Cachaca

La cachaça è un'acquavite ottenuta dalla distillazione della canna da zucchero originaria del Brasile dove è stata assunta come bevanda nazionale.

 

 

La cachaça viene ottenuta partendo dal succo della canna da zucchero puro, allo stato grezzo, che non abbia subito raffinazioni e questa è la differenza principale tra la cachaça ed il rum, che invece deriva dalla separazione tra succo e melassa, pur partendo sempre dalla stessa materia prima.

Quindi il succo grezzo viene messo a bollire, viene fatto fermentare con dei lieviti specifici e infine distillato per ottenere la cachaça, con alambicchi sia a metodo continuo che discontinuo. A volte viene anche fatta maturare in botti di legno.

La cachaça ha un colore giallognolo quando viene invecchiata o chiaro e trasparente quando non lo è, e una gradazione alcolica di circa 40%.

Il suo odore e il suo sapore sono molto intensi.

Cachaca

E' conosciuta in tutto il mondo per essere l'ingrediente principale di un tipico coktail brasiliano, la Caipirinha, e anche della Batida, ma può anche essere bevuta liscia con ghiaccio.

Storia e produzione della cachaça in Brasile

Nasce nel Cinquecento quando le tecniche di distillazione dello zucchero furono esportate dai portoghesi dall'isola di madeira alla loro colonia brasiliana.

Inizialmente era considerata una bevanda povera, tipica degli schiavi, ma dal Seicento le tecniche di produzione della cachaça si raffinarono talmente da farla apprezzare un po' a tutte le fasce della popolazione e attualmente in Brasile si contano circa 5000 marche diverse di cachaça

La sua produzione annua supera gli 1,3 miliardi di litri annui, dei quali solo l'1% viene esportato all'estero (maggiormente in Germania)! Una produzione record, seconda solo a quella della birra.

Localmente viene chiamata con circa 2000 nomi diversi, quali aguardiente, garapa, cagaça, abre-coração (apri cuore), água-benta (acqua santa), bafo-de-tigre (respiro di tigre) o limpa-olho (pulitore degli occhi). 

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Alimentazione


La dieta flexitarian

La dieta flexitarian è una dieta vegetariana "flessibile", promuove cioè un consumo di carne sostenibile.


La ripartizione dei macronutrienti

La ripartizione dei macronutrienti: quali sono le percentuali corrette di grassi, proteine e carboidrati da assumere.


Nutella contro Crema Novi (e le altre)

La Nutella è veramente un prodotto di qualità? Confrontiamola con la Crema Novi e le altre creme spalmabili.


Alimentazione e sport

Alimentazione e sport: come può uno sportivo gestire la sua dieta in maniera ottimale?

 


Acidi grassi

Gli acidi grassi, i fondamentali componenti dei lipidi, si suddividono in grassi saturi, monoinsaturi e polinsaturi.


Vitamina C (acido ascorbico)

La vitamina C o acido ascorbico è antinfiammatoria, antiossidante e rinforza il sistema immunitario.


Pastorizzazione degli alimenti

La pastorizzazione è un metodo di conservazione che consiste nel portare gli alimenti ad alte temperature per alcuni minuti, dai 60°C agli 85°C.


Grass fed, la carne alimentata ad erba: sana e sostenibile?

Grass fed, la carne alimentata ad erba: è davvero più sana e sostenibile della carne alimentata a cereali?

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.