Fungo mazza di tamburo (Macrolepiota procera)

Valori nutrizionali dei funghi

Ricette a base di funghi

 

 

La mazza di tamburo è uno dei funghi di bosco commestibili più facilmente riconoscibile, per via del suo aspetto caratteristico a mazza di tamburo come dice il nome stesso, con un gambo sottile e un cappello ovoidale.

La mazza di tamburo, nome scientifico Macrolepiota procera dove "procera" sta per "alto, lungo", è conosciuta in Italia anche con i nomi comuni di bubbola, parasole, ombrellone.

Il cappello è ovoidale nelle forme giovanili poi si apre come un ombrello quando il fungo raggiunge la maturazione.

La caratteristica peculiare della mazza di tamburo sono le squame ocra disseminate su tutto il cappello che ha una colorazione di fondo più chiara, grigiastra. Le dimensioni possono raggiungere i 30 cm.

Le lamelle sono fitte, larghe, color bianco-crema, libere rispetto al gambo ma con un collarium. Il collarium è una sorta di anello che circonda la sommità del gambo.

Il gambo è molto slanciato, esile, cilindrico, cavo e fibroso, di colore bianco con una caratteristica zebratura più scura. Arriva fino a 40 cm di altezza ed è la specie fungina che raggiunge le dimensioni maggiori.

 

 

Fungo mazza di tamburo

La mazza di tamburo è un fungo ubiquitario, si trova facilmente in tutti i boschi ed è molto comune. Cresce in gruppi di più individui

Il periodo migliore per la raccolta è quello che va dall'estate all'autunno.

Le carni sono bianche, tenere, con odore e sapore gradevoli che ricordano la nocciola.

Può essere consumato anche crudo ma se ne consiglia comunque la cottura.

Occorre fare attenzione a non confondere la Macrolepiota procera con la sua parente Macrolepiota venenata ritenuta tossica e la Lepiota cristata anch'essa ritenuta tossica.

Lepiota crestata

Lepiota cristata

La Lepiota cristata (foto a lato) ha cappello conico, aperto, largo e dal colore bianco-rosato, di dimensioni che raggiungono massimo i 6 cm. Anch'essa presenta delle squame color ocra sul cappello ma non ha la zebratura sul gambo tipica della mazza di tamburo.

Si trova frequentemente sui prati e sotto i latifoglie, sia in estate che in autunno.

Ha carni bianche, fibrose, con un ododre decisamente sgradevole.

 

 

Ultimi articoli sezione: Alimentazione

Bere acqua fredda fa male?

L’acqua fredda può avere alcune conseguenze nel nostro organismo, ma gli effetti non sono ancora ben noti e non si sviluppano in tutte le persone.

Le uova vanno conservate in frigorifero?

Le uova vanno conservate in frigorifero secondo al legislazione europea ma non per quella americana, per un diverso tipo di processo produttivo.

Pesce vegetale: cos’è, tipologie e dove comprarlo

Il pesce vegetale non è ancora in vendita nei supermercati europei ma è in fase di sviluppo. Si trova nei siti web come alternativa ecosostenibile al pesce vero.

Calorie del gelato artigianale

Quante calorie ha il gelato artigianale? Pur essendo un prodotto molto variabile, è possibile trovare un modo per sapere quante calorie ha. Scopriamolo!

 

Panna senza lattosio: tipologie e ricetta fatta in casa

La panna senza lattosio ha caratteristiche simili a quella con il lattosio, ma risulta più digeribile per chi è intollerante allo zucchero del latte.

Latte totalmente scremato: cos’è e come si produce

Il latte totalmente scremato è praticamente privo di grassi e ha un basso contenuto calorico rispetto al latte intero e parzialmente scremato.

Ingredienti del gelato

Gli ingredienti del gelato: quali sono gli alimenti che contribuiscono alla produzione del gelato?

Gelato

Cos'è il gelato e com'è nato. Origine e storia del gelato.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.