemolo. Tagliare i gamberi in due parti nel senso della lunghezza e rimuovere il budello.

In una casseruola antiaderente di 28-32 cm scaldare la metà dell'olio e soffriggere i gamberi per un paio di minuti, mescolando per cuocerli da ambo i lati. Toglierli dalla padella con l'aiuto di una ramina e metterli da parte.

Unire il resto dell'olio e soffriggere la cipolla per un paio di minuti, quindi salare e unire l'aglio e il peperoncino, cuocere ancora per un minuto, quindi sfumare col vino, versare tutta la bisque di gamberi, portare ad ebollizione e unire i carciofi.

Cuocere per 10 minuti, scoperto e a fuoco medio-alto, deve bollire energicamente perché il brodo deve evaporare velocemente. Dopo 5 minuti, buttare la pasta in acqua salata e unire anche i pomodorini. Salare leggermente.

Scolare la pasta un paio di minuti prima della cottura e unirla al sugo, che deve essere ancora bello liquido, continuare a cuocere a fiamma alta, mescolando ogni minuto. Quando il sugo sarà ristretto a sufficienza, assaggiare e regolare di sale e peperoncino, spegnere e far riposare un paio di minuti, quindi unire il prezzemolo, mescolare bene per l'ultima volta e servire.

Informazioni nutrizionali per porzione

 

Energia

507 kcal - 2119 KJoule

 

Proteine ad alto VB 

15 g

Proteine

27 g - 21%

Carboidrati

71 g - 54%

Grassi

15 g - 25%

di cui

 

saturi

2.1 g

monoinsaturi

9.4 g

polinsaturi

1.8 g

Fibre

7 g

Colesterolo

169 mg

Sodio

271 mg

 

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Cucina

Mousse al limone - Ricetta veloce senza uova

Mousse al limone: la ricetta veloce, senza uova, fatta solo con panna, succo di limone, zucchero e gelatina.

Crema catalana (senza panna e senza cannello)

La crema catalana, versione tradizionale e light: di origine spagnola è una crema pasticcera con uno strato di zucchero caramellato in superficie.

Bavarese alle fragole - Ricetta

La torta bavarese, o la bavarese, è un dessert di origine francese composto da crema inglese, gelatina e panna montata: oggi vi presentiamo la versione alle fragole.

Marmellata di fichi

La marmellata di fichi è di facile realizzazione e non richiede per forza la pectina: scopriamo come farla con poco zucchero.

 

Marmellata di fragole con aceto balsamico

Marmellata di fragole con aceto balsamico: scelta della frutta, quantità di zucchero, uso della pectina, cottura e invasettamento.

Marmellata di fragole con poco zucchero

Marmellata di fragole con poco zucchero: scelta della frutta, quantità di zucchero, uso della pectina, cottura e invasettamento.

Marmellata di ciliegie

Marmellata di ciliegie: scelta della frutta, quantità di zucchero, uso della pectina, cottura e invasettamento.

Marmellata di albicocche con fruttapec e poco zucchero

Marmellata di albicocche con fruttapec e poco zucchero: scopri come utilizzare in modo equilibrato e intelligente la pectina e lo zucchero.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.