Essere belle: peso e cm non sono tutto

Indice delle risposte pubblicate

Salve, da circa un mese sto praticando la corsa come attività sportiva un po' per sentirmi meglio e un po' per migliorare il mio aspetto in quanto ho un il fisico cossidetto a "pera", quindi avrei bisogno di dimagrire e tonificare fianchi e gambe. Percorro una distanza di circa 9 Km nel totale ma nell'andata cammino a passo sostenuto visto che la strada è leggermente in salita, al ritorno invece corro. Da quando ho iniziato mi sento sicuramente meglio ma ho notato che la circonferenza delle gambe è aumentata piuttosto che diminuire, come mai? Da precisare che a tavola non faccio particolari rinunce, cerco di evitare l'uso del sale e tengo sotto controllo il consumo di fritti e dolci. Grazie.

 

 

Per ottimizzare l'effetto dell'attività fisica occorre capire quali siano i fattori che influenzano in modo positivo il nostro aspetto. Le donne in genere si fissano sul peso e sui centimetri, due fattori sicuramente fondamentali ma che se non "capiti" e integrati in un discorso più ampio e completo possono essere fuorvianti.

Il nostro aspetto dipende da due fattori determinanti:

  • la tonicità del tessuto cutaneo e sottocutaneo;
  • l'armonia della figura.

Non a caso i due inestetismi più temuti dalle donne sono il grasso localizzato (culotte de cheval, maniglie dell'amore), un problema che peggiora la siluette rendendola meno armoniosa e "naturale"; e la cellulite, un problema di tonicità del tessuto adiposo sottocutaneo.

 

 

Questi problemi dipendono solo in parte dal peso e dai cm: quello che conta non sono solo i valori assoluti, ma il rapporto tra le varie zone del corpo. Nella piscina che frequento c'è una istruttrice con gravissimi problemi di sovrappeso (a occhio e croce mi sembra che sia al limite dell'obesità) ma molto giovane: non ha un filo di cellulite, la pelle è tonica e le sue forme, sebbene i cm siano veramente tanti, sono armoniose. Molte ragazze decisamente più magre di lei sono esteticamente messe peggio, perché hanno tessuti cadenti, cellulite e grasso localizzato che rende la figura nel suo complesso poco armoniosa e antiestetica.

Nel tuo caso, fare attività fisica (sei agli inizi: punta a percorrerlo tutto di corsa, gradualmente, quel tratto di 9 km) ha portato a un aumento dell'afflusso sanguigno alle gambe, che ha generato un effetto di aumento di volume del muscolo. Inoltre, se prima eri sedentaria, il muscolo potrebbe anche essere cresciuto di volume per un aumento di massa muscolare (ipertrofia). Questo ha portato a un aumento di cm, perché probabilmente non sei dimagrita nel frattempo... Ma penso che ora tu abbia gambe più toniche, pelle più tirata, e la cellulite (se presente) ora si dovrebbe vedere di meno. Tuttavia, la differenza tra parte superiore e inferiore del corpo ora si è accentuata e la forma a pera anche.

 

 

Per migliorare ulteriormente dovresti dimagrire (perdere massa grassa), e per farlo devi fare più attenzione alla tua alimentazione... Che non significa che devi eliminare questo o quel cibo, devi solo imparare a calcolare le calorie che assumi e mantenerle sotto controllo, anche se mangi fritto o usi sale, due comportamenti utili, ma non di certo sufficienti (si ingrassa anche mangiando troppa frutta...).

Inoltre, potresti anche inserire uno sport che sviluppi la parte superiore, come il nuoto o i pesi o alcuni esercizi a corpo libero (come i sollevamenti sulle braccia). Se diminuisce la differenza tra le circonferenze degli arti inferiori e superiori, la figura è più armonica ed esteticamente piacevole. Anche la postura è importante: una donna con le spalle larghe (sportiva) ha un portamento molto più piacevole di una donna un po' curva con spalle chiuse (sedentaria).

Questo è un fattore troppo spesso trascurato dalle donne, che anzi sono terrorizzate dal "diventare troppo grosse". Magari fosse così facile diventare "troppo muscolosi"...

Riassumendo, i prossimi passi da fare (senza fretta e in ordine di priorità) sono:

  • correre tutti i 9 km (superare il fit test);
  • acquisire una coscienza alimentare (diventare la dietologa di te stessa) per perdere il grasso in eccesso;
  • inserire uno sport che sviluppi la parte superiore del corpo.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Posta dei visitatori


Perseverare è diabolico

Ho un dubbio che mi turba da molto tempo, sono un ragazzo che ha fatto parecchie volte diete drastiche con risultati ottimi in breve tempo...


Il calcolo della massa grassa

Mi chiedevo come sia possibile che una semplice bilancia misuri anche il metabolismo, la massa grassa, magra ecc...


La dieta Lemme: geniale o banale?

Dieta Lemme: la dieta del farmacista di Desio basata su spaghetti insipidi a colazione.


Eritritolo: un nuovo dolcificante

Ho trovato un prodotto che mi ha incuriosita, il Lakanto, un dolcificante usato e proveniente dal Giappone...

 


Uova a colazione

Uova a colazione: per tutta la vita ho trovato disgustosa la colazione all'italiana fatta di marmellate, cornetti, latte ecc...


Alimentazione e sport serale

Che tipo di cena potrebbe fare per poter avere una "veloce" digestione dopo lo sport serale?


Facciamo confusione...

Come se già non ce ne fosse abbastanza. E poi ci si lamenta se crescono i problemi dovuti al rapporto tra la persona e il proprio peso.


Qualità del gelato

Ultimamente faccio caso alla tabella degli ingredienti ormai presente in molte gelaterie artigianali...