Arcangelica

L'angelica arcangelica è una pianta della famiglia delle Ombrelliefere, alta all'incirca 2 metri, dalle foglie lunghe e larghe e dai fiori piccoli e bianchi, riuniti in gruppetti simili ad ombrelli.

 

 

È una specie originaria del Nord Europa, capace di resistere anche ad inverni molto freddi, è molto diffusa in Germania ed in Belgio ed in Italia la si trova coltivata in orti e giardini del Nord. Emana un caratteristico odore inconfondibile.
L'arcangelica fiorisce in piena estate e nei mesi di agosto, settembre ed ottobre si effettua la raccolta delle foglie, degli steli, dei semi e delle radici, dalle quali si ottiene l'olio essenziale.

Proprietà dell'arcangelica

Arcangelica

Le proprietà riconosciute all'arcangelica sono per lo più legate agli apparati digestivo e respiratorio. È utile, infatti, in caso di meteorismo, flautolenza, cattiva e lenta digestione, acidità gastrica, colite, alitosi ma anche in caso di bronchite, tosse o altri problemi respiratori.

In erboristeria si usano le foglie, i semi, le radici e gli steli dell'arcangelica per combattere questi problemi.

L'arcangelica in cucina

Tutte le parti dell'arcangelica vengono utilizzate anche in cucina per vari scopi. I gambi vengono canditi ed usati per fare torte o pasticcini. I semi aromatizzano bevande alcoliche come il gin o il vermouth. Le foglie essiccate si usano per aromatizzare formaggi, insalate o pesce. L'olio essenziale che si etrae dalle sue radici è usato per lo più per comporre profumi.

 

 

L'arcangelica è, però, sconsigliata ai diabetici e occorre prestare attenzione a quando la si tocca perchè alla lunga, soprattutto negli operatori che vi stanno a contatto quotidianamente, può provocare irritazioni e pruriti, dato che le sue foglie contengono cumarina. 

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Alimentazione


Colesterolo nella carne | Bianca o rossa? | Quale la migliore?

Tutti sanno che per abbassare il colesterolo bisogna mangiare meno carne... Ma siamo sicuri che sia vero?


Il vino fa bene o male?

Il vino fa bene o male? A basse dosi sembra essere benefico, ma le ultime ricerche lo stanno mettendo in dubbio. Una cosa è certa: l'alcol è cancerogeno, a qualsiasi dose.


Meglio il vino bianco o rosso? | Calorie | Colesterolo

È più salutare il vino bianco o quello rosso? Quale fa ingrassare di più? Purtroppo il vino fa sempre male, a prescindere dal colore...


Quante calorie ha la pizza?

Quante calorie ha una pizza? Sebbene sia un alimento variabile, è possibile risalire con abbastanza precisione alle calorie totali sia di una margherita che di una pizza condita.

 


Fa ingrassare più la pizza o la piadina?

La pizza e la piadina sono due alimenti abbastanza critici per la linea. Ma quale dei due fa ingrassare di più?


La pizza fa ingrassare?

La pizza fa ingrassare? Scopriamo, dati alla mano, se può essere considerata solo uno sgarro alimentare da concedersi ogni tanto, o se è possibile assumerla più di frequente.


Fa ingrassare più la pasta o la pizza?

Fa ingrassare più la pasta o la pizza? In questo caso la risposta non è "dipende", ma possiamo tranquillamente dire che la pizza fa ingrassare di più!


Fa ingrassare più la pasta o il riso?

Questa domanda è particolarmente gettonata e la risposta è tutt'altro che scontata: fa ingrassare più la pasta o il riso?

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.