Confetti

I confetti sono dei dolcetti composti da mandorle intere ricoperte da un velo di zucchero.

 

 

I confetti sono dei bon bon dalle origini antichissime, diffusi in special modo nell'area del Mediterraneo e oggi prodotti ed esportati per lo più da Italia e Spagna.

Tra i vari centri specializzati in confetteria ricordo Sulmona, una cittadina abruzzese in provincia de L'Aquila, che con l'azienda Pelino rappresenta la prima realtà italiana ad aver industrializzato la produzione di confetti nel 1783.

La parola "confetto" deriva dal latino "confectum", ossia "confezionato".

Ai confetti tradizionali di mandorle si sono aggiunte negli ultimi anni anche altre varianti come quelle che prevedono un ripieno di cioccolato, pistacchi, pinoli, nocciole, frutti di bosco, agrumi, yogurt... Solitamente distinguibili dal colore della capsula di zucchero.

Anche le forme possono essere svariate: dalla tradizionale ovale che riprendeva esattamente la forma della mandorla a dragée (la parola con cui i confetti sono conosciuti nel resto del mondo) sferiche o piatte o più o meno appuntite.

Storia e origini dei confetti

Confetti

In Italia, e non solo, i confetti sono da sempre indissolubilmente legati al momento del matrimonio, in quanto è usanza che gli sposi li regalino agli ospiti come bomboniera.

La tradizione di regalare confetti al matrimonio è molto antica, gli storici sostengono risalga già all'epoca dei Romani (400 a.C.) anche se i confetti di quel periodo storico erano composti da una mandorla avvolta in un impasto di farina e miele, non essendo ancora noto lo zucchero.

I confetti erano e sono tutt'oggi considerati simbolo di prosperità, felicità, longevità, fertilità, ricchezza e salute.

Con l'avvento dello zucchero, durante il Medioevo, si iniziarono a preparare i confetti così come li conosciamo oggi, prodotti per lo più dagli arabi e divennero un dolce molto apprezzato dalle famiglie nobiliari.

Produzione e preparazione dei confetti

I confetti vengono prodotti con delle caldaie a lavorazione continua. All'interno della caldaia si versa il saccarosio liquido che con l'aria calda evapora e lascia sulla mandorla uno strato zuccherino uniforme.

Successivamente i confetti vengono lasciati a raffreddare e ad essiccare, quindi si procede con la fase di lisciatura e lucidatura, dato che lo strato zuccherino appare rugoso.

Così prodotto, il confetto appare bianco, la fase di colorazione, opzionale, avviene dopo la lucidatura.

In tutto la produzione di confetti impiega 2 o 3 giorni.

Infine il confezionamento: tradizionalmente i confetti venivano avvolti nella seta a formare fiori, grappoli, spighe. Oggi vengono per lo più venduti a peso, sfusi, oppure inscatolati in confezioni dai pesi variabili.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Alimentazione


La dieta flexitarian

La dieta flexitarian è una dieta vegetariana "flessibile", promuove cioè un consumo di carne sostenibile.


La ripartizione dei macronutrienti

La ripartizione dei macronutrienti: quali sono le percentuali corrette di grassi, proteine e carboidrati da assumere.


Nutella contro Crema Novi (e le altre)

La Nutella è veramente un prodotto di qualità? Confrontiamola con la Crema Novi e le altre creme spalmabili.


Alimentazione e sport

Alimentazione e sport: come può uno sportivo gestire la sua dieta in maniera ottimale?

 


Acidi grassi

Gli acidi grassi, i fondamentali componenti dei lipidi, si suddividono in grassi saturi, monoinsaturi e polinsaturi.


Vitamina C (acido ascorbico)

La vitamina C o acido ascorbico è antinfiammatoria, antiossidante e rinforza il sistema immunitario.


Pastorizzazione degli alimenti

La pastorizzazione è un metodo di conservazione che consiste nel portare gli alimenti ad alte temperature per alcuni minuti, dai 60°C agli 85°C.


Grass fed, la carne alimentata ad erba: sana e sostenibile?

Grass fed, la carne alimentata ad erba: è davvero più sana e sostenibile della carne alimentata a cereali?