Calamari ripieni in padella ricetta

VIDEORICETTA >>

I calamari ripieni sono un piatto molto diffuso in Italia, a base di calamari, un pregiato mollusco che si presta a molteplici preparazioni, soprattutto in versione ripiena, grazie al tipico mantello, che come quello delle seppie, si presta molto bene ad essere riempito con farce di ogni genere.

 

 

La variante classica prevede di cuocere a parte tutte le parti del calamaro, tranne il mantello, queste verranno poi tritate finemente o frullate, integrate con pangrattato o altri ingredienti che fungeranno da "riempitivo" per ottenere una farcia che abbia un volume sufficiente per riempire i mantelli, i quali verranno poi chiusi, in genere con degli stuzzicadenti, per poi essere cucinati al forno o in padella.

In questo articolo proponiamo una ricetta abbastanza classica dei calamari ripieni in padella, che prevede di utilizzare come farcia ricotta, pangrattato, capperi e prezzemolo.

 

 

Ricetta dei calamari ripieni in padella

Calamari fritti

E veniamo ai trucchi per un fritto perfetto di calamari croccanti. Esistono varie teorie e varie ricette. C'è, per esempio, chi sbollenta i calamari in acqua per pochi secondi prima di friggerli, chi usa la pastella, chi solo la farina...

Innanzitutto va tenuto presente della stagionalità del calamaro che si trova fresco nei mesi autunnali e invernali, nelle altre stagioni, invece, sui banconi del pesce, si troveranno calamari decongelati. Questo fa già la differenza: se i calamari sono nostrani, teneri e piccoli potranno essere fritti senza bisogno di sbollentrali, se invece sono decongelati, quindi più grandi e coriacei, meglio sbollentarli in acqua qualche secondo.

Quanto all'utilizzo della pastella con farina e acqua, a volte anche con latte o albumi montati, mi viene da sconsigliarla, mi sembra eccessiva, basterà infarinarli per avere una frittura più leggera e croccante. Quello che si può fare è usare vari tipi di farine diverse, combinare una parte di farina bianca 00, una parte di semola e una parte di farina di riso, che garantiranno leggerezza e croccantezza.

Ovviamente, anche la scelta e la temperatura dell'olio sono essenziali per ottenere una buona frittura, il migliore per una frittura casalinga è l'olio di semi di arachide e la temperatura da raggiungere è di 180°C, perché sarà una cottura molto veloce. Se non si possiede un termometro da cucina si può capire che l'olio è pronto quando, immergendo un pezzo di calamaro, si vede che inizia subito a sfregolare vivacemente, facendo le bollicine.

 

 

Autore:

Tempo di preparazione:

Tempo di cottura:

Tempo totale:

Ingredienti per 2 porzioni

  • 4 calamari
  • 65 g di ricotta
  • 1 uovo
  • 5 cucchiai di pangrattato
  • 1 cucchiaio di capperi
  • 2 cucchiai di olio extravergine
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • scorza di limone
  • prezzemolo tritato
  • sale e pepe qb

Procedimento

Lavare i calamari sotto l'acqua corrente, privarli degli occhi, delle viscere e del ganglio interno (volendo si può chiedere al nostro pescivendolo di fiducia di farlo per noi), rimuovere i tentacoli e metterli da parte. Spellare i mantelli sotto l'acqua corrente, lasciandoli intatti.

In una padella, scaldare un cucchiaio di olio e soffriggere l'aglio per qualche secondo, unire i mantelli e cuocerli per un minuto circa, quindi sfumare col vino, aggiungere mezzo bicchiere di acqua e cuocere coperto per 15 minuti a fuoco basso, se occorre aggiungere acqua, poca alla volta. Frullare ciuffetti e aglio insieme a ricotta, pangrattato, prezzemolo, uovo, sale e pepe.

Riempire i mantelli con il ripieno, chiudere con gli stuzzicadenti. Scaldare un cucchiaio di olio in una padella, soffriggere i mantelli da tutti i lati, sfumare col vino, aggiungere mezzo bicchiere di acqua e cuocere per 15 minuti a fuoco basso, coperto. Tagliare a fette spesse 2 cm e servire.

Informazioni nutrizionali per porzione

 

Energia

337 kcal - 1409 KJoule

 

Proteine ad alto VB 

27 g

Proteine

29 g - 33%

Carboidrati

18 g - 21%

Grassi

18 g - 47%

di cui

 

saturi

5.3 g

monoinsaturi

9.0 g

polinsaturi

2.1 g

Fibre

0 g

Colesterolo

195 mg

Sodio

135 mg

 

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Cucina

Frittelle di mele - Gonfie e soffici

Le frittelle di mele sono un dolce tipico della regione Trentino Alto Adige, ma diffusa in tutta Italia. Scopri come farle gonfie e soffici!

Scapece

Scapece ovvero la marinatura in aceto ed erbe aromatiche di verdure o pesci fritti tipica del Meridione.

Alici marinate - Ricetta classica e veloce con aceto

Le alici marinate sono un piatto semplice, ma è importante adottare alcuni accorgimenti per essere sicuri del risultato. Scopriamo questa ricetta con aceto, vino e limone.

Pasta con pesto di pistacchi e gamberi

Pasta con pesto di pistacchi e gamberi: una raffinata e gustosa ricetta di origine siciliana, patria tanto dei gamberi, quanto dei pistacchi.

 

Zeppole di San Giuseppe

Zeppole di San Giuseppe: i dolci tipici campani, diffusi un po' in tutto il sud Italia, a base di pasta per bignè che però viene fritta, dopo un passaggio in forno.

Ziti alla genovese - Origini e ricetta napoletana

Ziti alla genovese: la ricetta originale napoletana di questo primo piatto a base di cipolle e carne di manzo.

Gulasch (o gulash) : ricetta originale e light

Il gulasch, il famoso piatto ungherese qui proposto con la ricetta originale, ma anche rivisitato in chiave dietetica.

Pici all'aglione - Ricetta toscana

I pici all'aglione sono un piatto di origine toscana, preparato con un particolare aglio molto grosso come dimensioni, ma più delicato.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.